17 luglio 2010

Chi fu Aleister Crowley

aleister-crowley-foto
A cura di Anticorpi.info

A differenza di molti altri alchimisti, la vita stessa di Edward Alexander Crowley si confonde con la sua opera. Se costui fu definito l'uomo più malvagio mai vissuto, e la Grande Bestia, vi saranno stati dei motivi, finti o veritieri che siano. Proviamo a scoprirne qualcuno.

Da Hungry for Heaven, di Steve Turner:
"Nacque nel 1875 a Leamington (Inghilterra), da genitori appartenenti della Strict Brethren, setta fondamentalista cristiana. Fin dalla più tenera età tese ad identificarsi con i nemici di Dio descritti nelle storie bibliche che spesso gli venivano raccontate. In particolare si identificò con l'anticristo predetto nel libro della Apocalisse."

Si può ironizzare sullo strano fenomeno per cui sovente proprio i giovani che crescano in ambiti familiari morbosamente osservanti diventino, nella maturità, acerrimi nemici del cristianesimo (altro tipico esempio di questo fenomeno è quello di Nietzsche, non a caso figlio di un pastore protestante).

Da Hungry for Heaven:
"Il padre Edward, ricco predicatore e birraio, ereditiere, venne a mancare quando Aleister aveva soli undici (11) anni lasciandogli una fortuna. Tale ricchezza consentì ad Aleister di autofinanziare la sua carriera di satanista. 

Iniziò torturando e uccidendo piccoli animali all'età di dodici anni. La sua stessa madre lo definì  La Grande Bestia dell'Apocalisse il cui numero è 666, appellativo di cui il giovane affermò di andare molto fiero. Era convinto di essere la reincarnazione del mago Eliphas Levi, morto l'anno in cui Aleister venne al mondo. Sosteneva di avere  vissuto altre vite, compresa quella di Papa Alessandro VI." 

Il giovane Crowley s'interessò alla poesia, e scrisse una sorta di poemetto nel 1898, Aceldema

Come rileva John Symonds nella sua biografia crowleyana, il poemetto è abbastanza insulso. Ma c'è una strofa molto significativa in cui il giovane Crowley rivela un precoce gusto per quella che potremmo definire una ascesi spinta agli estremi limiti della penitenza e dell'automortificazione, o viceversa delle fantasie rivelatrici della presenza di spiccate pulsioni sadomaso:

Ogni degradazione e ogni infamia
Tu subirai.
Come in un sogno orrendo
Vorrei porre la testa sotto il fango
E gli escrementi delle donne indegne;
Che ti calpesteranno finché tu
Inalerai fumi mortali.

Davvero si trova in questo passo di Aceldema il rimando alle suggestioni e agli incubi lovercraftiani, ma anche tanto materiale per le future rockstar sedicenti sataniste che calcano i palchi ai nostri giorni. 

LA MAGIA SESSUALE
Ispirandosi al celebre passo dell'Apocalisse assunse il nome di La Grande Bestia. 

"Non mi accontento di credere semplicemente in Satana; io voglio diventare il suo capo di stato maggiore".
A. Crowley

Nel 1898 entrò a far parte della società segreta Golden Dawn, introdotto da un chimico inglese, un certo Julian Baker. […] Abbandonata la Golden Dawn prima del suo definitivo tramonto (successivamente raggiunse il 33° grado della massoneria) iniziò a viaggiare e ad accumulare esperienze iniziatiche. 

Si recò in Messico, dove partecipò ad alcuni riti di evocazione del Serpente Piumato. Poi nel continente asiatico, dall'Indonesia al Giappone. A Madras fu iniziato ad una delle ramificazioni degenerate del tantrismoA Parigi, conobbe Rilke, e sposò Rose Kelly, sorella di un suo discepolo. 

Crowley descrisse il suo matrimonio con Rose come "una ininterrotta orgia sessuale." Finché quest'ultima non impazzì, dopo avergli dato una figlia il cui nome richiamava quello della dea Lilith

Da Hungry for Heaven:
"Anche la sua seconda moglie impazzì. Cinque delle sue amanti morirono suicide, e decine dei suoi frequentatori finirono alcolisti, tossicodipendenti o rinchiusi in istituti mentali (Hellhounds on Their Trail, pag. 56)."

Nel 1920, interrogando lo i-Ching, si persuase che per realizzare la Grande Opera non esistesse posto più adatto di Cefalù. Nella località siciliana edificò la sacra abbazia di Thelema ("Inferno della Cortigiana, luogo segreto dell'irrefrenabile fuoco della Lussuria e del tormento eterno dell'Amore"). 

Il tempio dei thelemiti era strutturato ad un solo piano, ed aveva una sola sala (Sancta Sanctorum). Sul suolo vi era effigiato il pentagramma inscritto in un cerchio. In mezzo al pentagramma era collocato un altare esagonale. Sull'altare era depositato il Liber Legis. A Est sorgeva un trono dedicato alla Bestia ed un braciere ardente. A Ovest s'ergeva il trono della Donna Scarlatta. Dipinte sulle pareti del tempio, facevano bella mostra alcuni ritratti di Crowley e  raffigurazioni orgiastiche.

Nel 1922 pubblicò Diary of a Drug Fiend, saggetto incentrato sullo uso della cocaina. La maggior parte della sua vita adulta fu dedicata ad indulgere in tutte le pratiche più invise ai 'dettami cristiani': riti magici e invocazioni spiritiche a base di pratiche sessuali estreme e droghe.

Durante uno dei suoi soggiorni al Cairo sembra che una medium gli ingiunse di costituire un nuovo ordine: lo Astrum Argentinum, fondato sulla magia sexualis, già ampiamente nota a Crowley fin dai tempi della sua frequentazione in India dei seguaci della Via della Mano Sinistra.

Nel 1923 fu espulso dal territorio italiano per ordine di Mussolini, il quale aveva iniziato a perseguitare tutte le associazioni segrete ed iniziatiche italiane. Thelema venne chiusa ed egli ricominciò a vagabondare e a circondarsi di donne. 

Dopo essere stato internato per un breve periodo, ormai eroinomane e psichicamente instabile (forse come conseguenza ed effetto differito di un viaggio intrapreso qualche anno prima nel deserto algerino per evocare uno spirito del male, quando fu ritrovato mezzo morto) finì per ritenersi un vampiro. 

Morì nel 1947, alla età di 73 anni. 
Le sue ultime parole furono: "Sono perplesso ..." 

L'ALTRA FACCIA DELLA MEDAGLIA
Ma per ogni storia esistono almeno due versioni. Secondo alcune correnti di pensiero a Crowley sarebbe stata erroneamente attribuita la fama di satanista, a causa del suo comportamento provocatorio e fuori dagli schemi morali dell'epoca in cui visse.

Nel cap. XXI della sua opera più importante Magick egli stesso spiegò che il proprio interesse per l'Ars Regia - la magia - rappresentava niente altro che una via iniziatica per raggiungere superiori stati di coscienza. 

Molti gli attribuiscono qualità filantropiche, ad esempio il merito di avere divulgato nel corso della sua esistenza numerosi insegnamenti segreti appartenenti alla Golden Dawn, pubblicandoli sul suo giornale The Equinox.

PROSELITISMO
Aleister Crowley fu uno degli individui più influenti del secolo scorso. Molte personalità ricercarono la sua amicizia e collaborazione, per non parlare del proselitismo popolare, che raggiunse livelli inimmaginabili per l'epoca, e che ancora oggi è assolutamente notevole.

Intrattenne rapporti con Hitler ed il nazismo. In un primo tempo, sembra che il Führer fosse vagamente suggestionato da Crowley. Non si deve dimenticare quali fossero le radici occulte del nazismo: le SS erano un corpo d'élite iniziatico che si rifaceva ad elementi indù, nordici e romanici (più che ellenici). Si pensa che cercassero la Thule e i Superiori invisibili, quindi è naturale che Hitler cercasse un contatto con Crowley, assimilato dalle SS ad una sorta di superuomo.

Da parte sua, anche Crowley dovette percepire l'influsso degli elementi misteriosofici del Reich. Probabilmente per un certo tempo fantasticò sulla possibilità di esercitare una influenza su Hitler, sebbene in seguito si dette a fare la spia per il proprio paese.

Sembra che persino Winston Churchill lo abbia interpellato per propiziare la vittoria delle truppe alleate, rifiutandosi tuttavia di ascoltare fino in fondo i suoi suggerimenti. Inoltre Crowley stesso ebbe modo di offrire la propria collaborazione alle autorità russe per aiutare il comunismo a distruggere il cristianesimo.

Come si diceva, anche dopo la sua morte, in tempi più recenti, la figura di Crowley continuò ad attirare proseliti tra personaggi del mondo della politica e dello spettacolo.

Nel 1971 Jimmy Page, chitarrista dei Led Zeppelin, acquistò Boleskine, una magione sul lago di Loch Ness - edificata sulle macerie di una chiesa letteralmente crollata addosso alla intera congregazione - dove Crowley praticò per qualche tempo i suoi riti. 

Page e Robert Plant affermano che alcune delle canzoni dei Led Zeppelin siano state concepite con la tecnica della scrittura automatica, compresa la celebre Stairway to Heaven, nella quale a un certo punto vengono cantate le parole: "May Queen", riferimento al nome di una poesia di Crowley.

I Beatles ammisero che sulla copertina dell'album Sergeant Pepper's sarebbero ritratti i volti "della gente che ammiriamo" (Ringo Starr, Hit Parade, ottobre 1976, p.14). Paul McCartney specificò che fu un pò come appendere alla parete i poster dei loro eroi. Tra gli eroi raffigurati sulla copertina dell'album figura Aleister Crowley. 

David Bowie scrisse di Crowley nella canzone Quicksand, album The Man Who Sold the World.

Bruce Dickinson degli Iron Maiden ha dichiarato: "... ci dilettiamo con le idee di personaggi come Crowley" (Circus, 31 Agosto 1984).

Daryl Hall del duo Hall e Oates ha ammesso di essere un seguace di Crowley. 
"Sono rimasto affascinato da Aleister Crowley perché la sua personalità fu l'emblema della fine del XIX secolo. Una persona cresciuta in una famiglia tradizionalmente religiosa che ha vissuto per oltraggiare la società intorno a lui ed anche se stesso" (Lives Rock: profili e colloqui, p. 584). Hall possiede una copia firmata e numerata del Book of Thoth scritto da Crowley.

Sul retro dell'album 13 Doors, Jim Morrison posò con un busto di Aleister Crowley.

Ozzy Osbourne ha definito Crowley "un fenomeno del suo tempo" (Circus, 26 Agosto, 1980, p. 26). Ozzy scrisse anche una canzone intitolata Mr.Crowley:
"Hai ingannato il popolo con la magia / Hai aspettato su chiamata di Satana / Mr. Crowley, non si guida il mio cavallo bianco ... "

Sting ha dichiarato di avere studiato gli scritti di Crowley.

Mick Jagger si è autodefinito fan di Crowley.

Il brano Misery Machine di Marilyn Manson, contiene nel testo la frase: "Cavalchiamo sull'abbazia di Thelema."

Il guru dell'LSD Timothy Leary dichiarò: "Sto proseguendo il lavoro che egli (Crowley) ha iniziato più di cento anni fa ..." 

Lo scrittore William Somerset Maugham gli si ispirò per il suo romanzo The Magician (Il mago), da cui deriva l'omonimo film di Rex Ingram (1926). Leonardo Sciascia scrisse di lui nel racconto Apocrifi sul caso Crowley. Umberto Eco lo cita più volte nel Pendolo di Foucault parlando dei riti iniziatici di adorazione della Bestia. 

LEGGENDE E CURIOSITA'
Alcuni attribuiscono a Crowley la coniazione del termine New Age. Nel suo Book of the Law, datato 1904 vi è in effetti un capitolo intitolato "The New Age".

lam-aleister-crowley
Crowley dichiarò ripetutamente di essere stato contattato da una misteriosa entità extradimensionale chiamata Lam, di cui fece un ritratto (destra). La creatura disegnata è piuttosto rassomigliante agli alieni grigi descritti da contattisti e ufologi odierni.

Il medico che lo ebbe in cura negli ultimi giorni di vita, un certo dottor Thomson, morì il giorno successivo la morte di Crowley, innescando una serie di fosche ipotesi da parte dei media.

Ultima curiosità. Nel giugno 2010 l'agenzia ADNKronos ha segnalato la pubblicazione di un annuncio immobiliare che così recita: "Vendesi edificio di valore storico - artistico in località Santa Barbara, presso Cefalù". Ebbene, l'immobile "indipendente a piano terra con ampio giardino, da ristrutturare" a cui fa riferimento l'annuncio è proprio la vecchia abbazia di Thelema

Il prezzo richiesto per l'immobile ammonta ad un milione e mezzo di euro. Interpellata dalla stampa, l'agenzia immobiliare ha confermato l'identità dell'edificio, e ha aggiunto di avere ricevuto molti contatti, soprattutto dall'estero: tedeschi, inglesi e svizzeri in particolare. Ma anche alcuni italiani di cui uno - professionista fiorentino - disposto ad acquisire l'edificio al prezzo stabilito, senza alcuna trattativa.

Articolo tratto da diverse fonti web, tra cui:
Il Rasoio di Ocram - Aleister Crowley, Storia di un Mago
Link diretto all'articolo:
Post correlati: Tag Occultismo
Post correlati: Tag Personaggi Storici

Aleister Crowley la Bestia 666


20 commenti:

  1. Ci sono alcune inesattezze, tra cui ad esempio il fatto che l' occhio dentro la piramide sia sul dollaro per Crowley.
    Una notizia del genere, data così, puzza pesantemente di disinformazione.
    Quasi a voler "deresponsabilizzare" chi ha responsabilità ben pesanti nel governo del pianeta.

    Crowley era un esoterista che potremmo definire "nero", ma bollarlo come satanista e chiudere li la faccenda non porta a niente, io credo che sarebbe più corretto dire che egli aveva preso la sua strada.
    Strada che non condivido, chiaramente, però era una strada.
    Ora, se Crowley ha preso una strada "nera", quando si parla di questi argomenti bisognerebbe sempre fare presente che esistono anche strade "bianche"... perchè da articoli come questi la gente ne esce sempre un po' scottata, e alla fine si decide a non prendere alcuna strada, vendendosi al materialismo e rinchiudendosi ad eternum nella ruota del karma... con buona soddisfazione delle elites che ci governano e di ciò che governa le elites...

    Se sommo l'inesattezza di cui ho parlato sopra, all' atteggiamento, mi risulta chiaro a chi giova questo genere di articolo.
    Senza per questo voler accusare l'autore di averlo fatto intenzionalmente... punto solo il dito sulla mentalità, simile a quella della caccia alle streghe.

    RispondiElimina
  2. ciao andrea
    non "sul dollaro per crowley" ma sul dollaro dopo essere stato disegnato da crowley, l'occhio. è un pò diverso. (n.b. il tutto inserito nel paragrafo leggende e curiosità)

    non condivido le tue conclusioni circa l'effetto che un simile post dovrebbe suscitare sul lettore. mi pare scontato che oltre che strade nere esistano strade bianche.

    e nemmeno condivido il paternalismo con cui ritieni dovrebbero trattarsi alcuni argomenti per non "scottare" la gente.

    a mio modo di vedere crowley fu un personaggio estremamente negativo, malgrado i tentativi che vengono fatti quotidianamente di sdoganarlo come grande esoterista e "genio incompreso." uno che predicava l'egoismo e il materialismo, disvalori che tu stesso asserisci di disprezzare.

    seguendo il tuo ragionamento, qualsiasi personaggio ed organizzazione sedicente misterica o pseudo-esoterica, anche i "bones" di bush oppure il sionismo deviato, dovrebbero essere considerati "non negativi" in modo tale da non alimentare una mentalità da caccia alle streghe.

    potresti spiegarmi chi si gioverebbe di un siffatto articolo?

    ciao

    RispondiElimina
  3. Concordo con il post di Andrea.
    La differenza tra il mago "bianco" ed il mago "nero" consiste sostanzialmente nell'uso che viene fatto di certe energie e conoscenze. Il mago bianco le usa per aiutare l'umanità, mentre il mago nero le usa per soddisfare fini egoici come fama, potere, dominazione, ecc.
    Alcuni autori fissano in questo modo anche le differenze tra esoterismo ed occultismo. In ogni caso il vero iniziato è colui nel quale si realizza un livello di coscienza più vasto, che lo porta a vedere l'Uno al di là degli opposti, del bene e del male. Vive dunque in uno stato di coscienza unificato e non-dualistico.
    Chi, come Crowley, ha passato la vita a contrapporsi coscientemente alla morale ed ai riti cristiani, a fare l'anti-qualcosa, dimostra di aver vissuto in uno stato di coscienza molto basso, ancora intriso di dualismo, frammentazione e conflitto. In ogni caso ci volevano anche dei personaggi di "antitesi" perchè la coscienza umana potesse tornare ad una sintesi dei contrari come sta avvenendo sempre più diffusamente nella nostra epoca (ed i soliti ignoti lo sanno bene, per questo continuano a bombardarci con spauracchi vari, proprio per tenerci lontani dalla coscienza dell'Uno emergente). Siamo cmq in un'epoca di svolta. Ne vedremo delle belle!

    RispondiElimina
  4. il tuo commento lo trovo più condivisibile, corpomente.
    ammetto comunque di invidiare un pò le vostre certezze assolute.

    ciao

    RispondiElimina
  5. "Si dice che il presidente Roosevelt fu così impressionato dal carisma dell'esoterista che inserì una immagine disegnata da Crowley in persona - l'occhio posto in cima alla famigerata piramide - sul retro della banconota da un dollaro."

    Questa frase fa pensare che il sigillo sia stato fatto perchè Crowley impressionò Roosevelt.
    Non perchè i proprietari di quel sigillo erano anche proprietari degli Stati Uniti e della loro banconota.
    Sembra una sorta di debunking teso a mettere ancora più nell' ombra chi dall' ombra tira le fila.
    O almeno io la vedo così.

    Il resto è un discorso lungo.

    Il "movimento per la verità" è pieno di ottimi ricercatori, ma esistono anche tutta una serie di filoni per cui "tutto l'esoterismo è una fregatura" (dove si gonfia a mio parere le performance di cose come HAARP, bluebeam e simili... e con questo non voglio dire che queste cose non esistano o non siano pericolose, ma solo che l' informazione o disinformazione su di essi, se debitamente vincolata da infiltrati, rischia di debunkare a sua volta aspetti ben più importanti) o "tutto l'esoterismo è satanismo" (come sostengono certe fazioni filo-cristiane).
    Entrambe queste modalità di pensiero allontanano da una autentica ricerca interiore, e quindi sono funzionali ha chi detiene certe conoscenze e vuole tenersele per se (un po' come faceva la chiesa cattolica quando perseguitava qualunque forma di divinazione che avrebbe potuto mettere in contatto le persone con il divino senza passare dalla loro mediazione).
    Siccome tutti gli autori "complottisti" parlano sempre di "infiltrazioni nei truth seekers da parte dei servizi segreti" ma non si sbilanciano mai per dire chi, quando, dove e come, lo faccio io:
    -chi sostiene il materialismo spinto
    -chi sostiene l'individualismo spinto
    -chi sostiene un dogma religioso basato su colpa e peccato
    -chi sostiene che "loro" siano infallibili e che tutto dipende da loro
    -chi sostiene che esistono solo "loro" e da una visione del tutto nera del futuro e dell' universo
    a mio avviso sono tutte espressioni deviate, consapevolemente o inconsapevolmente, da enti (o entità) interessate.

    Ovvio poi che le sette esoteriche "nere" vadano considerate per quello che sono, ma la mentalità di chi si predispone come "buono" deve essere quella dell' inclusione e dell' accettazione, almeno a livello mentale, dell' altro (faccio notare l'etimologia della parola "Diavolo", che è "colui che divide"). Uno che si avvia sulla strada dell' amore "Ama il prossimo suo come se stesso" e anche "Ama i nemici tuoi", riconoscendogli la parte che giocano nel piano divino che comprende Bene e Male come parti inscindibili del tutto, da cui si deve imparare le rispettive lezioni per poi procedere nell' Amore e nell' Unità.
    Poi sul piano dell' azione ognuno deve interpretare il proprio ruolo, e quindi ci si scontra anche duramente, ma sempre con distacco e senza odio.
    La vita è niente più che un gioco in cui specchiarsi per riconoscersi meglio.


    Mi scuso se dal commento precedente non ho fatto presente che, come adesso, io sto solo esprimendo la mia opinione, e sono sembrato paternalista o saccente, non era mia intenzione.

    RispondiElimina
  6. andrea, riguardo il discorso della banconota resto della mia opinione, sebbene mi renda conto che la frase possa prestarsi a diverse interpretazioni.

    il principio dell'amare i nemici (ed il “male” in generale) personalmente lo intendo in maniera diversa. collocato nel concetto dell'abbracciare miserie e sofferenze, in quanto uniche veicolatrici di consapevolezza e crescita esoterica. "gli ultimi saranno i primi", “solo con la sofferenza si impara l’empatia” … ecc. di conseguenza questa esperienza terrena che tu giustamente definisci "gioco", in assenza del male non avrebbe motivo di esistere. proprio per questo sono scettico circa il fatto che potrà mai realizzarsi il cosiddetto "risveglio collettivo", senza che contemporaneamente questa realtà "svanisca". perchè un tale risveglio priverebbe l’esistenza terrena della sua unica ragione d’essere. teoricamente renderebbe tutti "buoni", “illuminati” ed in assenza dell'elemento opposto, il "bene", l’”illuminazione” ed il mondo stesso cesserebbero di avere motivo di esistere. Altro discorso è quello riguardante la prevalenza, specie nella società odierna, della componente “oscura” rispetto alla componente “luminosa.” E’ proprio alla riequilibratura delle forze in campo che si sono votati e tuttora si votano i guru e i grandi maestri spirituali, piuttosto che alla “vittoria” del bene contro il male. secondo me il risveglio, la consapevolezza (cioè il fine ultimo di questa esperienza terrena), proseguirà ad essere raggiunto da pochi alla volta, incarnazione dopo incarnazione, attraverso tutti i passaggi e le esperienze necessarie. ovviamente alla fine dei giochi tutti, nessuno escluso, raggiungeranno la meta; cambiano solo i tempi e le modalità.

    per il resto mi trovi daccordo su tutto. il tema della strumentalizzazione della controinformazione sta molto a cuore anche a me. però continuo a non condividere la tua opinione secondo cui il post su crowley sarebbe "disinformativo."

    disinformativo rispetto a cosa?

    l'intento del post non era quello di assimilare l'esoterismo al satanismo, per quanto è innegabile che il secondo sia una espressione deviata del primo. e comunque credo che "esoterismo" non sia che un termine per definire uno stato esistenziale che si verifica a prescindere dalla accezione che si vuol dare alla parola. il processo esoterico è innescato da qualcosa di più profondo di una semplice opinione o conoscenza, di conseguenza dovrebbe essere "impermeabile" alle trappole concettuali e terminologiche (tanto in voga di questi tempi).

    ti ringrazio per questo nuovo commento, e sinceramente non penso vi fosse bisogno che ti scusassi di qualcosa.

    RispondiElimina
  7. Su cosa sia il risveglio credo sia inutile esprimermi, in quanto, se siamo qua, è perchè questo ancora non è avvenuto, per quanto se ne stiamo parlando, significa che siamo sulla strada giusta, seppur all' inizio.
    Ci ritroveremo tutti "di là" e ci rideremo sopra, un giorno, sul fatto di quanto distorta per forza di cosa deve essere una definizione di una cosa talmente illimitata da essere per sua natura indefinibile con il nostro limitato linguaggio.
    Ci ritroveremo un giorno "di là" anche con "loro", e ci rideremo sopra, su quanto è stato utile per tutti questo giochetto tra bene e male per crescere insieme.

    Tutti, nessuno escluso, perchè come hai giustamente detto, chi prima e chi dopo, non si può non farcela.

    Sul post in questione, forse sono stato un po' sbrigativo, ma credo che chi arriverà a leggerlo adesso, compreso di questo scambio di opinioni, possa trarne un quadro più chiaro di quanto avrebbe potuto fare prima.

    Il fatto è che il tempo stringe, e sento sempre più la necessità di puntualizzare, per chi non l'avesse ancora percepito, l'esistenza della scintilla divina entro ognuno di noi (potenzialmente senza esclusione, se solo se ne prende atto), e l'inconsistenza della paura, non solo quella del diverso o dello sconosciuto, ma anche del nemico e del peggiore dei diavoli.

    Sono felice di constatare che questo sia un ottimo spazio di espressione, discussione e condivisione.

    RispondiElimina
  8. post pieno di pregiudizzi.
    non ho ancora trovato una buona definizione di cosa sia un Satanista, un termine con il quale viene pesantemente abusato.

    Il mio parere personale su Crowley?
    Un genio, una persona bellissima quanto controversa, il profeta dela nuova epoca.
    Ce ne fossero di altri come lui.

    RispondiElimina
  9. potresti argomentare, anonimo?
    sulla base di quali virtù lo definiresti una persona bellissima?

    non so se i brani riportati nell'articolo, tratti da saggi pubblicati e citati, tra cui una biografia, siano stati scritti da ricercatori poco preparati o in malafede. magari si tratta di un grande complotto ordito ai danni della memoria di crowley, e bada che lo dico senza ironia.

    tutto può essere, ma sulla base di quanto molte fonti raccontano di crowley, sinceramente non mi sembra sia stato una persona bellissima.

    secondo me la sua dottrina si sposa alla perfezione alla ignavia relativistica dei tempi contemporanei. una dottrina facile facile, e felicemente abbracciabile da chi è ancora distante dalla consapevolezza. quest'ultima secondo me non può che coincidere con i dettami diffusi da tutti i principali maestri spirituali di ogni epoca e nazionalità, e di conseguenza divergere dal materialismo egoistico delle dottrine sataniche e dionisiache.

    poi logicamente ognuno ha i suoi gusti e la propria scala di valori.

    RispondiElimina
  10. Benvenuti nel 21 secolo, risultato di anni di propaganda satanista subliminake .....

    RispondiElimina
  11. x anonimo: tanto per curiosità, anche charles manson era una bellissima persona?

    RispondiElimina
  12. Sono l'anonimo che è un fan di Crowley.

    1) Non è compito mio darti "prove" a favore di crowley, veramente non mi interessa affatto. al contrario è compito di chi scrive un articolo che leggono in migliaia di portare fatti e lasciare che chi legge in base ai fatti si faccia una opinione, altrimenti non si tratta di giornalismo ma di propaganda e a questo punto l'autore non è migliore dei "left gatekeeper" su i quali giustamente ci state illuminando in questo sito.
    Poi questa opinione veramente superficiale che condensa la vita di crowley semplicemente come "una ribellione contro la chiesa e il cristianesimo".
    Questo semplicemente significa che l'articolo è basato su opinioni di altri senza aver letto minimamente una sua opera.


    2) Per curiosita', perche dovrei paragonare un genio come corwley con charles manson? Ma davvero pensate che crowley èra un satanista? Sussiste ancora la mia richiesta di dare una definizione al satanismo, poiche mi sembra che sia una termine assai mal interpretato.

    3) mi reputo un ricercatore di verita senza pregiudizzi su di essa, la stessa mancanza di pregiudizio che mi ha permesso di leggere le opere di crowley indisturbato da "studiosi" che cercano di interpretare le sue opere al posto nostro.

    4) ognuno è libero di reputare il lavoro di crowley come malefico(ma su che base) oppure indiferente, oppure meraviglioso come lo reputo io, in fin dei conti per quanto ci sforziamo di essere oggettivi il soggettivismo ha la meglio.
    Ma almeno cercate di basare questo soggettivismo lecito su fatti e non su dicerie.

    5) non mi è sembrato molto normale che per aver espresso un'ammirazione per quest'uomo abbiate reagito come se fosse impossibile che una persona normale possa ammirarlo. Sono curioso di sapere che opinione vi siete fatti di me, un anonimo che ammira crowley. Vi assicuro che coloro che ammirano il grande maestro sono cosi pochi eppure cosi insospettabili.

    Non mi piace fare polemica o discutere inutilmente, se non siete dì'accordo con quello che ho detto, pazienza, non intendo continuare oltre. Almeno non siate preda della stessa propaganda che cercate di denunciare in questo sito molto informativo.

    Distinti saluti, un umile studente del maestro.

    RispondiElimina
  13. ciao anonimo

    quanto ti domandavo su che basi lo definissi una persona bellissima era per imparare qualcosa, non per fare polemica. mi spiace che non ti interessi condividere le tue opinioni sul personaggio.

    è vero. nel comporre l'articolo mi sono basato sulle ricerche di alcuni giornalisti e blogger (ricercatori che sono convinto abbiano dedicato molto tempo allo studio della figura di crowley).

    probabilmente è vero che delle due versioni ho posto in risalto quella che lo dipinge come satanista. lo è altrettanto però che non ho omesso di citare la corrente di pensiero che lo descrive come un grande esoterista e divulgatore (wikipedia fa parte di questa corrente).

    ad ogni modo faccio ammenda. dal tenore di alcune reazioni mi rendo conto di avere toccato un tasto delicato, senza usare la necessaria sensibilità.

    se ti interessa, potresti scrivere per il blog un guest post in cui condividi le tue opinioni sulla figura, le opere e la filosofia di crowley.

    sono sinceramente interessato, e sono convinto che ne uscirebbe un ottimo post che arricchirebbe il nostro blog.

    ciao

    RispondiElimina
  14. x anonimo: "ed io vi manderò come pecore in mezzo ai lupi." ecco, i satanisti sono i lupi. il satanismo è il loro modo di concepire la vita prevaricando, anteponendo se stessi a tutto e tutti e il materialismo, l'azione, alla spiritualità e alla meditazione, fomentando la guerra anzichè avversarla, comvivendo la vita come esperienza fine a se stessa, essendo sempre contro e mai a favore, usando le persone come strumenti per perseguire i loro scopi, influendo negativamente sulla vita del prossimo, confondendo ridicoli atti sessuali orgiastici (o solo fingendo di...) per riti solenni dedicati a entità che (secondo loro) gradirebbero la cosa. riguardo crowley il solo fatto che abbia girato mezzo mondo alla ricerca di risposte scalando montagne e iniziandosi ad ogni dottrina esoterica che gli sia capitata a tiro, consumisticamente, come in un supermarket della verità, senza mai soffermarsi su una dottrina, senza soffermarsi a guardarsi dentro, ma passando di dottrina in dottrina, già questo dimostra quanto poco avesse compreso della ricerca esoterica. tutto ciò senza citare la fine che fecero le persone di cui si circondò ed il soprannome con cui volle essere ricordato: la grande bestia. lo stesso particolare che wikipedia ne parli bene, comnoscendo wikipedia, non depone certo a suo favore...

    RispondiElimina
  15. Innanzitutto mi piacerebbe sapere la fonte da cui si sa che la madre di Crowley lo definiva "La bestia dell'Apocalisse". Mi pare un a enorme cazzata.
    Inoltre l'autore si premunisca e tolga la foto di un giovane Adolf Hitler spacciata come quella di Crowley.

    RispondiElimina
  16. salvatore floris,

    1 - è ora che tu e gli altri estimatori di crowley vi diate una bella calmata.

    2 - la definizione di cui parli è tratta dal saggio Hungry for Heaven, Rock and Roll and the Search for Redemption, di steve turner (1988), ma è riscontrabile in decine di altri articoli reperibili in rete, anche in lingua inglese

    3 crowley + satanismo su google restituisce 36.200 risultati (casualità?)

    4 helena blavatsky e decine di teosofi ed esoteristi parlano di crowley come di un satanista (anzi, ne parlano come di un mezzo idiota).

    5 - Cecila Gatto Trocchi afferma: “E' in fondo un sofisma non considerare Crowley un satanista solo perché, ateo come era, non credeva al Diavolo."

    6 - molti articoli da cui è tratto il post descrivono alcune "pratiche" di crowley come succhiare il sangue dal polso delle donne, o defecare ovunque più gli aggradasse, e cose così. nel post abbiamo preferito non accennare a tutte queste schifezze da idiota.

    7 - uno che non è mai arrivato a comprendere che le dottrine e le "costrizioni" contro cui si scagliava furono create dall'uomo, e non dal dio che supponendo di conoscere si impegnò a combattere, ebbè, non mi sembra uno molto illuminato

    8 - "Il fatto che Crowley non sia un satanista vero e proprio a causa del suo ateismo di fondo, non toglie che abbia esercitato una influenza enorme sul satanismo contemporaneo. Si può dire che senza Crowley, il satanismo novecentesco non esisterebbe, o almeno che non esisterebbe nella forma in cui si è manifestato"
    massimo introvigne (studioso del satanismo)

    9 - Nella prefazione al suo libro The World's Tragedy, una rivisitazione della vita di Gesù in chiave anticlericale che ironizza sulla verginità della Madonna, parlando dei cristiani, Crowley scrive: «è il loro Dio e la loro religione che odio e voglio distruggere» Cfr. A. Crowley, The World's Tragedy, Falcon Press, Phoenix 1985, pag. 31.

    10 - egli giunse a lodare il diavolo con queste parole: «Questo Serpente Satana non è nemico dell'uomo, ma è colui che trae dèi tra gli uomini della nostra razza, conoscendo il Bene e il Male. Egli ordinò: "Conosci te stesso"!, e insegnò l'iniziazione» La stessa ammirazione per il diavolo traspare anche da alcuni versi del suo Hymn to Lucifer («Inno a Lucifero»): «Con il corpo radioso come un rubino di sangue/ con nobile passione, Lucifero dall'anima di sole/ si erse colossale attraverso l'alba e giganteggiò/ sul perimetro imbecille dell'Eden./ Benedisse il non essere con ogni maledizione/ e diede sapore con la tristezza alla sciocca anima del senso,/ e spirò la vita nell'universo sterile,/ con l'Amore e la Conoscenza cacciò l'innocenza./ La Chiave della Gioia è la disubbidienza» . Cfr. A. Crowley, «Hymn to Lucifer», in The Equinox, vol. III, nº 10, marzo 1986, pag. 252. Crowley scrisse anche un Hymne à Satan in francese.

    bel cumulo di fesserie, no?

    la foto verrà rimossa.

    RispondiElimina
  17. ricordo a TUTTI che il forum dei tifosi è raggiungibile all'indirizzo gazzetta dello sport.it.

    da questo momento saranno pubblicati solo commenti costruttivi espressi con educazione, ed opinioni motivate, espresse con educazione.

    grazie

    RispondiElimina
  18. Quante sciocchezze. Chi scrive queste righe è un cristiano cattolico? Perchè se non lo è non ha senso definire Crowley satanista. Non c'è nessun satana nel pensiero thelemita.

    Se chi osserva è un fervente cattolico mi aspetterei un altrettanto corposo articolo su qualunque altro personaggio non cristiano: il diavolo lo possiamo vedere un po' ovunque. Perchè ciò avvenga è sufficiente volgere lo sguardo ad una religione qualsiasi.

    In questo momento un buddista, leggendoci, penserebbe che siamo tutti ignoranti (siamo in quello che lui chiama "samsara"). Vi sentite dei caproni ignoranti?

    Punti di vista, attraverso le lenti, non allineate, del telescopio umano.

    RispondiElimina
  19. massimo, qui cerchiamo di confrontare le nostre idee senza difendere a prori alcuna dottrina o ideologia. la mia idea è che ragionare per etichette di solito non rende più saggi.

    quindi nessun pregiudizio, se non quello della coscienza. rivendico il mio diritto di prendere ciò che di buono possono offrirmi SIA il cristianesimo che il pensiero di crowley. non è negando o selezionando le nozioni, ma sintetizzandole che vien fuori il meglio dell'intelletto umano

    saremo lieti di ospitare un tuo post (o di qualsiasi altro estimatore di crowley) che smentisca a suon di argomentazioni il contenuto di questo articolo.

    ciao

    RispondiElimina
  20. Ognuno ha il proprio modo di vedere le cose,per quello che mi riguarda,CROWLEY è stato un personaggio negativo,tutte le donne finite al manicomio,ci finivano dopo averlo conosciuto!A CEFALU'le incatenava agli scogli per giorni e giorni...Uno così è per mè un criminale!In più ho potuto leggere alcuni suoi scritti,molto " Pericolosi" nei contenuti e assolutamente malvagi nei conronti soprattutto dei "non iniziati".La BESTIA 666 non mi verrete a dire che è non di SATANICA derivazione vero???Davvero non era SATANISTA???Si può non essere Cristiani senza bisogno di sentirsi DIO (NERO e Triviale).Per chiudere leggersi chi o cos'è BABALON...vedrete che tanto positiva la DONNA SCARLATTA non è (LILITHU?).OSSEQUI.

    RispondiElimina

Se il post ti è piaciuto, non dimenticare di condividerlo e lasciare un commento.

N.B. Non saranno pubblicati commenti espressi con linguaggio offensivo o violento, e critiche non motivate / argomentate.

Leggendo le nostre DOMANDE FREQUENTI potrai crearti un'idea più precisa sul nostro approccio ai temi trattati nel blog.

GRAZIE per il contributo e la collaborazione

SISTEMA


MITI E LEGGENDE