31 gennaio 2012

Oh Cielo, gli Dei erano Cosmonauti! - M. Biglino

dei alieni
Viator
Anticorpi.info

Chi credeva che dopo la scomparsa del professor Sitchin sarebbero decadute le ipotesi circa una civiltà non terrestre che avrebbe influenzato l'evoluzione umana, dovrà ricredersi. Oltre a essere stata divulgata nel main-stream con una nota serie di documentari monografici, l'eredità dottrinale di Sitchin è stata raccolta da nuovi ricercatori, tra i quali Mauro Biglino.

Sul sito di Mauro Biglino si legge che:
"Mauro Biglino (...) è stato traduttore di ebraico antico per le Edizioni San Paolo, collaborazione che si è conclusa con l'inizio della carriera da scrittore in cui porta alla luce le sorprendenti scoperte fatte in 30 anni di analisi dei cosiddetti testi sacri che da sempre sono state omesse. Da 10 anni si occupa inoltre di Massoneria in quanto riconosciuta organizzazione iniziatica e simbolica che ha avuto notevole influenza nella storia dell’occidente."
Per la cronaca, diverse fonti hanno collocato Biglino nella massoneria; l'interessato ha smentito in modo non del tutto convincente.

Dice Biglino:
"... non avendo verità preconfezionate da distribuire ho scelto di presentare i contenuti nel modo più onesto e coerente possibile: ho riportato i versetti in ebraico e la traduzione letterale per consentire a chiunque di controllare ciò che scrivo. Ogni mia affermazione è quindi suffragata dal testo originale e penso che questo sia l’elemento che maggiormente caratterizza questo libro soprattutto nelle sue parti più sorprendenti e sconcertanti."
La rilettura (letterale e post-moderna) che Biglino fa dei più antichi testi biblici ci restituisce l'idea di una strana antichità, prodigiosa e oscura. Una antichità in cui l'umanità, alle prese con un processo di civilizzazione che nella sua forma spontanea avrebbe impiegato milioni di anni per conseguire gli attuali 'fasti', fu colonizzata da visitatori non umani, provenienti dal cielo (Elhoim), che avrebbero agito al fine di catalizzare il processo di civilizzazione umana, portando una parte della nostra specie ad un autentico 'sprint evolutivo.'

Da ciò si dedurrebbe che l'attuale grado di civilizzazione umana, in assenza di una simile 'spinta propulsiva', non si sarebbe discostato da quello di una etnia mai entrata in contatto con la cosiddetta 'civilizzazione' (ad esempio le sperdute tribù amazzoniche, ancora ferme all'età della pietra).

I 'coloni' alieni - secondo Mauro Biglino - erano creature tutt'altro che pacifiche e benevole - e sfruttarono la loro abnorme superiorità culturale e tecnologica per abusare degli uomini primitivi lasciandosi venerare come dei e vessandoli con una lunga serie di imposizioni più o meno crudeli (alcune delle quali descritte nel Vecchio Testamento sotto forma dei 'sacrifici umani' pretesi da Dio).

A tal riguardo Biglino asserisce che:
 "... c’è una risposta che possiamo attingere dalla religione, quando ci dice che siamo stati creati per amare e servire Dio. Profondo concetto di verità. Nel senso che questi esseri ci hanno formati perché lavorassimo al posto loro. Era un servizio estremamente concreto, molto più di quanto non si pensi."
Tra le chiavi di lettura più interessanti proposte da Biglino vi è quella circa il mito biblico della creazione. Adamo ed Eva non sarebbero stati i progenitori dell'intero genere umano, ma di una specifica stirpe, creata miscelando il dna alieno con quello umano. 
Teatro degli eventi sarebbe stato un territorio controllato dai 'coloni' alieni (secondo Sitchin e altri si sarebbe trattato della antica Mesopotamia, attuale Iraq) luogo passato al mito con il nome di Eden.

Insomma, Adamo ed Eva sarebbero stati creati in una sorta di 'parco protetto' su un pianeta già brulicante di villaggi e piccole città prettamente 'umane', e la loro progenie - alla quale fanno riferimento i testi sacri - non sarebbe affatto la intera umanità, ma una piccola parte di essa.

Dettaglio che potrebbe motivare la presunta 'superiorità' rivendicata da parte del popolo talmudico, il presunto 'sangue blu' rivendicato dalle aristocrazie, e contribuire a far luce su alcuni passaggi biblici relativi alle fasi successive alla creazione dell'uomo - finora recepiti sotto forma di allegorie in quanto incompatibili con il 'dogma' di una umanità discesa ex nihilo da una unica coppia di 'esemplari.'

Ancora Biglino:
"Nell’Antico Testamento possiamo leggere la vera storia della umanità delle origini, scritta con gli strumenti logici e linguistici dell’epoca. E se si avesse la voglia e l’umiltà di cercare in questa direzione, si troverebbero molte più prove di quante già non ne emergano. Invece, quando si leggono brani della Bibbia che rappresentano qualcosa di incredibile, li si ritiene a priori non veri, perché si pensa: E’ impossibile che lo autore volesse esprimere  proprio quel concetto. E invece no: se lo ha scritto, voleva dire esattamente così..."
Quello che segue è il filmato di una conferenza tenuta da Biglino nel Dicembre 2011, in quel di Parma. E' un documento ricco di spunti. I primi passaggi dedicati all'analisi linguistica potrebbero scoraggiare lo spettatore, mentre il resto scorre piacevolmente.

Buona visione.


Canale YT Galileo Parma

Post correlati: Il Libro di Enoch
Post correlati: Due o Tre Cose che non Sappiamo della Bibbia
Post correlati: Z. Sitchin - Nibiru e gli Anunnaki
Post correlati: Hidden Hand: Una Finestra di Opportunità
Post correlati: Talmud - Il più Controverso dei Testi Sacri
Post correlati: Anunnaki: la Genesi della Nostra Specie?
Post correlati: Gli Anakiti (Gli Antichi Giganti)
Post correlati: Siamo una Squadra Fortissimi
Post correlati: Giganti: Mito o Verità?
Post correlati: Due o Tre Cose che Non Sappiamo della Bibbia
Post correlati: Schiavi degli Dei - B. Russo
Post correlati: Miti e Leggende della Creazione - Ibridazione Progressiva?
Post correlati: Diluvio Universale - Civiltà Prediluviane
Post correlati: Tag Ipotesi
Post correlati: Tag Archeologia

9 commenti:

  1. Ciao Viator
    avevo già visto il video e stavo pensando se farne un articolo. Penso di si, riportando i suoi libri.
    Trovo quello che dice in linea con il mio pensiero e la truffa fatta all'umanità è tempo che esca allo scoperto.
    Buona serata

    RispondiElimina
  2. @ i am ... interessante la rilettura del mito della 'creazione.' riesaminati sotto questa luce alcuni eventi e fenomeni culturali del passato e del presene sembrano più chiari. ciao

    RispondiElimina
  3. documento interessantissimo, in particolare e' interessante notare le molteplici analogie con I grandi Antichi di Lovecraft, so che avete già pubblicato al riguardo e credo che si dovrebbe approfondire su come la visione Lovecraftiana si intrecci perfettamente con quanto detto da Biglino. Complimenti per il grande lavoro che state facendo e per la grande onestà intellettuale che dimostrate; in un periodo di squallore mediatico e sociale come questo sapere che qualcuno si adopera per andare oltre il mare di mediocrità in cui siamo immersi fa sperare che qualcosa stia cambiando. continuate cosi' " Nel tempo dell' inganno dire la verità e' un atto rivoluzionario"
    mkl

    RispondiElimina
  4. Vorrei Quotare l'anonimo che mi precede!
    Veramente un ottimo lavoro di divulgazione di qualità!

    Graziee

    RispondiElimina
  5. @ mkl ... in effetti i miti lovecraftiani sembrano richiamare la versione di biglino e di altri studiosi alternativi dei testi sacri.

    grazie di cuore, amici, degli apprezzamenti sul blog. ci spronano a proseguire con entusiasmo.

    a presto

    RispondiElimina
  6. Nonostante alcuni spunti siano davvero interessanti e validi mi duole constatare la scarsa serietà professionale del signor Biglino che commette una serie di grossolani errori di traduzione e traslitterazione. Tali errori, per qualcuno che si definisce decennale traduttore delle edizioni San Paolo, non possono essere considerati sviste ma vere e proprie frodi volte a piegare i risultati di una ricerca ai fini delle proprie tesi pregresse. Mi riferisco ad esempio all'analisi che fa della parola ebraica RUaH. Il termine vuole effettivamente indicare il vento, lo spirito, il movimento via aria; eppure quando effettua una traslitterazione in sumerico piega trasforma volutamente la "aH" in "A" stravolgendone il senso pur di disegnare due onde sotto il pittogramma "RU".
    Avrei voluto sottoporre queste mie considerazioni direttamente all'autore ma sfortunatamente il video su Youtube non accetta commenti, non è che Biglino per caso teme un confronto con altri studiosi?

    RispondiElimina
  7. @ giorgioguido ... Non so se tema il confronto con altri studiosi. Se credi puoi provare a contattarlo direttamente sul suo sito: http://www.bibbia-alieni.it/

    ciao

    RispondiElimina
  8. @Viator
    Esageravo polemicamente quando immaginavo potesse temere un confronto :)
    Lo contatterò personalmente per chiarire ogni dubbio e questione.
    Grazie e buona serata.

    RispondiElimina
  9. Ciao, interessante il commento di GM, sarebbe da approfondire con MB.
    Il lavoro di MB é comunque assolutamente encomiabile, apre delle prospettive interessantissime per le nostre ricerche.

    Un passaggio importante: gli elohim creano un gruppo umano e non l´uomo, una umanitá esisteva giá, e forse anche sufficentemente elaborata, in altre parti del globo! Ma queste sono solo immagini ...un saluto e grazie per il bell´articolo.

    Guglielmo Faranda

    RispondiElimina

Se il post ti è piaciuto, non dimenticare di condividerlo e lasciare un commento.

N.B. Non saranno pubblicati commenti espressi con linguaggio offensivo o violento, e critiche non motivate / argomentate.

Leggendo le nostre DOMANDE FREQUENTI potrai crearti un'idea più precisa sul nostro approccio ai temi trattati nel blog.

GRAZIE per il contributo e la collaborazione

SISTEMA


MITI E LEGGENDE