15 maggio 2010

Eyes Wide Shut: Satanismo ed Alta Società - S. Kubrick

Eyes Wide Shut, locandina
Viator

In tempi non sospetti Kubrick seppe eludere la mannaia della censura parlandoci di temi scomodi e profetici, grazie alla sua capacità di sovrapposizione delle chiavi di lettura. Eyes Wide Shut non fa eccezione.
Trasponendo in pellicola il romanzo Doppio Sogno di Arthur Schnitzler, incentrato sui meccanismi dei rapporti di coppia - Kubrick ne approfitta per insinuarsi con passo felpato nel mondo delle sette occulte di ispirazione satanistico-thelemico mimetizzate tra i vezzi e le manie della annoiata alta società newyorkese, e naturalmente lo fa con la sapienza narrativa di sempre.

La crisi di coppia, che ufficialmente rappresenta il tema centrale del film, è in realtà un pretesto per accompagnarci all'interno di un party molto 'esclusivo', fatto di maschere, fumi di incenso e riti sessuali presso una faraonica villa newyorkese. Da notare come il racconto originale di Schnitzler si limiti a descrivere una vicenda di tradimenti nel corso di una festa in maschera, non certo una serata dai connotati oscuri e sulfurei, come invece viene rappresentata da Kubrick.

In merito a questa pellicola sono sorte diverse leggende:

C'è chi ha ipotizzato una inquietante connessione tra gli argomenti trattati nel film e la scomparsa dell'autore, che morì di infarto subito dopo il completamento della fase produttiva. In molti sostengono che quella uscita nelle sale sia in realtà una versione incompleta della pellicola, che la versione voluta da Kubrick sia stata giudicata scomoda, e quindi editata cassando circa 25 minuti di pellicola.

Altro elemento bizzarro, il fatto che nonostante la vicenda dovesse essere ambientata a New York, l'autore abbia preferito ricostruire le strade newyorkesi in un enorme set presso alcuni studi londinesi, piuttosto che girare direttamente nella 'Grande Mela.'

C'è anche chi ha interpretato come una provocazione la scelta di Tom Cruise (affiliato a Scientology, organizzazione accusata di commistioni con la dottrina crowleiana) nel ruolo del personaggio principale, e l'idea di ambientare il 'party' presso le Mentmore Towers, una delle residenze inglesi della casata Rotschild; location usata anche da Terry Gilliam nel suo Brazil.

Lo stesso titolo, che tradotto nella nostra lingua sta pressappoco per: ciechi con gli occhi aperti, suona come un monito sarcastico lanciato al mondo da Stanley Kubrick, prima di renderci orfani del suo genio.

Post correlati: Stanley Kubrick e il Culto di Saturno
Post correlati: Arancia Meccanica - S. Kubrick
Post correlati: The Shining, Stanley Kubrick ed il Patto col Diavolo
Post correlati: Scientology, Hubbard e l'Occulto
Post correlati: Chi fu Aleister Crowley
Post correlati: Intervista a Giuseppe Cosco
Post correlati: Il Culto di Saturno (Seth, Enki, El, Cronos, Satana)

LETTURE CONSIGLIATE



Forbidden Histories


Nessun commento:

Posta un commento

Se il post ti è piaciuto, non dimenticare di condividerlo e lasciare un commento.

N.B. Non saranno pubblicati commenti espressi con linguaggio offensivo o violento, e critiche non motivate / argomentate.

Leggendo le nostre DOMANDE FREQUENTI potrai crearti un'idea più precisa sul nostro approccio ai temi trattati nel blog.

GRAZIE per il contributo e la collaborazione

SISTEMA


MITI E LEGGENDE