30 dicembre 2011

Rivelazione Imminente? - Wilcock - Fulford - pt.1

Intervista di David Wilcock a Benjamin Fulford
Traduzione di Anticorpi.info

Intro - Viator

Il documento che segue è la sintesi di una lunga intervista concessa da Benjamin Fulford - giornalista americano residente in Giappone, esperto di politica ed economia asiatica (v. post correlati) - a David Wilcock, anch'egli americano, psicologo, studioso, scrittore e conferenziere piuttosto noto nello ambiente della cultura alternativa.

Le numerose presunte rivelazioni in esso contenute possono lasciare di volta in volta scettici, sbalorditi, perplessi, fiduciosi, sospettosi, e inducono a chiedersi quanto di autentico possa esserci nelle parole di Fulford. Di sicuro con questa lunga intervista il giornalista americano mette in gioco gran parte della propria credibilità.

Bisogna ammettere che le conclusioni riguardanti le apparenti proporzioni di ciò che tutti noi - assistendo agli eventi dallo interno di una bolla di disinformazione estesa a tutti i paesi coinvolti - dal nostro limitato punto di osservazione percepiamo come una crisi globale, o un potere imbattibile, sono argomentazioni di un certo fascino, che suscitano qualche riflessione.

Tuttavia durante la lettura è consigliabile tenere a mente che in periodi di forte crisi, qualsiasi soluzione offerta da chiunque sia abbastanza bravo a presentarcela, tende a diventare nella nostra mente una idea geniale partorita da un santo. Purtroppo nella maggior parte dei casi non è così, e passata la sbornia i vizi spuntano fuori. E non è forse confortante sapere che da qualche parte starebbe lavorando una resistenza che ci salverà dal nostro destino senza bisogno che muoviamo un dito o cambiamo una virgola nelle nostre abitudini? Fino a prova contraria, sta solo a noi salvare noi stessi.

Già che ci sono vado a riportare qualcosa che avrebbe detto Mayer Amschel Rothschild nella presunta riunione programmatica per la 'conquista del mondo' tenuta nel 1793 a Francoforte: “Con la esecuzione dei criminali e dei fanatici, dopo che essi hanno portato a termine il nostro pianificato ‘regno del terrore’, noi appariremo come i salvatori degli oppressi ed i campioni dei lavoratori.”

Si provoca il problema e si offre la soluzione.Qualsiasi dietrologo potrebbe leggere nella intervista una anticipazione di un super show allestito per condurre il mondo da un punto A a un punto B + Legge Marziale. 
Mi auguro che i possibili cambiamenti dietro l'angolo si rivelino 'positivi' come prevede Fulfod. Tutto ciò nella attesa che nuovi elementi confermino o smentiscano anche parzialmente la sua versione dei fatti.

Alcuni Nuovi Eventi
La recente scomparsa del leader nordcoreano Kim Jong-Il, così come la campagna di diffamazione in atto contro Russia e Cina, e le brusche e imprevedibili 'inversioni di rotta' di noti esponenti della 'controinformazione mainstream' italiana, sono elementi che aderiscono alla versione di Fulford.

-----------

La intervista integrale in inglese è accessibile all'indirizzo in coda al post.

Buona lettura.

-------------

di D. Wilcock
Traduzione di Anticorpi.info

Il giorno 14 Settembre 2011 ho intervistato uno dei personaggi più interessanti e controversi esistenti sulla faccia della Terra. Gli eventi descritti in questa intervista hanno il potenziale di scuotere il mondo.

BENJAMIN FULFORD:
30 ANNI DI GIORNALISMO FINANZIARIO
Salve a tutti. Sono David Wilcock, e state per ascoltare una intervista esclusiva a Benjamin Fulford per l'audioblog Divine Cosmos. 

Fulford ha lavorato come editor per la edizione asiatica orientale della rivista Forbes. In molti hanno cercato di attaccare la sua credibilità circa gli argomenti che andremo a trattare, ma ogni affermazione è documentata. Ho controllato personalmente ogni riferimento. 

ATTACCHI NUCLEARI CONTRO BASI SOTTERRANEE
Di recente alcune fonti hanno informato Fulford che i terremoti avvenuti in Colorado e la zona di Washington DC nei giorni del 22 e 23 agosto scorsi sarebbero stati provocati da un attacco nucleare contro alcune installazioni militari sotterranee. Tali basi sarebbero state costruite dal governo degli Stati Uniti a partire dal 1960, al costo di miliardi di dollari pubblici.

Ho contattato Benjamin Fulford dopo avere letto alcuni incredibili post al riguardo sul suo blog, e avere richiesto conferme alle mie fonti personali, rapporti intrecciati e consolidati negli anni con personaggi gravitanti intorno a programmi classificati. Sono rimasto meravigliato quando chiedendo in giro ho scoperto che i personaggi di cui sopra - con una sola eccezione – hanno confermato tale accadimento.

MAI IMMAGINATO CHE POTESSE ACCADERE
Se non cogliete le implicazioni delle mie parole, è importante sottolineare una cosa. Questi signori non avrebbero mai immaginato che tali strutture sotterranee avrebbero potuto un giorno essere attaccate. 

Se confermato, quanto accaduto nell'agosto 2011 sarebbe un enorme cambiamento in questa guerra segreta. Qualcosa di importante quanto il bombardamento nucleare di Hiroshima e Nagasaki nella seconda guerra mondiale.

E in effetti potrebbe essere stato innescato dal funzionamento dello stesso Universo, in termini di karma verso coloro i quali sono rimasti vittime di tali attacchi.

CODICE ROSSO 
Come dicevo, sono rimasto stupito dalle conferme che ho ricevuto dalle mie fonti. So che la situazione è ormai considerata da ‘codice rosso’, quindi riservatissima per la maggior parte della gente impegnata in questi programmi ‘neri’.  Le mie stesse fonti non possiedono le credenziali necessarie  per avere accesso ad informazioni più approfondite, ad esempio sui motivi per cui tutto ciò sia accaduto, e su chi ne sia stato responsabile.

Dunque l'unica cosa che sappiamo al riguardo è che questi poteri ormai in declino - come mi piace definirli - stanno sondando in giro, anche in rete, per scoprire chi sappia cosa. Il che mi ha lasciato perplesso, in quanto le mie fonti non avevano idea che Fulford stesse operando una tale operazione di divulgazione sull’accaduto.

FINO A 60.000 MORTI, E NESSUNO DEI LORO E’ PIU’ AL SICURO
La mia intelligenza mi suggerisce che in ognuna di queste piccole città sotterranee potessero trovarsi ben 30.000 persone al momento delle esplosioni. Quindi stiamo parlando di un bilancio potenziale di circa 60.000 decessi.

Stiamo anche parlando del fatto che nessun altro funzionario di tali programmi neri - che operi in una di tali strutture - siano esse sotterranee o anche extraterrestri, ad esempio stazioni spaziali sulla Luna o altrove – possa ormai considerarsi al sicuro.

Non godono più di protezione. Non sono più al sicuro. Ed i loro superiori non li informano del rischio che corrono restando all’interno di tali strutture.

Insomma Ben, questa è la mia introduzione. 
Sentiamo da te ora. Sono molto interessato a ciò che hai da dirmi.

BRETTON WOODS INAUGURO’ LA NUOVA FASE
Benjamin Fulford: Ebbe luogo una battaglia molto ‘esoterica’ per il controllo della macchina deputata a stampare dollari per il sistema finanziario globale. Al termine della seconda guerra mondiale – con gli accordi di Bretton Woods del 1944 - Gran Bretagna, Francia e Stati Uniti si assicurarono la facoltà di controllo della valuta mondiale. Gli accordi prevedevano anche un Piano Marshall per lo sviluppo dell'Africa e dell'Asia oltre che dell'Europa. Successivamente rinnegarono l’accordo e si dettero a simulare una "guerra fredda" contro  l'Unione Sovietica - appositamente progettata per supportare le industrie militari.

77 PAESI NON ALLINEATI IMPOSTARONO FONDI UNIFICATI
A quel punto un gruppo di Paesi non allineati - 77 Paesi - unificarono le loro risorse, le loro ricchezze, per creare una seria di fondi collaterali globali. L’intento era quello di adoperare quel  denaro per avviare il piano Marshall per l'Asia e l'Africa.

KENNEDY SI ADOPERO’ PER CHIUDERE LA FED E LA GUERRA FREDDA
Nel frattempo il presidente Kennedy scoprì la esistenza di un gruppo di potere che stava cercando di fomentare in maniera molto drastica le frizioni tra Unione Sovietica e Stati Uniti affinché si annientassero reciprocamente. Il tutto sfociò nella crisi dei missili cubani.

Cercò di porre fine alla Federal Reserve accordandosi con i Paesi non allineati. L'accordo storico è noto come Hilton Green Memorial. Tutto ciò  è a disposizione di qualsiasi ricercatore serio di storia finanziaria. Il presidente Sukarno [indonesiano] agì in rappresentanza degli altri paesi. In base a tale accordo Kennedy ricevette dai paesi di cui sopra 140.000 tonnellate di oro. 

Kennedy approvò poi una legge con cui delegava al Congresso - non più alla Federal Reserve - di stampare dollari. L’intento di Kennedy era di porre fine alla guerra fredda per dedicarsi ad altre operazioni al fine di stimolare l’economia, tra cui l’esplorazione dello spazio – con il primo viaggio sulla Luna – ad il sostegno allo sviluppo dei paesi sottosviluppati.

KENNEDY FU ASSASSINATO. L’OROLOGIO SI FERMO’ NEL 1994
Kennedy emise moneta, ma fu assassinato. Come sapete, il programma spaziale pubblico fu cancellato nel 1970, una volta esauriti i finanziamenti. Il presidente Sukarno fu esautorato dal suo incarico.
L'accordo internazionale che delegò a Gran Bretagna, Francia e Stati Uniti la gestione del sistema finanziario mondiale scadde nel 1994. Da allora non vi fu più alcun accordo su quali paesi avessero dovuto ereditare quella funzione. Ciò produsse una scissione nei ranghi.

La Cina e gli altri paesi non allineati dettero inizio ad un’opera di pressione sugli oligarchi che avevano gestito le cose dal termine della Seconda Guerra Mondiale affinché il controllo del sistema finanziario fosse affidato a loro, ma gli oligarchi si guardarono bene dall’accettare.

Allora i paesi non allineati intentarono un causa presso la Corte Internazionale di giustizia dell'Aia affinché la Federal Reserve restituisse loro le 140.000 tonnellate d’oro incamerate dopo l’accordo stipulato con Kennedy. La Fed perse la causa e fu condannata a restituire l’oro entro il giorno 12 Settembre 2001.

Tuttavia l'11 settembre 2001 - come tutti sappiamo – fu dato inizio a questa enorme, falsa guerra globale al terrorismo. Tutto ciò faceva capo ad un tentativo [di controllare il pianeta] dei gruppi fascisti reduci dalla seconda guerra mondiale.

VOLEVANO UN FASCISMO GLOBALE E LO SPOPOLAMENTO DEL 90%
I nazisti ed i loro simpatizzanti fascisti negli Stati Uniti, Inghilterra e Italia, mediante gruppi interni alle forze armate, al Congresso e al Vaticano, stavano progettando di creare un governo mondiale fascista. Allo stesso tempo si erano messi in testa che al mondo vi fossero troppe persone. Troppe persone di colore, soprattutto, giudicate inferiori. Sicché l’intenzione era di ridurre la popolazione mondiale del 90 per cento.

DW: Tutto questo è documentato?

BF: Sì, è molto ben documentato. Fui invitato ad unirmi a questo gruppo da Heizo Takanaka, ex ministro delle Finanze giapponese. Sono in possesso di una registrazione audio che lo dimostra.

BOMBARDARE IL PIANETA E RIFUGIARSI NELLE BASI SOTTERRANEE
Il piano originale era quello di iniziare una guerra nucleare tra Iran e Israele per poi rifugirasi in queste basi sotterranee dopo avere scatenato un olocausto nucleare. La contingenza sarebbe stata successivamente sfruttata per istituire la legge marziale nei paesi del G7. Dopodiché prepararsi ad una guerra contro la Cina.

RUSSIA E CINA GUASTAFESTE
Il piano crollò quando la Russia negò la propria partecipazione e Putin riaffermò l'indipendenza della Russia. Tutto ciò li privò del controllo sulla industria del petrolio, mandando a monte l’intero progetto. Inoltre i cinesi smisero di comprare buoni del Tesoro statunitense per qualche tempo, allo scopo di mettere sotto pressione il  gruppo.

Fu così che decisero di cambiare strategia. Offrirono alla Cina la dittatura mondiale in collaborazione con il loro gruppo. Ecco perché pubblicamente si vide Obama in visita in Cina nel 2009 offrire ai cinesi un "G2."

FUORI GIOCO E A CORTO DI SOLDI
In ogni caso, questo gruppo che progettò e realizzò gli attentati dell’11 Settembre è sottoposto a una pressione sempre più elevata, ed è stato isolato ai livelli più alti. Insomma, oggi sono a corto di soldi, e sono stati tagliati fuori.

DW:  Ben, poco prima dell'11 Settembre accadde qualcosa che successivamente molta gente ha scordato. Donald Rumsfeld si presentò alla televisione nazionale e affermò che il Pentagono avesse ‘perso’ 2,3 mila miliardi di dollari nel decennio precedente. Tutto ciò aveva a che fare con questa cosa dell’oro?

BF: Oh, certamente. Quel denaro fu utilizzato per finanziare Blackwater - un esercito privato non controllato dal Pentagono. Il Pentagono non aveva alcuna intenzione di lasciarsi controllare da questa cabala. Così il gruppo cercò di fare ciò  che i nazisti fecero nella seconda guerra mondiale, creare cioè un corpo di elite delle SS che potesse soggiogare i corpi militari regolari. Tutti quei soldi finirono in quel progetto, secondo quanto affermano le mie fonti. In ogni caso, siamo stati contattati da contrabbandieri, trafficanti di droga ... 

DW: Potresti specificare cosa intendi con "noi"?

LA SOCIETA’ DEL DRAGONE BIANCO
BF: "Noi" siamo un gruppo impegnato a lottare per il rovesciamento di questa cabala. Il gruppo comprende alcuni membri della CIA, del Pentagono, di altre agenzie di intelligence, e vari altri gruppi, comprese le società segrete asiatiche. Usiamo il nome di Dragone Bianco. Ma esiste anche un altro gruppo che si fa chiamare I Cappelli Bianchi. Siamo accomunati dal medesimo obiettivo, cioè togliere il potere a questo gruppo di malati di mente.

PERCHE PROPRIO FULFORD?
DW: Alcune delle obiezioni più comuni che ho riscontrato in proposito su internet è: "Se questo gruppo è così vasto e potente, perché Benjamin Fulford è l'unico a parlarne?"

BF: Questa gente ama la riservatezza, ed io sono un portavoce. Se vai alla Casa Bianca troverai una sola voce deputata a parlare al pubblico. Funziona allo stesso modo. Preferiscono lavorare dietro le quinte. Avrai notato che abbiamo a che fare con un ambiente in cui si ricorre all’omicidio con la stessa leggerezza con cui noialtri usiamo i fazzolettini di carta.

DW: Certo.  

BF: Sono stato vittima di sei tentativi di omicidio. Recentemente uno dei miei colleghi, uomo della CIA, è stato avvelenato con ricino da questa gente. Un altro dei nostri membri in Svizzera ha dovuto munirsi di guardie private a protezione della sua abitazione, le quali hanno aperto il fuoco su qualcuno che la scorsa settimana stava cercando di attentare alla sua vita. Tempo fa hanno scoperto un mafioso di nome Vincenzo Mazzamaro che – munito di rivoltella e di un sofisticato dispositivo per scassinare serrature - stava cercando di introdursi nella sua abitazione. Un altro di noi la settimana scorsa è stato mancato di un paio di centimetri da un sacco di cemento piovuto dall’alto.

DW: Wow.

BF: Nel mio caso tutto ha avuto inizio quando mi esposi formulando pubblicamente una semplice domanda, durante il mio incarico presso Forbes. Il popolo giapponese - comprendendo sia il settore pubblico che privato - possiede circa ottomila miliardi di dollari di asset all'estero.

DW: Ottomila miliardi di dollari?

BF:  E’ un dato di dominio pubblico. Basta controllare sul sito del ministero delle finanze giapponese. 

Ebbene, secondo quanto calcolato nel rapporto sullo sviluppo effettuato dalle Nazioni Unite, ‘basterebbero’ 400 miliardi per arrestare la distruzione ambientale e 200 miliardi per porre fine alla povertà nel mondo.

A quel punto faccio due conti e dico: "Ehi, ragazzi, perché non mettete voi stessi  fine alla povertà e alla distruzione dell’ambiente. Sarebbe un gioco da ragazzi!

DW: 400 miliardi è tutto ciò che serve per porre fine alla distruzione ambientale? Come è possibile?

BF: E’ quanto dichiarato dal rapporto delle Nazioni Unite. Dovreste chiedere ai loro esperti come siano giunti a tali determinazioni.

ENTRATE GIAPPONESI DRENATE DAL DEBITO PER LA RICOSTRUZIONE
Nota di Wilcock: in altra sede Fulford ha dichiarato di avere appurato che una percentuale significativa delle entrate giapponesi siano destinate alla cabala del petrolio – per via di contratti capestro con alti tassi di interesse per la ricostruzione, stipulati dopo la seconda guerra mondiale. Tali contratti sono stati rinnovati attraverso corruzione, ricatti, minacce di morte ed omicidi dei funzionari governativi giapponesi che vi si opponessero.

BF: Un’altra cosa che salta all’occhio leggendo le statistiche è che il 90 per cento della economia mondiale è risucchiata fuori dal circuito dal complesso militare - industriale statunitense.

DW: Come puoi dimostralo?

BF: Sono stato giornalista finanziario per 25 anni. Questi dati sono tutti registrati e disponibili. Ad ogni modo c'è un sistema semplice per verificare. Basta confrontare il deficit estero degli Stati Uniti con il bilancio militare degli Stati Uniti. Troverete una costante e stupefacente corrispondenza nel corso degli anni. Tutto ciò avviene per la semplice ragione che i militari non producono beni commerciabili. Si tratta di una entità parassita della economia mondiale.

Insomma, dopo tutto ciò è stato emesso l’ordine di eliminarmi.
La polizia segreta sudcoreana ne ha subito informato i servizi segreti cinesi.

Il mio collega Paul Klebnikov, responsabile dell'ufficio di Mosca per la rivista Forbes – che stava indagando sugli stessi gruppi sui quali indago io - fu crivellato da nove colpi di pistola fuori dal suo appartamento in Mosca. Era ancora vivo quando l'ambulanza giunse a prelevarlo, un'ora dopo. Giunti in ospedale fu messo in un ascensore. L'ascensore tuttavia si arrestò per otto minuti, ed egli morì in ascensore. Paul stava indagando sul conto di Boris Berezovsky, uno dei magnati del petrolio. Io stavo indagando sul conto di Heizo Takenaka, che appartiene alla medesima cabala.

Ad ogni modo, la Corea del Sud avvertì i cinesi dell'ordine di uccidermi, il tutto a causa  della mia proposta pubblica affinché gli asiatici smettessero di spendere le loro risorse per questa grande macchina militare.

LA PROTEZIONE DELLE SOCIETA’ SEGRETE CINESI
A quel punto fui invitato a far parte di una società segreta cinese che mi offrì la sua protezione, e fu così che mi ritrovai sbalzato in questo mondo segreto del potere finanziario. Il gruppo che mi offrì protezione è lo stesso che si pone dietro le nazioni non allineate di cui sopra.

Esso è transnazionale. Se si pensa in termini di paesi, non si riuscirà mai a comprendere il loro modo di lavorare. Vi sono grandi gruppi in Cina, negli Stati Uniti ed in Europa che lavorano sia per loro che contro di loro. Gruppi segreti che travalicano i confini.

LA BATTAGLIA FINANZIARIA DELLA CINA PER LE ATTIVITA’ REALI 
In ogni caso, nel 2006 ebbe inizio una grande battaglia finanziaria. I cinesi decisero di utilizzare i loro dollari per fare qualcosa di diverso dall’acquistare buoni del tesoro. Cercarono di acquisire la compagnia petrolifera Unocal. Il Congresso americano approvò subito una legge che glielo vietò.

Allora presero i loro dollari e si spostarono in Africa, Sud America e ovunque potessero acquistare cose reali, come miniere e terreni agricoli, e non virtuali come incomprensibili prodotti derivati.

A quel punto l'altro gruppo cercò di creare ritorsioni innalzando vertiginosamente i prezzi del cibo e del petrolio. Ricordo che tale politica innescò rivolte in 33 paesi ridotti alla fame.

DW: Già.

BF: Fu un economista della Banca Mondiale che sottolineò i motivi per cui quelle popolazioni avevano iniziato a soffrire tanto la fame. Il fatto è che i gruppi di potere avevano iniziato a pagare i contadini per produrre olio [etanolo ricavato dal mais] piuttosto che generi alimentari. Il che pose fine alla manovra.

Poi ci fu un contrattacco. Gli asiatici informarono i leader della cabala che non avrebbero più accettato i dollari stampati negli Stati Uniti. Tutto ciò fu noto al mondo come la crisi Lehman.

È possibile verificare quanto dico attraverso i verbali pubblici. Se si analizzano le statistiche delle esportazioni giapponesi da ottobre o novembre 2008, dopo la crisi Lehman, si noterà qualcosa come un calo del 76 %  annuo di esportazioni di auto giapponesi negli Stati Uniti.

Tutto ciò accadde perché il popolo giapponese (e altri paesi asiatici) dissero di non essere più disposti ad accettare pezzi di carta in cambio di beni reali. ‘Beni reali per beni reali’, dissero.

Naturalmente, questo particolare fu tenuto nascosto al pubblico. Un altro modo di verificare quanto dico è analizzare il Baltic Dry Index. I prezzi delle spedizioni crollarono del 90 per cento subito dopo lo shock Lehman. Ciò perché le navi asiatiche iniziarono a rifiutarsi di andare negli Stati Uniti a pieno carico, per poi ritornare piene di nient’altro che pezzi di carta senza valore e ‘pagherò.’ 

LA STRAGE IN NORVEGIA E’ STATA UN TENTATIVO DI ESTORSIONE
Tornando agli attacchi alle basi sotterranee - come dicevo - questo gruppo si ritrova sempre più isolato, e a livelli sempre più elevati, così si trovano a corto di soldi. Per cui cercano di estorcere denaro proveniente da vari paesi. Hanno fatto strage del gruppo giovanile del partito di governo norvegese in un tentativo di estorcere 1.500 miliardi di dollari dal fondo di controllo petrolifero del governo norvegese. In parole povere dissero: ‘Ehi, se non ci consegnate i vostri soldi vi uccideremo.’

Ed hanno invaso la Libia per l'acquisizione dei giacimenti petroliferi, perché anche i libici avevano iniziato a rifiutarsi di dare il loro petrolio in cambio di pezzi di carta.

BOMBA IN GIAPPONE TRAMITE IL CONTRABBANDO DI MARIJUANA
Nel caso del Giappone, mi è stato riferito da fonti della polizia che si è tentato di introdurre in territorio nipponico una bomba nucleare mediante la loro ultima spedizione di droga (si riferisce alla CIA). Questa bomba faceva parte delle quattro armi nucleari rubate dal sottomarino russo Kursk prima che affondasse. Mi sembra fosse il 2000.

DW: Rubate da chi?

BF: Il gruppo Odessa. Il gruppo nazista che stava cercando di creare un governo mondiale.

DW: Okay. E come sarebbero riusciti ad arrivare al Kursk per tirare fuori queste armi nucleari?

BF: Non conosco i dettagli tecnici, ma hanno basi sottomarine in varie parti del mondo.

DW: Ma perché avrebbero avuto bisogno di prenderle dal Kursk se sono abbastanza potenti da fabbricarle autonomamente?

BF: I dispositivi nucleari governativi possono essere manovrati solo attenendosi a rigorosi protocolli di sicurezza. Non si può semplicemente prenderli e poi farli esplodere da qualche parte. Ci sono troppe persone coinvolte nella catena di comando. Ciò non toglie che abbiano provato a farlo. Ci sono stati casi in cui sono riusciti ad impedire che ciò avvenisse.

DW: Giusto. Come l'incidente di Minot Air Force Base.

BF: Sì, esattamente.

DW: Quella volta i soldati si ammutinarono per non commettere questa ‘Broken Arrow’ per dirla in codice militare. Gli insider di questo gruppo di potere nero cercarono di portare fuori da Minot un'arma nucleare. Molti di questi eroici soldati sacrificarono le loro vite per impedire che ciò avvenisse.

IL TERREMOTO DEL GIAPPONE
BF: In coincidenza del grande terremoto del Giappone una nave di perforazione giapponese (navi in grado di perforare dieci chilometri sul fondo del mare) conosciuta come la Maru Chikuyu, stava operando proprio nella zona dell’epicentro. Tutto ciò è riscontrabile leggendo un articolo di un giornale locale, datato 17 gennaio.

Insomma, hanno piazzato la bomba sul fondo marino. Anche in questo caso si è trattato di un tentativo di estorcere denaro - attraverso il terrore - ai giapponesi.

DW: Quindi hanno minacciato il Giappone di fare esplodere la bomba atomica se non avessero loro consegnato i soldi?

BF: No, i soldi sono stati richiesti dopo la catastrofe.

DW: Oh, wow.

BF: ‘Se non accettate, toccherà al Monte Fuji.

DW: Per chi non lo sappia, il monte Fujiyama si trova proprio a ridosso di Tokyo, che è il centro più popolato del Giappone.

BF: Già. Proprio così. Ed i governanti giapponesi si sono convinti. Il primo ministro giapponese [Naoto] Kan ha consegnato loro ¥ 2000000000000, cioè circa 20 miliardi di dollari. Una enorme tangente.

A quel punto sono iniziate ad emergere prove che il terremoto non fosse stato causato da un disastro naturale, ed in Giappone ha avuto inizio una grande battaglia contro questo potere nero.

DW: Alcune persone potrebbero dubitare che quello di Fukushima non sia stato un disastro naturale. Potresti brevemente spiegarci cosa ti dia questa certezza?

BF: Se si analizza il grafico sismico, si riscontra una improvvisa esplosione. Le modalità non sono coincise con quelle dei terremoti naturali, in cui prima della scossa si manifestano dei precisi segnali sismici. Si è trattato di un solo colpo enorme, che poi ha iniziato a dissolversi fino a sparire.
  
La stessa cosa è accaduta con le esplosioni nelle basi sotterranee. Se guardiamo una carta sismica dello evento, si riscontra l’apparizione improvvisa di una grande variazione, che va lentamente normalizzandosi. Non vi è traccia degli accumuli riscontrabili in un terremoto naturale. 

Le linee nere nella seguente illustrazione raffigurano un terremoto normale. Quelle verdi, un terremoto artificiale.


Altro indizio che non si sia trattato di un evento imprevedibile e naturale, il fatto che le azioni di una società denominata Higashi Nippon House – che costruisce case a buon mercato nel nord-est del Giappone – siano improvvisamente schizzate circa un mese prima del disastro. 

Teniamo presente che un problema del Giappone odierno è lo invecchiamento e la contrazione della popolazione. Non aveva alcun senso che il prezzo delle azioni di una società di abitazioni a buon mercato schizzasse verso l’alto senza che esistesse la consapevolezza che bollisse qualcosa in pentola.

IL RUOLO DI ISRAELE
Ed ancora, è provato che in qualità di responsabile della sicurezza presso l'impianto nucleare giapponese vi fosse una società israeliana.

DW: Oh mio Dio!

BF: Si tratta di un dato che ho potuto confermare attraverso diverse fonti. Si tratta di informazioni pubblicamente disponibili.

DW: A questo punto devo chiederti se ritieni che Israele sia legato a questa cabala.

BF: Non Israele, ma una cricca al vertice del governo israeliano. La maggior parte degli israeliani sono solo zucconi, o vittime di queste persone.

LA CABALA INTENDE SACRIFICARE IL POPOLO ISRAELIANO
Il cugino dello Scià dell'Iran - tra gli altri – ci ha rivelato che George Bush e il suo gruppo hanno consegnato dodici bombe al neutrone al governo iraniano. Missili contenenti bombe al neutrone.

Nota di DW: Altrove Fulford ha affermato che questi missili erano destinati ad essere usati contro Israele. La cabala sperava così di scatenare la Terza Guerra Mondiale, mediante cui spopolare il pianeta e garantire loro un maggiore controllo militare sul popolo. Le bombe al neutrone uccidono la gente, ma lasciano intatti gli edifici.

DW: Beh, questo non è solo tradimento. Sembra pazzesco.

BF: Già.

Gli iraniani tuttavia hanno rifiutato l’offerta. Hanno portato i missili sul confine iracheno e hanno chiesto al presidente Obama di riprenderseli. Ma Obama ha appena rifiutato di collaborare.

DW: Wow.

Nota di DW: In altra sede Fulford ha asserito che i ‘Cappelli Bianchi’ del Pentagono intendono ripristinare il governo costituzionale negli Stati Uniti dopo avere rovesciato la cabala, e che una volta compiuta l’operazione  la intenzione sarebbe quella di mantenere l’attuale presidente in carica. Personalmente sono a favore di questa decisione e ritengo che sia la mossa migliore da fare per mantenere l’ordine pubblico fintanto che il terremoto sociale e politico non sarà passato. Sarei cauto nel biasimare Obama per questa decisione di non rimuovere le presunte armi nucleari restituite dall’Iran senza prima ottenere ulteriori informazioni. Il presidente è l’uomo di paglia deputato a distogliere l'attenzione dai cospiratori dietro le quinte. Il suo vero potere è limitato. Anche se avesse voluto recuperare le armi, potrebbe non avere avuto altra scelta].

GLI ISRAELIANI INORRIDIREBBERO SE SAPESSERO LA VERITA’
BF: Ci siamo? In altre parole, avevano intenzione di offrire il popolo di Israele come vittima di una sorta di sacrificio rituale. Gli israeliani sono vittime. Molti di loro sono stati tratti in inganno con discorsi circa questa presunta superiorità ebraica, il che è in effetti lo stesso discorso che un tempo si faceva sulla superiorità ariana. 

Sono zucconi. Gli israeliani non hanno idea di cosa stia succedendo, e sapendolo ne resterebbero sconvolti. Si tratta di una cabala che è soprattutto questo.

DW: E non ha alcuna affiliazione religiosa.

BF: Sono associati con la Abrahamistica (Ebraismo/Cristianesimo/Islam). Mettiamola così.

RELIGIONE E FASCISMO
L'etimologia della parola "religione" è religare in latino, che significa affastellare, rilegare.
E quale è il risultato di un affastellamento? Un Fascio. Che cos'è un fascio? E’ un affastellamento di legna, ma è anche il simbolo del fascismo.

Nella sua espressione peggiore, il monoteismo – così come praticato nel Medioevo, per esempio – funse da strumento per il controllo mentale collettivo. Ricorda che nel Medioevo se manifestavi scetticismo nella dottrina cattolica ufficiale, tu e la tua famiglia rischiavate di essere uccisi o torturati.

DW: Giusto. Era l'Inquisizione.

SI SONO PERFEZIONATI, MA STANNO PERDENDO LA BATTAGLIA
BF: Beh, sì. Ebbene, ai giorni nostri sono diventati molto più sofisticati. Cinque società in tutto controllano i principali mass media in lingua inglese, quindi TV, giornali, radio, e studios di Hollywood. L’intento è quello di ottenere una omologazione intellettuale di massa. Tuttavia stanno fallendo l’obiettivo.

La storia dell’11 Settembre era così piena di buchi e incongruenze che tutto ciò ha provocato il risveglio di una buona parte della gente precedentemente ipnotizzata, compreso il sottoscritto, in quanto anche io ero un cittadino completamente plagiato.

IL PENTAGONO HA FATTO SALTARE LE BASI PER IMPEDIRE IL GENOCIDIO
BF: In ogni caso, ciò che è successo ultimamente è che un gruppo all'interno del Pentagono e dei servizi segreti era del tutto ostile al loro piano folle di genocidio. Così ha fatto saltare in aria le basi sotterranee che le élite avevano intenzione di usare per proteggersi dall’olocausto nucleare che esse stesse avevano intenzione di provocare.

DW: Okay. Su questo tema torneremo in seguito, in quanto è il punto centrale del discorso. Prima però vorrei porti una domanda.

PERCHÉ LA CABALA AVREBBE BISOGNO DI RUBARE SOLDI?

Continua nella Seconda Parte - LINK

Sintesi di un articolo in lingua inglese, pubblicato sul sito Divine Cosmos
Link diretto:
http://divinecosmos.com/start-here/davids-blog/975-undergroundbases

Traduzione a cura di Anticorpi.info

Post correlati: Apocalisse Imminente? - Wilcock - Fulford - pt.2
Post correlati: Il Nuovo Secolo Americano
Post correlati: Benjamin Fulford su HAARP

3 COMMENTI:

Giuseppe ha detto...

Vi ringrazio per questo articolo il cui contenuto spero venga approfondito da moltissime persone per cercare di uscire man mano dal letergo creato dai mass media via tantissimi mezzi. Da poco ho visionato il documentario Inside Job e il film TOO BIG TO FAIL che evidenziano come la CRISI finanziaria del 2008 sia stata voluta e come i Veri responsabili non sono stati né puniti ne indotti a restituire i soldi guadagnati a detrimento della vita di tantissime persone che ora si ritrovano senza dimora, lavoro ed i beni di prima necessità. Sono convinto che la Società possa cambiare man mano che le persone iniziano a riflettere approfondendo le proprie conoscenze attingendo a diverse fonti giungendo alle proprie conclusioni. Cosi facendo si potrebbe sperare in un mondo migliore dove venga evidenziata la collaborazione tra i popoli e non la competizione cosi come la Condivisione invece che lo sfruttamento del pianeta. Giuseppe Zezza

Zret ha detto...

Si ha l'impressione che Fulford mescoli delle verità ad alcune mistificazioni. A mio avviso, i dissidi all'interno delle élites sono fittizi o circoscritti, poiché tutti i potentati condividono il medesimo obiettivo, costruire il Novus ordo.

Ciao

Anonimo ha detto...

Ottimo!

Posta un commento