8 luglio 2011

Gli Yes Men

yes-menFrankpro per Anticorpi.info

Un giorno qualcuno te lo dirà in faccia, apertamente, che i tuoi idoli ed i tuoi leaders sono una bufala organizzata da qualcuno apposta per ridere di te. Come nel film Una poltrona per due, con Eddie Murphy, qualcuno ha preso un idiota matricolato e lo ha sostenuto e foraggiato a dovere affinché giungesse lì dove poi è spuntato come un fungo!


Come ad esempio un bel palco d'un comizio, una trasmissione tv oppure una comoda poltrona da amministratore delegato di una grande azienda statale.

“Facciamo una scommessa”, dice quello nel film: “prendiamo un uomo in mezzo alla strada e lo mettiamo al posto del nostro a gestire l'azienda: io scommetto che sarà bravissimo!”
“Ok” dice l'altro: "e io invece scommetto un dollaro che non ce la farà mai.”
“Scommessa accettata!” risponde dunque il primo, con un sorriso sicuro sulle labbra.

E il M.i.t. e gli altri istituti tecnologici cosa ci direbbero in proposito? Un uomo comune, con un basso q.i., può aspirare, se adeguatamente sostenuto, ad un posto di responsabilità dietro ai banchi parlamentari, o addirittura nelle fila di un governo?

A guardare certe facce e ascoltare alcune dichiarazioni politiche onnipresenti sui simpatici mass-media, e a rapportarle con il quotidiano andazzo, reale, degli effetti della politica del governo sul paese e/o il report delle leggi approvate e delle relative conseguenze potenziali - pare che qualcuno si diverta ad inserire dei perfetti, stupidissimi “yes men” , in molti ruoli chiave per avere la certezza che il mulo non si rivolti mai contro il padrone. E forse ottenere anche una riprova psico-sociologica di quanto detto.

Cioè il fatto che tu puoi prendere 70 chili per un metro e settantacinque di idiota matricolato, nel posto giusto - che so? - le retro-retrovie di un sedicente movimento politico semi-dimenticato da dio - puoi fornirgli le amicizie giuste, i finanziamenti necessari e gli ordini dall'alto, naturalmente, ed ecco che è fatta la frittata!

Ti serviva un nuovo trend in cui una specie di mentecatto con gli occhi da bue propugnasse la tua nuova riforma della televisione? Una sbandierata (apparente) liberalizzazione del mercato? Oppure ti serviva una “Super-Madonna” che ereditasse i geni artistici della nota pop-star, per affermare in qualche modo che transgender è bello e fa pure bene? Che tutti noi dovremmo provarlo una volta, prima di criticarlo?

Oppure ancora ti serviva qualcuno che non stesse troppo a sottilizzare sull'assunzione di responsabilità inerenti alla separazione in due tronconi di una grande azienda di stato in deficit cronico (per fare un favore alla tua clientela), per cui ti veniva bene mettere in un calderone tutto “il sano” e nell'altro il marcio: far crescere il sano fino a raggiungere un buon apprezzamento del suo titolo in borsa (mentre il marcio era già sparito dalle cronache) e affibbiarlo in seguito a qualche multinazionale filo-europeista (filo-niuuordorder?...)

Eccoti dunque l'uomo giusto! Sta proprio qui, sull'albo delle figurine dei n.i.p. (1) 

Per esempio questo ex “fiscalista del quartierino” può far proprio al caso tuo: sai, abbiamo scoperto nei meandri del suo cervello che vorrebbe tanto possedere una Porsche Carrera bianca in garage ... e finora non ci è mai riuscito, col suo solo lavoro.

“Stia tranquilla” - diceva quel commesso del supermercato alla signora che aveva appena acquistato un uomo in giacca e cravatta, forse bionico, appena preso da una mensola del negozio e sistemato nel carrello (2): "questo è garantito per due anni!”

Stia tranquillo, signor Rossi: il suo yes-man saprà gestire la crisi come qualcun altro gli ha perfettamente comandato e commissionato di fare al posto suo.

Non c'è di che preoccuparsi dunque: di yes-man idioti, ambiziosi (e mancanti di requisiti nella normale trafila socio-lavorativa odierna) è davvero stracolmo il Paese. Non c'è che pescare quello giusto, dargli una ripulita per l'occasione e metterlo dove conviene.

Non solo perchè costui, come detto, visto il basso q.i. non si sognerà mai di rivoltarsi contro la mano che lo nutre (è psicologia da baraccone questa, cioè una certezza), ma anche perché a noi elitari piace tanto giocare con la sociologia e la psicologia della gente: vedere un mentecatto con tanto potere, vederlo parlare in tv e sui giornali sapendo che siamo stati noi a mettercelo è una cosa che ci fa veramente spaccare!

Sennò, con cosa ci potremmo mai divertire insieme agli amici, il sabato sera?

Riferimenti:
1 - Non important person
2 - Si riferisce ad una scena del film “Strane Storie” di Ivano Baldoni del 1994

Post correlati: Schiavo e Più Schiavo (Politici Servi)
Post correlati: Ti Piace Vincere Facile? (Brogli Elettorali)
Post correlati: Elezioni: Chi Controlla i Controllori?
Post correlati: Continua il Mistero di Obama
Post correlati: A Chi Servono i Sondaggi di Opinione?
Post correlati: La Perfetta Imperfezione Sistemica (Sistema e Piaghe Sociali)
Post correlati: Vendere la Schiavitù

L'altra Faccia di Obama

Enrica Perucchietti
Da non perdere

Nessun commento:

Posta un commento

Se il post ti è piaciuto, non dimenticare di condividerlo e lasciare un commento.

N.B. Non saranno pubblicati commenti espressi con linguaggio offensivo o violento, e critiche non motivate / argomentate.

Leggendo le nostre DOMANDE FREQUENTI potrai crearti un'idea più precisa sul nostro approccio ai temi trattati nel blog.

GRAZIE per il contributo e la collaborazione

SISTEMA


MITI E LEGGENDE