11 marzo 2010

Il Fascino di Matrix, tra Scienza, Esoterismo e Distopia

Matrix, locandina, manifesto
Viator
Anticorpi.info

Uscito nel 1999, The Matrix è uno dei film più rappresentativi della diffusa presa di coscienza culturale che ha avuto luogo (è stata indotta) negli ultimi 10 anni.
Sotto una patina fatta di azione ed effetti visivi, The Matrix cela un cuore vivo, pulsante di analogie e riferimenti alla mitologia di antiche tradizioni filosofiche ed esoteriche quali buddismo, ermetismo, gnosticismo, e alle più moderne teorie scientifiche di fisica quantistica.

Considerando il delicato periodo in cui questo film uscì nelle sale, considerando il potente messaggio di cui si fece portatore e considerando infine la casa cinematografica da cui fu prodotto (Warner) - è forte il sospetto che The Matrix sia stato realizzato con il preciso intento di catalizzare il 'risveglio' di alcuni individui. Se per pura filantropia, per obblighi 'spirituali' attinenti il 'libero arbitrio', oppure in funzione di un progetto di destabilizzazione sociale, non ci è dato di saperlo.

Esamineremo nel dettaglio le tematiche toccate da questo film nei prossimi post. Per il momento mi limito a consigliarvi di guardare il film, e solo in un secondo momento leggere la molta letteratura che gli è nata intorno.

Quanto ai due sequel Reloaded e Revolutions, usciti a distanza di quattro anni dal capostipite, è evidente che siano stati prodotti con l'intento di sfruttare il brand per fini lucrativi ed ideologici, dal momento che - grazie ad una spericolata inversione ad U - grondano di ridondanze narrative e retorica transumanistica e si affannano in una stanca e goffa rincorsa verso la quadratura del cerchio e la razionalizzazione di una storia che aveva fatto di onirismo, originalità ed indeterminatezza i propri punti di forza. Ragion per cui non sono pochi coloro i quali li giudicano - a mio avviso fondatamente - 'abusivi' e 'forzati'.

The Matrix è senza ombra di dubbio uno dei film più profondi ed enigmatici della storia del cinema. Ogni elemento della trama sembra essere stato ponderato per attingere da un preciso immaginario filosofico, esoterico e scientifico, reso con rara efficacia narrativa. Il mistero che continua ad avvolgere questa geniale sceneggiatura è alimentato inoltre da una serie di dettagli molto bizzarri, tra cui spicca la data apposta sul passaporto del protagonista Neo, che coincide con quella di un evento epocale che si sarebbe verificato ben due anni dopo l'uscita del film: 11 Settembre, 2001. 

Nessun commento:

Posta un commento

Se il post ti è piaciuto, non dimenticare di condividerlo e lasciare un commento.

N.B. Non saranno pubblicati commenti espressi con linguaggio offensivo o violento, e critiche non motivate / argomentate.

Leggendo le nostre DOMANDE FREQUENTI potrai crearti un'idea più precisa sul nostro approccio ai temi trattati nel blog.

GRAZIE per il contributo e la collaborazione

SISTEMA


MITI E LEGGENDE