11 marzo 2012

Franz Kafka - Il Processo + Aforismi

kafka-fumetto
Intro - A. Marotta

Il libro che ho recentemente letto e che mi ha fornito molteplici tematiche e riflessioni, è stato Il Processo, il capolavoro dello scrittore praghese Franz Kafka che più di ogni altro ha dato voce ai dubbi, alle angosce, alle inquietudini dell’uomo moderno. 

Qualcuno doveva aver calunniato Josef Kafka, poiché senza che avesse compiuto alcunché di male, in un grigio e triste mattino invernale, venne arrestato. 

Comincia così l’interminabile odissea giudiziaria e prende forma il capolavoro narrativo di Kafka. Il Processo è il romanzo che meglio descrive l’angosciosa condizione dell’uomo in una società divenuta troppo complessa, vissuta come un freddo meccanismo implacabile e indifferente a qualsiasi valore umano.

Con l’arresto del giovane Kafka comincia un'interminabile serie di guai che costringono questo ignaro trentenne impiegato di banca ad affrontare le tortuose vie della vita, finito senza sapere perché né per come, nelle strette maglie della giustizia. 

L’elemento primario che risalta ne Il Processo è il sentimento di angoscia e della privazione totale della libertà, da sempre il bene più importante per ogni uomo. L’angoscia è dunque per Kafka il frutto della paura del nulla che ogni uomo nutre nel proprio animo, della mancanza di qualsiasi forma di libertà individuale. Inoltre mi ha particolarmente colpito una singolare citazione che dice: se sono condannato, sono non solo condannato a morire, ma anche a difendermi fino alla morte. Questa affermazione dimostra la forza interiore di non cedere alla brutale realtà dei fatti, e l’estrema tenacia di un giovane ormai disperato, senza il proprio lavoro e privo dell’affetto dei propri cari.

Questa assurda avventura si trasforma in un incubo in cui viene definitivamente annientata la dignità dello uomo, il quale è costretto a revisionare ogni scelta di vita proiettandosi in un futuro tenebroso, dove diviene sempre più arduo il tentativo di far luce sul proprio infelice destino. 

Eppure nonostante i molti tentativi nessuno riuscirà a spiegargli il motivo del processo che una autorità giudiziaria incalzante ed enigmatica gli ha intentato contro.

Così lo sconsolato Josef Kafka, ispirato soltanto da un forte orgoglio personale, persegue una seria campagna di difesa. Trascura il lavoro per studiare le carte processuali, corre senza pace da un capo all’altro della città, in cerca di avvocati che possano percepire la sua precaria situazione, di uomo defraudato dal sistema giudiziario.

Purtroppo ogni tentativo si rileva vano e Josef Kafka avverte la misura della propria reale insufficienza e percepisce il proprio isolamento. L’organizzazione giudiziaria si rileva un gigantesco, impenetrabile muro di gomma, mentre la città assomiglia sempre più a un immenso tribunale in cui tutti sono misteriosamente a conoscenza del processo. 

A mio parere è impossibile non subire il fascino della parabola di Kafka, poiché intravedo una moltitudine di sentimenti, vi troviamo il senso della solitudine, della colpa umana, di una verità degradata, dell’angoscia personale verso un mondo troppo ostile alla libertà; della impunità di un sistema corrotto, di una realtà vista come una rete infinita di inganni che imprigionano l’uomo.

Tratto da un articolo pubblicato sul sito Alvisematotta
Link diretto:
http://www.alvisemarotta.org/il-ricordo/pensiero/126-lincanto-della-parabola-di-kafka.html

Aforismi di Franz Kafka

- Non esiste altro mondo fuorché il mondo spirituale. Quello che noi chiamiamo mondo sensibile è il Male del mondo spirituale.

- La sofferenza è l'elemento positivo di questo mondo, è anzi l'unico legame fra questo mondo e il positivo.

- Lascia dormire il futuro come si merita. Se lo si sveglia prima del tempo, si ottiene un presente assonnato.

- Non sono la pigrizia, la cattiva volontà, la goffaggine che mi fanno fallire o non fallire in tutto: vita familiare, amicizia, matrimonio, professione, letteratura; ma è l'assenza del suolo, dell'aria, della legge. Crearmi queste cose, ecco il mio compito... il compito più originale.

- L'eterna giovinezza è impossibile. Anche se non ci fossero altri impedimenti, l'osservazione di se stessi la renderebbe impossibile.

- Tu sei destinato a un grande Lunedì! Ben detto, ma la Domenica non finisce mai.

- Da un certo punto in là non c'è più ritorno. È questo il punto da raggiungere.

Post correlati: Metropolis - F. Lang
Post correlati: 1984: Le Profezie di George Orwell
Post correlati: Imprevedibilità e Sistema - Osho
Post correlati: I Rimanenti Sanno Cosa Vuol Dire Essere Liberi
Post correlati: Transumanesimo e Metacomunicazione
Post correlati: Il Pensiero Collettivo
Post correlati: Sei uno Zombie?
Post correlati: Il Potere Personale Come Chiave per il Cambiamento
Post correlati: Il Ballo del Non Consenso - D. Icke
Post correlati: 4 Cose da Non Sapere sull'Anarchia
Post correlati: Il Nuovo Ordine dell'Europa: Distruggere Ogni Differenza
Post correlati: Unità Vs. Uniformità
Post correlati: Critica e Dubbi sul Movimento Zeitgeist / Venus
Post correlati: A Chi Servono i Sondaggi di Opinione?
Post correlati: Tag Cultura

Fenomenologia dell'Individuo Assoluto


Dalla sottomissione alla libertà - volume 1
Voto medio su 1 recensioni: Da non perdere



4 commenti:

  1. Hai perfettamente ragione. Anch'io l'ho letto anni fa e ho provato sensazioni simili. Grande Kafka, romanzo molto attuale...

    RispondiElimina
  2. Il protagonista si chiama joseph k. non Kafka.
    Diventerà semplicemente k. Nel castello.

    RispondiElimina
  3. Inoltre la traduzione dell'incipit è sbagliata. La prima frase termina con "venne arrestato". La frase dopo è un'aggiunta tua?

    RispondiElimina
  4. @ anonimo 1 ... anch'io l'ho letto molti anni fa e mi colpì molto

    @ anonimo 2 ... lavori per il fisco e sei uscito direttamente dal romanzo? ;) cmq dovresti chiedere all'autore del pezzo.

    RispondiElimina

Se il post ti è piaciuto, non dimenticare di condividerlo e lasciare un commento.

N.B. Non saranno pubblicati commenti espressi con linguaggio offensivo o violento, e critiche non motivate / argomentate.

Leggendo le nostre DOMANDE FREQUENTI potrai crearti un'idea più precisa sul nostro approccio ai temi trattati nel blog.

GRAZIE per il contributo e la collaborazione

SISTEMA


MITI E LEGGENDE