15 novembre 2011

Mercurio e Amalgama Dentaria

tossicità
Anticorpi.info

E' una delle sostanze più pericolose con cui l'industria abbia contaminato l'ambiente (tra cui gli oceani e i pesci che finiscono sulle tavole di mezzo mondo). Anni fa fu severamente bandito dai termometri, ma il mercurio continua a trovarsi nei vaccini antinfluenzali, nelle lampadine a basso consumo e perfino nelle nostre bocche. 

Il documentario proposto di seguito, dal titolo Coraggio, Ditelo Fuori dai Denti. L'Assurdo Veleno, realizzato nel 2011 da Marco Malatesta in collaborazione con il chimico Lorenzo Acerra (che ringraziamo per la segnalazione) denuncia la pericolosità delle 'amalgame dentarie', pastelle a base di mercurio usate per le 'otturazioni dentarie.'

L'amalgama è:
"... una polvere costituita da: 52% di Mercurio e 48% da una lega a base di Argento (16%), Stagno (26%), Rame (5%) e Zinco (1%). Una dose moderna di amalgama contiene circa 440 mg di Mercurio e 400 mg di lega. Una otturazione con amalgama rilascia ogni giorno da 0.5 a 0.10 microgrammi di Mercurio per fenomeni di abrasione, corrosione (ad es. due o tre spazzolate quotidiane, meglio se con uno spazzolino dalla testina metallica - n.d.r.), disgregazione elettrolitica generati dai vari metalli in ambiente salino come nella cavità orale; anche i sali dei cibi, le acque gassate, gli acidi alimentari, ecc. accentuano la naturale disgregazione delle amalgame. I metalli rilasciati per il 50% si depositano nei tessuti cellulari inibendo processi enzimatici e metabolici del nostro corpo; l'altro 50% è eliminato attraverso le urine e le feci e va ad inquinare l'ambiente in cui viviamo, il terreno e quindi lo ritroviamo anche nella frutta, i cibi, le verdure, ecc. e nelle falde acquifere." (Fonte)
Le alternative a questo tipo di materiali esistono. In attesa che il mondo si allinei alle politiche di proibizione già attuate nel nord Europa, il consiglio è di informarsi, e per una eventuale rimozione rivolgersi a professionisti dotati delle competenze e degli strumenti appropriati. I vapori sprigionati durante la rimozione - infatti - se non adeguatamente neutralizzati possono creare problemi. In caso contrario, meglio tenersele.

Primum, Non Nocere, raccomandava Ippocrate. Concetto forse poco chiaro a quegli odontoiatri che imbottiscono di mercurio le bocche dei loro ignari pazienti, e alle istituzioni 'competenti' che glielo consentono.

Buona visione.


Canale YT Psicoperformance

Post correlati: Società Ammalata: Mercurio e Vaccini
Post correlati: Società Ammalata: Come Uscirne (Disintossicarsi)
Post correlati: 7 Modi Segreti con cui ci Stanno Avvelenando
Post correlati: 11 Cose che Deprimono il Sistema Immunitario
Post correlati: Fluoro, Bugie e Acqua Potabile
Post correlati: Chelazione Naturale (e molto altro) con il Coriandolo
Post correlati: Zeolite: Disintossicante, Chelante ed Antiossidante Naturale
Post correlati: Tag Salute

Denti Tossici 2

2 commenti:

  1. Tutto vero. Mi sono fatta togliere le amalgame "sbagliate" e nel giro di un anno mi sono passati un serie di problematiche sanitarie quali dolori ossei e muscolari.

    RispondiElimina
  2. @ daniela ... spero che adesso tu stia meglio.
    grazie della testimonianza

    RispondiElimina

Se il post ti è piaciuto, non dimenticare di condividerlo e lasciare un commento.

N.B. Non saranno pubblicati commenti espressi con linguaggio offensivo o violento, e critiche non motivate / argomentate.

Leggendo le nostre DOMANDE FREQUENTI potrai crearti un'idea più precisa sul nostro approccio ai temi trattati nel blog.

GRAZIE per il contributo e la collaborazione

SISTEMA


MITI E LEGGENDE