1 marzo 2012

Arriva il Kill Switch per PC Windows 8

kill switch
di J. Robertson
Traduzione di Anticorpi.info

Tempo fa lo sviluppatore di software Janne Kytömäki navigando nel Market di Android ha notato qualcosa di strano: decine di note app risultavano realizzate da sviluppatori diversi da quelli veri. E' stato un po' come se il nome di Stephen King fosse di colpo scomparso dalle copertine di tutti i suoi libri, sostituito da nomi ignoti. Kytömäki ha intuito che dovesse trattarsi dell'opera di un malware a rapida diffusione, e ha subito denunciato le sue scoperte.

Google ha subito assunto le contromisure. Gli è bastato azionare il kill switch (interruttore di spegnimento - n.d.t.), per raggiungere in un istante più di 250.000 smartphone Android infetti e rimuovere da remoto il codice dannoso. "E' stata una cosa quasi irreale", dice Kytömäki, che produce alcune app di simulazione di dadi. 

Il Kill switch costituisce ormai uno standard della maggior parte degli smartphone, tablet ed e-reader. Google, Apple (AAPL) e Amazon (AMZN) hanno tutti la possibilità di raggiungere da remoto i loro dispositivi per eliminare contenuti o modificare codici senza richiedere alcun permesso agli utenti. E' un modo efficace per bloccare le minacce, tuttavia è anche una questione molto spinosa nell'ambito della privacy e della sicurezza.

Con il lancio del sistema operativo Windows 8 previsto entro la fine dell'anno, per la prima volta milioni di PC desktop e laptop saranno dotati di un kill switch di serie. Microsoft (MSFT) non ha spiegato pubblicamente le ragioni che l'avrebbero indotta ad includere tale funzionalità in Windows 8, a parte un criptico avvertimento secondo cui potrebbe trovarsi costretta a ricorrervi per motivi legali o di sicurezza. 

La funzionalità è stata pubblicizzata in un articolo di Computerworld dello scorso dicembre, occasione in cui Microsoft ha reso noti i termini di utilizzo del suo nuovo app market, il quale consentirà agli utenti di Windows 8 di scaricare software da un portale controllato. 

Gli smartphone hanno già da diversi anni in dotazione un kill switch, ma la cancellazione di software  da remoto sia l'ultima risorsa, e vi si ricorra raramente", dice Todd Biggs, direttore del product management per Windows Phone Marketplace.

La storia dei kill switch implementati su smartphone ed e-reader suggerisce che si tratti di lame a doppio taglio per le aziende che li maneggiano. Nel 2009 Amazon eliminò dai dispositivi Kindle degli utenti molte copie di ebook di George Orwell venduti da un editore senza i necessari diritti. La reazione degli utenti ha costretto il direttore esecutivo Jeff Bezos a definire la mossa "stupida, incosciente, e dolorosamente fuori linea con i nostri principi".

La riluttanza denotata dalle aziende tech nel dichiarare esplicitamente il tipo di politica concernente l'uso dei kill switch rafforza il timore che se ne possa abusare. Gli attivisti per i diritti civili e la libertà di parola si preoccupano che le aziende possano subire pressioni dai governi per eliminare software o dati per finalità politiche. "Avremmo qualcuno che avrebbe il controllo assoluto sui nostri hard disk in modi imprevedibili e senza autorizzazione," dice Eric Goldman, direttore del Law Institute High Tech alla facoltà di giurisprudenza di Santa Clara University in California. "Se tale potere sarà usato con saggezza, potrebbe migliorare la nostra vita. Il problema è che non sappiamo se ciò accadrà."

Hiroshi Lockheimer, vice presidente di Google Android Engineering, afferma che la società del motore di ricerca si riserverà lo utilizzo del kill switch "solo per casi davvero eclatanti ed evidenti" di contenuti nocivi. Microsoft Biggs dice che l'azienda fa uso della funzionalità nei propri smartphone solo per "questioni tecniche e di contenuto." Apple ha rifiutato di commentare. Amazon non ha risposto a diversi messaggi.

Come molti professionisti del suo campo, Kevin Mahaffey, co-fondatore della startup di San Francisco Lookout, produttrice di antivirus per smartphone, esprime emozioni contrastanti circa l'emergere del kill switch. "Gli strumenti di rimozione a distanza sono una risposta agli errori dell'era PC," dice. "Penso che solo il tempo potrà dirci se si sarà trattato di una iper-correzione. Potrebbe essere un bene, ma occorre procedere con cautela. E' estremamente facile immaginare molti futuri distopici considerando le potenzialità di una simile tecnologia."

Un sostenitore della tecnologia è Janne Kytömäki, il finlandese che ha scoperto l'epidemia di malware Android. Sostiene che Google abbia fatto la cosa giusta eliminando il malware senza il permesso degli utenti. "Qual era l'alternativa? Lasciare quelle applicazioni pirata installate sui cellulari di 200.000 persone?"

Articolo in lingua inglese pubblicato sul sito Business Week
Link diretto:
http://www.businessweek.com/magazine/the-kill-switch-comes-to-the-pc-02162012.html

Traduzione a cura di Anticorpi.info


Post correlati: 1984: le Profezie di George Orwell
Post correlati: Quando le App Sono Troppo Smart
Post correlati: 10 Sistemi con cui ci Schedano (Grande Fratello)
Post correlati: Steve Jobs: "Niente IPad per i Miei Figli"
Post correlati: Street Cam Che Taggano la Gente
Post correlati: Tecnologia Predittiva: la Sanità Diventa Orwelliana
Post correlati: Riforma Obama e Chip Impiantabili (RFID, Verychip)
Post correlati: Cloud: la Nuvola che Spegnerà la Libertà in Rete
Post correlati: Google Glass: il Sito Stop The Cyborgs Diventa Virale
Post correlati: Moneta Elettronica: l’Era del Controllo di Massa è alle Porte
Post correlati: Metropolis - F. Lang
Post correlati: Ecco gli Occhiali Anti-Riconoscimento Facciale
Post correlati: 1984: le Profezie di George Orwell
Post correlati: In Arrivo le Smart Pill: Chip Corporei in Pillole
Post correlati: Tag Controllo

Manuale di Sparizione



I Segreti del Controllo Globale - DVD

4 commenti:

  1. Imo, il kill switch per Windows 8 sarà soltanto per la versione ARM chip. Qui ci saranno le apps espressamente studiate e il market, stile android/iOS. Questa versione di Win8 non potrà essere retrocompatibile con il vecchio software Microsoft. Invece, la versione Win8 per x86 chip, quella "tradizionale" e retrocompatibile con tutto il vecchio software, non penso proprio avrà il kill switch. Bisognerà fare attenzione, scegliere ad esempio un buon netbook (o notbook) invece di un tablet modaiolo, e la vita (bella o brutta) sarà come prima

    RispondiElimina
  2. Sembra che la peggiore castrazione contenuta in WoA (Windows 8 on Arm chip) sia in realtà un'altra; ossia l'impossibilità di sostituire il sistema operativo preinstallato. Dato che anche le ultime versioni del sistema operativo e ecosistema applicativo Android si stanno dimostrando insufficienti per contrastare Apple nel redditizio mercato dei tablet, è molto probabile che le principali case costruttrici (Asus in testa, l'unica a tentare di proporre oggetti informatici originali e non copie servili di ciò che impone Apple) accetteranno supinamente queste imposizioni.

    RispondiElimina
  3. ubaldo, sei una miniera di informazioni! se prima o poi volessi scrivere un pezzo per il blog, sarebbe un piacere postarti. grazie per i sempre ottimi contributi

    RispondiElimina
  4. Grazie! Spero non sia un pesce d' aprile, ti scriverò presto via e mail

    RispondiElimina

Se il post ti è piaciuto, non dimenticare di condividerlo e lasciare un commento.

N.B. Non saranno pubblicati commenti espressi con linguaggio offensivo o violento, e critiche non motivate / argomentate.

Leggendo le nostre DOMANDE FREQUENTI potrai crearti un'idea più precisa sul nostro approccio ai temi trattati nel blog.

GRAZIE per il contributo e la collaborazione

SISTEMA


MITI E LEGGENDE