9 marzo 2011

Due Video Dimostrano l'Esistenza delle Scie Chimiche

scie chimiche vista spazio
di C. Penna

Questo filmato mostra come le prove della esistenza delle scie chimiche si ottengano con un'osservazione continua del cielo, e con il raffronto storico con quanto avveniva 20 anni fa. Avete mai visto una scia nelle foto scattate con la pellicola 20 anni fa? NO! Eppure in 20 anni il traffico aereo è si e no raddoppiato. E il doppio di zero quant'è? ZERO!

E se oggi vediamo fino a 20 o 40 scie persistere nel cielo, dovrebbe essere normale scorgerne la metà (una o due decine!) nelle vecchie foto scattate con le pellicole 20 anni fa. 

E invece in quelle foto di scie non se ne vedono. Il motivo evidentemente è che le buone vecchie scie di condensa erano così rare ed effimere che scorgerle nel cielo non era un'esperienza abituale. Infatti in molte zone d'Italia c'era l'usanza di esprimere un desiderio quando si vedeva la scia di un aereo, così come avviene per le stelle cadenti. 


Due fenomeni effimeri, quelli delle autentiche scie di condensa e delle stelle cadenti, ed entrambi non molto frequenti: se così non fosse, 20 anni fa saremmo stati tutti autorizzati ad esprimere un desiderio come minimo ogni 20 minuti. Invece ormai che di scie se ne vedono in grande quantità quell'usanza è chiaramente caduta in disuso. Ma un fenomeno molto raro di cui raddoppia la frequenza resta sempre un fenomeno molto raro, segno che tutte quelle scie che sporcano i cieli non sono assolutamente dovute al fenomeno della condensa del vapore acqueo fuoriuscito dai motori, e che sono scie chimiche.

Si ringraziano i gestori del blog tedesco skywatchbretten per il video cui abbiamo aggiunto le didascalie.

Il secondo filmato mostra chiaramente la differenza tra i cieli "artificiali" con scie persistenti ed i cieli naturali senza scie, ma con le belle nuvole di un tempo. Nel breve spezzone audio si può ascoltare uno dei tanti negazionisti delle scie chimiche (G. Comoretto, membro del CICAP) che afferma durante un'intervista radiofonica, con grande disprezzo della realtà, che la frequenza dei voli aerei è regolare.


Tutto ciò a  dispetto di una situazione in cui si passa da 10 aerei il giorno prima giorno a 200 aerei il giorno dopo, oppure da 10 aerei durante le ore di luce solare ad un aereo ogni tre minuti dopo il tramonto.

Basta quindi osservare il cielo con costanza per capire che chi nega le scie chimiche cerca di distorcere la realtà per evitare che la gente si preoccupi di un fenomeno inquietante. E questa maniera disonesta di argomentare mostra per converso, a chi ha la pazienza di osservare ripetutamente e costantemente il cielo, la realtà del fenomeno delle scie chimiche, un inquinamento intenzionale dell'aria che respiriamo, dell'acqua che beviamo, e di conseguenza anche dei cibi che mangiamo.

Si ringrazia l'amico Rivoluzioniamo per il video cui abbiamo aggiunto didascalie e sonoro.

Articolo pubblicato sul sito La Scienza Marcia e la Menzogna Globale
Link diretto all'articolo:
http://scienzamarcia.blogspot.com/2011/02/due-brevi-video-per-mostrare-e.html

Post correlati: Cosa Sono le Scie Chimiche?
Post correlati: Tag Minacce
Post correlati: Tag Scie Chimiche

Scie Chimiche - DVD


Qualcuno ha deciso di usare il cielo per esperimenti segreti

22 commenti:

  1. Purtroppo, per noi, le scie chimiche erano presenti nel cielo anche vent'anni fa.
    Ho un depliant con foto scattate nel 1985 - 88, con stupendi paesaggi della Majella e scie chimiche.


    walter

    RispondiElimina
  2. "Eppure in 20 anni il traffico aereo è si e no raddoppiato."

    Cosa???

    Ma di che state parlando? C'è stato un incremento del 20% solo dal 2003 al 2006 e negli ultimi anni è si e no raddoppiato??? Ma piantatela di dire sciocchezze e se proprio volete parlare di scie chimiche almeno fatelo fare a qualcuno che prima di scrivere almeno controlli i quattro dati che cita.

    RispondiElimina
  3. @ anonimo ... mi spieghi il motivo di tanto astio? mi sembra che si stia tutti dalla stessa parte. e non mi pare che la tua distinzione sposti di molto il senso dell'articolo.

    RispondiElimina
  4. la fonte dei dati sul traffico aereo è il sito di assoeroporti, chiunque puo' fare una verifica su quel sito e verificare di persona che dal 2003 al 2006 c'è stato un incremento MINORE del 20%

    in effetti dal 2001 al 2008 in 7 anni l'aumento è stato del 23 per cento circa; estrapolando questo valore otteniamo circa un raddoppio in 20 anni

    per altro con la crisi degli ultimi tempi il volume del traffico aereo è persino diminuito

    RispondiElimina
  5. Assistito a scie chimiche di persona direttamente sopra i cieli di casa mia.Indubbiamente uno strumento per interagire con il clima , prima del passaggio di sti aerei cielo terso ( Mese di Luglio prima del tramonto ) dopo il passaggio le scie si sono disperse a rete ed hanno formato una cappa/coltre di nuvole strane come un telo nell'arco di 1 oretta e mezza.Un fenomeno indubbiamente innaturale e mai osservato nei 20 anni precedenti.Chi nega questi fatti perché questi sono "fatti" non opinioni come il debunker medio cerca di fare passare tutto il reale che non si deve sapere fa parte di 3 categorie : La piu' comune...Quello al soldo del tizio di turno,quello probabile...il cieco che non trova nemmeno le sue mutande o perché troppo impegnato a seguire il grande fratello...L'Idiota... il piu'diffuso... che nega l'evidenza perchè tutti dicono che queste sono cazzate e poi lo scienziato sbirulino dice che non é cosi' e lo saprà lui che é ricco famoso e va in TV e ha fatto 30 anni di studi si libri di sta cippa...

    RispondiElimina
  6. il link di assoeroporti

    http://www.assaeroporti.it/defy.asp

    chiunque puo' controllare di persona

    qui invece i dati sulla diminuzione di voli a causa della recente crisi

    http://scienzamarcia.altervista.org/contraddizioni.html

    RispondiElimina
  7. Chi vuole puo' saperne di piu':

    http://www.tankerenemy.com/

    Chi vuole nascondere il problema (per ignoranza o perche' magari prezzolato da NATO (NAzi TOday),puo' invece continuare a negarlo.

    RispondiElimina
  8. Le scie chimiche OVVIAMENTE esistono.
    La vera domanda in realtà è, perchè esistono?
    Ci sono tante, tantissime teorie.

    Dalle più vaghe e comuni:

    Le scie chimiche hanno lo scopo di modificare il clima a nostro piacimento e vantaggio.


    Alle più stravaganti che lasciano il dubbio:

    Le scie chimiche sono un progetto voluto dai potenti (di razza rettiliana) che comandano il mondo situatisi qui dall'inizio dei tempi. Non essendo compatibili con la composizione chimica della terra vivrebbero in zone segrete sorvegliandoci ed imponendoci la moneta come simbolo di schiavitù.
    Le scie non sarebbero altro che la modificazione del nostro ambiente a loro favore, tramite il rilascio di metalli sottili nell'atmosfera.

    Chi dice la verità?
    Sicuramente non si può dar torto a nessuna delle due teorie.


    Dal mio punto di vista il NON sapere ciò che QUALCUNO segretamente immette nell'aria che NOI respiriamo qualcosa di chimico è il chiaro quadro della nostra situazione di schiavitù.
    Noi CREDIAMO di avere il controllo su tutto, ma non è così.

    Meditate gente, Meditate.

    Icaruswayout

    RispondiElimina
  9. è la prima volta che commento su questo interessantissimo blog,ma l'argomento mi fà dimolto inc.....,posso capire i ragazzi di 20 anni che sono cresciuti con questo cielo,ma quelli più grandicelli che non notano qualcosa di strano nei cieli,vuol dire che sono persone che sono sempre vissute schiacciate dalla mediocrità,vissute sempre al chiuso senza mai aver guardato il cielo in vita sua!e ora chiacchierano perchè fà moda! non voglio dire che ci vogliono controllare che ci avvelenano che è colpa degli ufo, ma dire che è tutto normale è da idioti,punto!
    Qui fate un buon lavoro,grazie e scusate lo sfogo!

    RispondiElimina
  10. Premetto che trovo impossibile che le contestazioni sull' esistenza del fenomeno siano in buona fede. Nessuna di esse può esserlo.
    Lavoro all' aria aperta e basta un giorno di osservazione per capirle che il fenomeno esiste, è esteso, ed è voluto.

    Vero anche è però il fatto che mi rendo conto perfettamente che finchè il fenomeno non ti viene fatto notare, non te ne accorgi. Come si trattasse di una specie di ipnosi.
    Rotta la quale, però, il fenomeno è autoevidente, e non credo sia tempo di cercare prove definitive.
    I "negazionisti" possono essere bellamente ignorati.

    A questo punto resta da chiarire il motivo.
    Ci sono molte teorie.
    E forse per spiegare il fenomeno in modo completo servono davvero tutte (o quasi).

    Osservando le scie ci si accorge che ce ne sono di diversi tipi: ad Alessandria ho subito ad esempio il fenomeno della caduta di ragnatele, e in poco tempo ho capito la differenza tra gli aerei che lo provocavano e quelli che rilasciavano scie uguali a quelle usuali (ahimè) a casa mia, dove la caduta di ragnatele non l'ho mai vista.
    (PS: non mi si venga a dire che sono vere ragnatele, le ragnatele sono molto meno resistenti e molto meno bianche, e mai viste a così gran quantità aggomitolate).

    Detto questo quindi propendo a pensare che le cause per cui facciano questa cosa siano multiple.

    Cioè: probabilmente c'è una causa principale, e visto che già sono li, ne approfittano per tante altre.

    Test sul controllo climatico potrebbero farli... ma ormai dovrebbero essere già abbondantemente testati... non credo sia questa la causa principale, non spenderebbero (?) tutti questi soldi per testare una cosa ormai provata.
    Facilitare le comunicazioni radio? Ci sono già i satelliti.
    Schermi dove proiettare ologrammi? E perchè farli anche quando non si usano? Viceversa, quanti "avvistamenti" magari saltano per questi veli di copertura?
    Far ammalare la popolazione? E' sicuramente propedeutico allo status quo, e alle tasche delle multinazionali, però ci sono tanti altri mezzi più immeditati che bastano ed avanzano: dai cibi ai vaccini passando per la CocaCola e le sigarette. Questo è senz'altro un motivo aggiunto, ma non credo sia il principale.
    Modificazione del dna? Vedi sopra.
    Chippare l' umanità? Sviluppa un videogames con chip ed il gioco è fatto...

    Secondo me tutti gli elementi sopra esposti sono presenti nella spiegazione, ma l'elemento centrale non credo sia nessuno di questi.

    Avanzo la "mia personale" ipotesi:
    Stanno avvenendo dei mutamenti a livello planetario, che sono fuori dal controllo dei controllori, e non potendoli fermare, hanno deciso di occultarli il più possibile, levigandone gli effetti più estremi, fino a quando sarà troppo tardi per prepararsi.

    Siccome ho già letto qualcosa di simile e ricordo che qualcuno obiettò "si, bah, vien fuori ora che lo fanno per proteggerci".
    Non ho detto questo: dico solo che cercano di mantenere tutto il più possibile "nella norma" cosicché le masse non rompano le scatole con domande ed isterie di gruppo durante la loro preparazione (bunkers e affini) che vi assicuro, procede proprio sotto i nostri nasi.

    Il "fin di bene" sarebbe avvertire di una malattia affinché ci si possa curare (o prevenire), non spegnere i sintomi e far finta di nulla fino a che non sopraggiunge la morte.

    Questa è la mia personale ipotesi...

    RispondiElimina
  11. Desidero intervenire sulla questione scie chimiche per la stima che nutro nei confronti di questo sito, anche se devo esporre un'opinione che va controcorrente.

    Innanzitutto è necessario stabilire cosa si intende dire con il termine "scie chimiche". Che i gas di scarico degli arei siano composti da sostanze chimiche (dannose per la salute) non vi è il minimo dubbio, e nessuno intende negarlo. In tal senso tutte le scie di condensa rilasciate dagli aeromobili sono anche "scie chimiche" e con l'enorme volume di traffico aero attuale generano certamente un effetto macroscopico, in primis dal punto di vista visivo.
    Ma i sostenitori dell'ipotesi sciachimista, ritengono che durante l'attività di volo, tramite apparecchiature speciali, vengono rilasciate "con dolo" altre sostanze chimiche con lo scopo di irrorarne i cieli.

    Bene, qui si sollevano quattro ordini di domande: chi? cosa ? come? perchè?
    Fra tutti i ricercatori considerati finora non ho trovato nessuno che dia risposte soddisfacenti a queste domande, nè dal punto di vista teorico, nè dal punto di vista empirico (leggasi: presentazione di prove). Capisco che portare risposte comprovate alle domande chi? e perchè? è fuori dalla portata di un comune ricercatore, infatti prosperano le ipotesi più disparate. Il problema in fondo è dato dal fatto che, per un complotto così colossale, ci vogliono motivazioni enormi, e tanto più sono enormi tanto meno risultano convincenti. Ma in questo campo dobbiamo sempre considerare l'inaccesibilità di certe informazioni... quindi andiamo avanti.

    Credo che chiunque voglia sostenere l'ipotesi "dolosa" debba essere convincente almeno nel dare risposta alle domande cosa? e perchè?, ma, ahimè, non è così.
    Cosa: tramite analisi chimica potremmo scoprire cosa viene irrorato, ma non esiste una ricerca specifica che faccia ciò. Eppure i ricercatori sono tanti! Ci sono alcune ipotesi che per lo più si rifanno a web-letteratura pregressa senza base comprovata.
    Come: anche qui solo ipotesi sugli strumenti di irrorazione, fotografie taroccate (sic, putroppo anche questo!!) o liberamente interpretate, interviste di anonimi personaggi, e poco altro.

    Solitamente il sospetto sulla natura dolosa del fenomeno nasce in base all'osservazione visiva dei cieli, che appaiono sempre più frequentamente caratterizzati dalla presenza massiva di scie e copertura nuvolosa conseguente. Ciò è considerato innaturale, e viene portato come una prova. Ma questo non basta. Non basta dire: una volta non era così quindi c'è un'azione di complotto. Molti fattori sono coinvolti e devono essere considerati per valutare il fenomeno in modo da averne una visione completa e razionale, che non si limiti alle impressioni del senso comune.

    C'è qualcuno che ha provato, anzichè perdersi in chiacchere o polemiche, ad impegnarsi personalmente nella realizzazione di un progetto di ricerca volto a verificare se il fenomeno delle scie possa essere considerato naturale o meno:
    http://sciemilano.blogspot.com/
    I risultati sono sfavorevoli all'ipotesi sciachimista. Esiste qualche ricerca altrettanto seria che porta risultati differenti?

    Non mi si citi, per favore Tankerenemy, la cui credibilità è già da tempo irreparabilmente compromessa. Per chi volesse sapere il perchè: http://ipensieridelfioba.blogspot.com/2010/03/la-carta-didentita-di-rosario-marciano.html
    Purtroppo l'autore dell'articolo utilizza il tono antipatico tipico dei debunker, ma i fatti descritti restano tali.

    Quindi al momento la mia posizione sull'argomento è quella di una "stasi agnostica", ogni contributo in merito sarà ben accetto.

    Saluti.

    Esse

    RispondiElimina
  12. @ Esse ...

    mi limito a segnalarti che sia il notiziario nazionale ( http://www.youtube.com/watch?v=-Rv-6z3Je5Q ) che addirittura il sito web dell'enel ( http://www.youtube.com/watch?v=0esJPSkatQ0 ) hanno trattato l'argomento, sottolineando sia il chi, che il come, che il perchè (motivazioni ufficiali, s'intende).

    queste operazioni non credo possano avere luogo mediante la immissione nell'atmosfera di semplice ed innocuo vapore acqueo...

    riguardo la credibilità di marcianò, io personalmente non lo conosco, ma ho visto diversi suoi video, ho assistito alla campagna di boicottaggio di cui è stato fatto oggetto su youtube, e conosco alcuni blogger che collaborano con lui, dei quali nutro molta stima.

    a tutto ciò devo aggiungere la ormai totale sfiducia che nutro nel sistema, nella industria e negli apparati militari e para-militari.

    alla luce di tutto ciò sono più portato a considerare cialtrone chi dipinge quel quadro di marcianò (il tono di quell'articolo mi sembra un tantino più che 'antipatico'), che marcianò stesso ed il sito attraverso cui cerca di sensibilizzare l'opinione pubblica.

    prossimamente posteremo altro materiale riguardante le scie (tra cui un documentario molto ben realizzato).

    naturalmente poi ognuno è libero di pensarla come meglio crede. io credo ai miei occhi ed alle mie facoltà di concatenazione logico - deduttiva.

    e - dal momento che ci conosciamo ormai da un pò - credo anche alla tua buona fede, per quel che può valere.

    ciao

    RispondiElimina
  13. Allora, Anticorpi,
    constato con piacere che hai colto la mancanza di ogni intento polemico nel mio intervento precedente.

    Le segnalazioni che mi fai sono sacrosante, confermano l'esistenza di tecniche di modifica del tempo meteorologico. Ma si tratta di tecniche utilizzate e note da decenni, pensa che io ne ero a conoscenza ancor prima di sentir parlare di scie chimiche sul web. Sono certamente tecniche intrusive e violente nei confronti dell'ambiente naturale, e le sostanze chimiche che utilizzano sono altamente inquinanti.
    Ma non si tratta delle scie chimiche di cui stiamo parlando, quelle che sarebbero al centro di un complotto di scala mondiale volto a avvelenare/ammalare/soggiogare/schiavizzare/ecc.l'umanita. Mentre le irrorazioni per le modifiche meteo si basano sull'utilizzo di composti chimici noti, le scie chimiche, secondo le affermazioni dei ricercatori, sarebbero composte da alluminio, bario e non meglio precisati polimeri (tra cui i bacilli dell'oscuro morbo di morgellons), ma tutto questo non è supportato da prove effettive...

    Per quanto riguarda i toni della discussione tra Marcianò e gli oppositori, sono d'accordo con te che siano tutt'altro che rispettosi. Però se vedi i siti sulle scie chimiche ti accorgerai che la cosa è del tutto reciproca, purtroppo...
    Per questo tendo ormai a bypassare alcuni aspetti formali (fatto salvo il fatto che preferirò sempre prestare maggior attenzione a chi propone le proprie idee in modo costruttivo) e andare a ricercare le prove fattuali, ove possibile.
    Purtroppo, nel caso delle scie chimiche, non lo ho ancora trovate.

    A questa provvisoria conclusione sono giunto dopo aver svolto parecchia ricerca sul tema, avvalendomi delle mie facoltà di concatenazione logico-deduttiva, proprio come consigli tu.
    Rimane il fatto che rimango aperto alla ricezione di nuove prove, e disponibile a cambiare, ancora una volta, idea.

    Saluti.

    Esse

    RispondiElimina
  14. Mi soffermo solo su una frase di Esse:

    Il problema in fondo è dato dal fatto che, per un complotto così colossale, ci vogliono motivazioni enormi, e tanto più sono enormi tanto meno risultano convincenti.

    Il fatto che risultino "poco convincenti" è un discorso soggettivo.
    Per qualcuno può risultare "poco convincente" qualcosa che per altro può risultare "molto convincente" e viceversa.
    L'idea che motivazioni enormi risultino "poco convincenti" può essere spiegato dalla struttura mentale (del sistema di credenze) di chi formula questo giudizio: semplicemente non si vede una crisi così grande da spiegare tali misure.
    E se invece la crisi ci fosse?
    In tal caso tutto sarà comprovato a posteriori.

    Non a caso Schopenhauer diceva:
    La verità attraversa sempre tre fasi. Dapprima viene ridicolizzata. Poi violentemente contrastata. Infine accettata come una cosa ovvia.

    Nell' attesa che la crisi che spiegherà queste stolte "precauzioni" si riveli (qualcuno dall' altra parte del mondo può già ADESSO passare alla prossima fase: "e ora?") per quel che riguarda l'argomento suddetto, non servono troppe conferme: basta guardare il cielo.
    Le scie rimangono per ore ed ore, le ragnatele cadono a gomitoli (non nel mio comune per fortuna), non mi interessa convincere nessuno, nè sapere cosa ne dice questo o quel sito, io lo so, perché lo vedo.
    Nel mio comune i vertici di publiacqua sono sotto accusa per la presenza di bario nel bacino idrico... da dove viene? Non lo sa nessuno e spendono migliaia e migliaia di euro per cercare la falla mese dopo mese...
    Io un' idea ce l'ho... che faccio, spreco fiato nel dirglielo?



    Detto questo faccio l'appello nel non cadere vittime dell' allarmismo: se dici ad un pessimista che c'era del veleno in una bibita (perfettamente pulita) che ha appena bevuto quello sta a letto una settimana con terribili dolori; uno yogi si fa mordere da un cobra e non avverte nemmeno un pizzicorino.
    Riflettiamo su cosa significa.

    RispondiElimina
  15. @ esse:

    fatti un giro...qui trovi solo persone con una onestà intellettuale elevata. Le tue grottesche tecniche di debunking non attaccano. Guarda il cielo e chiediti cosa ci stanno facendo.


    walter

    P.S. - No flame debate!-

    RispondiElimina
  16. Non vi piace Tankerenemy?No problem esistono nel mondo ormai centinaia di siti dove ci si chiede perche' i NOSTRI DIPENDENTI come NA.TO. (NAzi TOday),entita' teoricamente al servizio del popolo,in realta' siano ormai diventati mostri che schiacciano la volonta' del popolo.
    Se volete cercate informazioni,senno' nascondete pure la testa sotto la sabbia e forse potrete pensare di stare vivendo meglio.

    http://cieliliberi.blogspot.com/

    RispondiElimina
  17. Bravo Walter,
    accendi un flame palese, e poi lo chiosi con un bel "no flame debate". Quanta coerenza da 0 a 10?

    Se hai ben letto i miei interventi vedrai che la spiegazione "guarda il cielo e giudica" non mi pare sufficiente. Motivando il perchè.

    E ho aggiunto che sono ben disposto a valutare idee a sostegno dell'ipotesi chimica. Ma non mi sembra che le tue tre righe contribuiscano molto alla causa.

    Saluti.

    Esse

    RispondiElimina
  18. ragazzi, per favore, tanto non se ne esce.

    RispondiElimina
  19. @Viator
    Sono l'autore del commento di prima ,consapevole del fatto che non mi pubblicherai mai il commento, ma il mio sfogo è dovuto al fatto che questi bastardi stanno facendo di tutto per evitare che la verita' venga fuori e il solo scopo per il quale lo fanno, oltre ai soldi, è per compiacere i loro padroni.
    E' questa forma di prostituzione mentale che urta il sistema nervoso di un normale essere umano come me e molti altri che si stanno battendo affinchè si sappia e si divulghi la verita' su questa lenta ma inesorabile forma di avvelenamento cui ci stanno sottoponendo i governi.
    Faccio appello anche alla tua consapevolezza di essere umano chiedentoti, se vorrai, di pubblicare altri articoli in modo che le voci si moltiplichino ed il problema cominci ad essere talmente dibattuto che i pezzi di merda come essse dovranno nascondersi nel buco piu' profondo della terra per evitare di essere scuoiati vivi, che sarebbe per me il piu' bel regalo del mondo.
    So che ragionando in questo modo mi metto al loro pari ne sono pienamente consapevole, ma sono stati proprio loro con le solite false argomentazioni, i continui boicottaggi nei confronti di persone che stimo a trasformarmi nella persona senza pieta' che sono adesso, se un giorno verra' un giuduizio superiore e dovessi patire la dannazione eterna lo affrontero', ma sapere che con me ci sono anche questi stronzi non ha prezzo.
    Grazie dell'attenzione

    Ghost

    RispondiElimina
  20. @ Ghost ...in effetti il tuo primo commento non apportava un gran contributo al thread, ed anche il secondo lo avrei espresso con più pacatezza. credo che sbraitare sia sempre controproducente per chi non abbia l'ambizione di emulare vittorio sgarbi.
    riguardo esse, non concordo con il tuo giudizio. capisco bene la tua frustrazione, ma non è con anatemi ed insulti che si risolvono i problemi. esse ha una opinione personale sul tema (che non condivido) e deve poterla esprimere in piena libertà.
    chi denuncia le scie dovrebbe continuare a farlo con fermezza e pacatezza, perché la protervia nuoce alla credibilità, ed i toni integralistici suscitano repulsione nella gente, anziché interesse.
    imo, naturalmente.
    ciao

    RispondiElimina
  21. @Viator
    Scusami, ma è proprio qui che ti sbagli, ESSSE non ha un opinione propria dettata da osservazioni o dati oggettivi , egli è un SERVO che fa il gioco di chi non vuole che si sappia è ben diversa la storia perchè negare l'evidenza in questo modo lo fa diventare COMPLICE di questa nefandezza.
    Hai ragione nell'affermare che è inutile sbraitare e diffamare, ma quando si nega una REALTA' e lo si fa mentendo sapendo di mentire cio' porta ad un sentimento di rabbia secondo me legittima.Facciamo un breve esempio: cosa faresti tu se ti dicessi che fra 10 metri c'è un burrone che, io e persone a cui voglio bene, potrei evitare, tu hai tutte le prove che questo burrone esiste e con te altre persone, ad un certo punto interviene un altro che ti dice :ma no ma quale burrone qui la strada prosegue bella dritta non c'è alcun pericolo!
    Dopo dieci metri io e i miei conoscenti ci cadiamo dentro sfracellandoci al suolo, che penseresti?Che quella persona aveva una sua idea o che è un bastardo omicida?
    Pensaci bene Viator, ammiro il tuo distacco, ma quando qualcosa di cosi' grosso viene taciuto è il momento di incazzarsi legittimamente perchè di soggetti come essse, dovresti saperlo, ce ne sono molti,tutti pagati dallo stesso ente.
    Arrivera' molto presto il tempo di prendere una decisione netta al riguardo di questa, ed altre problematiche, in quel momento dovremo essere compatti e fare muro proprio contro queste persone.
    Tanto ti dovevo per chiarire alla prossima.

    Ghost

    RispondiElimina
  22. @ ghost ... e i dipendenti delle banche centrali? gli spacciatori di dogmi sistemici scolastici e universitari? i giornalisti 'ripetitori'? gli stessi milioni di individui che alzando gli occhi al cielo non si accorgono di questa evidente anomalia (e di tante altre, in molti ambiti)? vogliamo scuoiarli vivi tutti? purtroppo è una questione di consapevolezza, il che equivale a dire che molta gente è come sonnambula, compresi gli scettici e i debunker (sinceri o prezzolati che siano, in ultima analisi fa ben poca differenza: è comunque una questione di consapevolezza). puoi condannare un sonnambulo per gli atti che commette dormendo?

    http://www.anticorpi.info/2010/11/complottisti-vs-debunker.html

    se incazzarsi servisse a qualcosa di concreto, avrei costantemente il sangue agli occhi...:) è controproducente, credimi. attira pochi individui GIA' informati e consapevoli del problema, e allontana quelli disinformati. è un modo per auto-ghettizzarsi.

    ciao, alla prossima

    RispondiElimina

Se il post ti è piaciuto, non dimenticare di condividerlo e lasciare un commento.

N.B. Non saranno pubblicati commenti espressi con linguaggio offensivo o violento, e critiche non motivate / argomentate.

Leggendo le nostre DOMANDE FREQUENTI potrai crearti un'idea più precisa sul nostro approccio ai temi trattati nel blog.

GRAZIE per il contributo e la collaborazione

SISTEMA


MITI E LEGGENDE