3 aprile 2012

Miti e Leggende della Creazione - Ibridazione Progressiva?

creazione
di Leon
Traduzione di Anticorpi.info

MITI CAUCASICI

Tradizione Abramitica (Ebrei / Ismaeliti) 
Tutta la creazione ha avuto luogo in 6 giorni. Il numero 6 tuttavia non deve essere preso alla lettera, ma simbolicamente. Il sesto giorno, Elohim (gli Dei, tradotto male come: Dio) dissero:

"Facciamo l'uomo a nostra immagine e somiglianza, e abbia dominio sui pesci del mare e sugli uccelli del cielo, sul bestiame e su tutta la terra, e su ogni rettile che strisci sulla terra."

Così gli Elohim crearono l'uomo a loro immagine, sia i maschi che le femmine. Le divinità crearono il primo uomo dalla 'povere della terra.' Dalla costola dell'uomo (traduzione forse errata, ed interpretabile in senso 'genetico') fu creata la compagna dell'uomo.

Il primo uomo fu chiamato Adamo, che significa 'polvere.' Adamo chiamò la sua compagna Eva, che significa 'madre di tutti i viventi.' 

N.d. Leon: Gli antichi ebrei erano consapevoli della pluralità degli Dei. Fu poi tramandato il concetto che invece vi fosse un unico dio, Geova. Geova diventò dunque il re degli Dei (il re dei re, il signore dei signori), e l'unico a meritare omaggio.

Baal (o Bel) era l'equivalente ittita di Geova, dunque è inspiegabile l'atteggiamento ostile degli israeliti nei confronti del culto di Bel. O forse una spiegazione potrebbe essere che il Bel degli Ittiti era adorato tramite automutilazioni e - forse - anche sacrifici umani.

Babilonia / Sumeria
[Enki e Nintu (la dea procreatrice) lavorano per creare l'uomo] 

(...) We-ila [un Dio], fu macellato
per il loro assemblaggio.

Al suo sangue e alla sua carne
Nintu mischiò della argilla
Per il resto del tempo ascoltarono il tamburo, 
Dalla carne del dio trassero uno spirito.

creazione-umanità-babilonia

Fu proclamato l'uomo che vive nel suo segno, 
così che non si dimenticasse che ci fosse uno spirito. 
Dopo aver mescolato la argilla 
Nintu convocò gli Anunnaki, i grandi dèi.

Gli Igigi, i grandi dèi, 
sputarono sulla argilla 
Nintu aprì la bocca 
e si rivolse ai grandi dei, 
'Mi avete dato un compito, l'ho completato; 
Avete abbattuto un dio con la sua personalità.' 
[omissis ]

Entrarono nella casa del destino 
con il Principe Enki e la saggia Mami
con la loro divina creazione assemblata
Egli calcò l'argilla in sua presenza.

Lei continuò a recitare l'incantesimo, 
Ea, seduto davanti a lei, glielo suggeriva. 
Dopo aver finito il suo incantesimo 
spezzò quattordici pezzi di argilla. 
Sette li pose sulla destra 
Sette li pose sulla sinistra.

Tra di loro pose il mattone 
Lei [testo danneggiato] il taglio del cordone ombelicale [testo danneggiato] 
Il saggio e il dotto 
assemblarono due volte sette nuovi dei 
produssero sette maschi, 
produssero sette femmine. (...)

Norvegia
Muspell
La prima espressione esistente di un mondo fu Muspell, un luogo di luce e calore le cui fiamme erano così calde da risultare insopportabili per i non nativi. Ai confini di Muspell si trovava Surt, il guardiano del mondo, armato di spada fiammeggiante. Alla fine dei tempi Surt dovrà sconfiggere tutti gli dei ed incendiare il mondo.

Ginnungagap e Niflheim
Oltre Muspell c'era il grande e calmo vuoto di nome Ginnungagap, e oltre esso vi era il buio e freddo regno di Niflheim. Un giorno il gelo di Niflheim si congiunse al vuoto di Ginnungagap e al calore di Muspell. Lo scontro dei tre regni produsse la fusione dei ghiacci e la nascita di un fluido, all'interno del quale nacque un gigantesco orco di ghiaccio di nome Ymir.

Gli Orchi di Ghiaccio
Mentre Ymir dormiva, iniziò a sciogliersi. Da sotto il suo braccio sinistro nacquero un uomo e una donna [non umani, secondo me]. Questo fu l'inizio degli orchi di ghiaccio. [forse i primi ominidi]

Audhumla
Lo scongelamento dei ghiacci generò poi una mucca chiamata Audhumla, dai cui capezzoli presero a sgorgare quattro fiumi di latte, che nutrirono Ymir.

Buri, Bor, e Bestla
La mucca poi leccò alcuni blocchi di ghiaccio salato. Dopo tre giorni di questa attività generò un uomo dai capelli dal ghiaccio. Il suo nome era Buri, ed era alto, forte e bello. Buri generò un figlio di nome Bor, e Bor sposò Bestla, figlia di un gigante.

Odino, Vili e Vé
Bor e Bestla ebbero tre figli: Odino fu il primo, seguito da Vili e Vé. Si ritiene che Odino, supportato dai suoi fratelli, sia il sovrano del cielo e della terra. Egli è il più grande e più famoso di tutti gli uomini [umanoidi].

La morte di Ymir
Odino, Vili e Vé uccisero il gigante Ymir. Dal suo cadavere sgorgò una tale quantità di sangue che tutti gli altri orchi di ghiaccio annegarono, tranne il gigante Bergelmir che fuggì con la sua sposa salendo su un lur (tronco d'albero scavato). [Allusione al grande diluvio e alla estinzione degli ominidi primitivi, eccetto due, naturalmente.]

Terra, alberi e montagne
I figli di Bor portarono poi il corpo di Ymir al centro del Ginnungagap e ciò creò il mondo come noi lo conosciamo. Dal suo sangue si crearono il mare ed i laghi, dalla sua carne la terra, dai suoi capelli gli alberi, e dalle sue ossa le montagne e le rocce.

Nani
Dalle larve della carne in putrefazione di Ymir si sviluppò una nuova forma di vita. [lo stato larvale potrebbe essere una metafora dei filamenti di dna]. Per decreto degli dei fu concessa la comprensione umana alla nuova forma di vita e l'aspetto esteriore degli uomini, solo più piccoli [i nani della tradizione nordica sono in realtà i normali esseri umani?]

Cielo, nuvole e stelle
Dal cranio di Ymir i figli di Bor trassero la volta celeste e i confini del mondo. Sotto ognuno di essi posero a guardia un nano, i cui nomi erano: Est, Ovest, Nord e Sud. Dal cervello di Ymir i figli di Bor ricavarono le nuvole. La terra fu circondata da un mare profondo. I figli di Bor assegnarono le terre vicino al mare alle famiglie di giganti per i loro insediamenti.

Midgard
Per proteggersi dalla ostilità dei giganti, i figli di Bor costruirono una roccaforte utilizzando le sopracciglia di Ymir. Questa roccaforte fu battezzata Midgard[Midgard probabilmente significa: Middle Garden - che richiama il giudaico Giardino dell'Eden] 

Induismo
L'essere primordiale (Purusha) fu sacrificato e divenne burro. Da quel burro furono create tutte le cose in cielo e la terra, tra gli dei e tra i primi mortali Yama e Manu (gli umani).

Vivaswat (Il Sole) generò prima Yama (il primo mortale), poi Manu. Da Manu provennero tutti gli esseri umani che ancora esistono sulla terra.

Altre fonti sostengono che Manu fosse il figlio di Brahma.

Manu era un ermafrodita. Manu si auto-ingravidò e dal suo parto nacquero tutti gli esseri umani.

MITI MONGOLI ASIATICI

Corea 
La leggenda di  Dan Gun
Di tale mito esistono due distinte versioni. Entrambe concordano sulle origini di Dan Gun. Fu generato da suo padre Hwan-ung, figlio del dio Hwan-in. Nulla risulta circa le origini del Hwan-in.

Versione 1:
Una versione dice che un tempo la terra e il paradiso fossero un tutt'uno dove tutti gli animali erano in grado di comunicare con gli esseri umani e gli dei. Hwan-ung tuttavia volle dare a quel luogo una impronta terrena, così suo padre, Hwan-in lo inviò sulla terra per compiere il suo desiderio. Hwan-ung andò portando al suo servizio 300 dei minori tra cui il Signore del vento, il Maestro della pioggia e il Padrone delle nuvole.

Versione 2:
L'altra versione dice che ai primordi gli dei vivevano sulla terra, e Hwan-in inviò suo figlio Hwan-ung in Oriente per edificare un nuovo regno. Hwan-ung portò con se 3.000 'seguaci' (divinità di livello inferiore), tra cui il Signore del Vento, il Maestro di pioggia, e il Padrone delle Nuvole.

Hwan-ung ed i suoi compagni si stanziarono presso la Tae Baek Mountain (attualmente conosciuta come Corea del Nord). Hwan-ung incontrò una tigre ed un orso che lo supplicarono di trasformarli in esseri umani. Hwan-ung assegnò loro una prova, che se superata avrebbe fatto avverare il loro desiderio. La tigre e l'orso  ricevettero dell'assenzio e venti spicchi d'aglio e fu loro richiesto di restare al buio di una grotta per 100 giorni.

La tigre fallì la prova, mentre l'orso ebbe successo, e dopo 100 giorni fu trasformato in un essere umano di sesso femminile. La donna tuttavia era sola, dunque pregò Hwan-ung di darle un compagno. Hwan-ung la prese come moglie e dalla loro unione nacque Dan Gun. Si dice che Dan Gun fu il progenitore della razza coreana.

Tibet
Secondo il mito, il popolo tibetano deve la sua esistenza alla unione tra una orchessa [extra-terrestre?] e una scimmia [terrestre?] avvenuta sul monte Gangpo Ri, presso Tsetang

Un'altra leggenda narra di come il primo re tibetano scese dal cielo attraverso una lunga corda di luce.

Nota linguistica. La parola "orco" è spesso frutto di un errore di traduzione, dal momento che ciò che in  Occidente è identificato come "orco" - cioè un brutto gigante che si ciba di esseri umani - in Estremo Oriente è un folletto giocoso o malizioso, spesso benevolo verso gli esseri umani

Cina
Tra i Miao, i Yao, i Li ed altre popolazioni della Cina meridionale, vi è una leggenda che narra di Pan Gu  - antenato di tutti gli uomini - creatura dal corpo umano e la testa di cane. Il mito vuole che il sovrano Xin Gao, Dio a capo della terra, allevò su un piatto (pan in cinese) e all'interno di una zucca (hu) un bel cane maculato di nome - per l'appunto - Pan Gu.

Al tempo correva una forte ostilità tra il re Xin Gao e il suo rivale re Fang .
"Chi mi porterà la testa del re Fang potrà sposare mia figlia", aveva promesso Xin Gao. Tuttavia nessuno era disposto a provare a causa del timore incusso dai fortissimi soldati del re Fang.

Una notte il cane Pan Gu - mentre il suo padrone Gao Xin dormiva - lasciò fuori dal palazzo reale e corse dal Re Fang. Questi fu molto soddisfatto di vederlo lì a scodinzolare. "Vedete" - annunciò - "il re Gao Xin è ormai vicino alla sua fine. Anche il suo cane lo ha lasciato." Così tenne un gran banchetto per l'occasione con il cane al suo fianco.

A mezzanotte, quando tutto era tranquillo e Fang era stordito dal troppo bere, Pan Gu saltò sul letto del re, gli mozzò la testa e ritornò di corsa dal suo padrone, portando con sè il trofeo. Re Gao Xin fu davvero felice di ricevere la testa del suo rivale, e diede ordine di portare a Pan Gu della carne fresca. Ma Pan Gu lasciò la carne intatta e si rannicchiò in un angolo a dormire.

Per tre giorni non mangiò nulla, nè si mosse.
Il re - perplesso - gli domandò: "Perché non mangi? Forse perché non ho mantenuto fede alla mia promessa, lasciando che mia figlia sposasse un cane?"
Con gran sorpresa del re, Pan Gu cominciò a parlare.
"Non preoccuparti, mio ​​re. Solo coprimi con il tuo sonaglio d'oro, e vedrai che in sette giorni e sette notti diventerò un uomo."

Il re fece come gli era stato chiesto, ma il sesto giorno, temendo che Pan Gu potesse morire di fame, dalla sollecitudine la principessa spiò sotto la campana. Il corpo di Pan Gu si era già trasformato in quello di un essere umano, ma la sua testa non aveva ancora subito la metamorfosi. Il sollevamento della campana aveva interrotto la magia, perciò Pan Gu fu costretto a restare in quella condizione di uomo con la testa di cane.

Egli sposò la principessa, ma lei non voleva essere vista in compagnia di un essere così strano, perciò si trasferirono sulla Terra e si stabilirono sulle montagne del sud della Cina, dove vissero felici ed ebbero quattro figli, tre maschi e una femmina, che divennero gli antenati del genere umano. 

Lakota (tribù aborigena del nord-ovest degli Stati Uniti e del Canada meridionale) 
Vi fu un altro mondo prima di questo. Ma la gente di quel mondo si comportò male. Contrariata, la Forza Creatrice decise di creare un mondo nuovo. Cantò molte canzoni per richiamare la pioggia, che scrosciò sempre più forte, ad ogni nuova canzone. Mentre cantava la quarta canzone, la terra si spaccò e l'acqua prese a sgorgare nei crepacci, causando una inondazione. Quando smise di piovere, tutte le persone e quasi tutti gli animali erano annegati. Solo Kangi il corvo sopravvisse. Kangi implorò la Forza Creatrice di creare un nuovo posto dove avesse potuto riposare. Così la Forza Creatrice decise che fosse giunto il momento di creare il suo nuovo mondo. Dalla sua enorme borsa - che conteneva tutti i tipi di animali - la Forza Creatrice selezionò quattro animali noti per le loro capacità anfibie.

Fatto ciò, li incaricò di recuperare un grumo di fango da sotto le acque del diluvio, e li inviò in missione uno per volta. La colomba bianca si tuffò nella profondità delle acque scure, ma non riuscì a raggiungere il fondo. Anche la lontra, malgrado le sue zampe palmate, fallì l'obiettivo. Successivamente fu il castoro a utilizzare la sua larga coda per inabissarsi, ma alla fine fallì anch'esso. Infine fu la volta della tartaruga. Essa restò sotto l'acqua per così tanto tempo che tutti si convinsero che fosse annegata. Poi, con un tonfo, la tartaruga ruppe la superficie dell'acqua! Il fango copriva le sue zampe, le sue unghie e le fessure tra le sue scaglie superiori e inferiori.

La Forza Creatrice allora raccolse quel fango e lo stese sull'acqua, dove formò un isolotto abbastanza grande per ospitare sè stessa ed il corvo. Fatto ciò iniziò a scuotere due lunghe penne d'aquila che estesero il fango fino a quando non ottenne una terra ampia e variegata, che superava le acque. Provando tristezza per quel mondo arido, la Forza Creatrice pianse molte lacrime che ben presto formarono gli oceani, i fiumi ed i laghi. Essa battezzò quella nuova terra: Continente della Tartaruga, in onore alla impresa della tartaruga che era riuscita a portare su il fango dal quale fu formata la terra.

La Forza Creatrice prese poi molti animali ed uccelli dalla sua borsa e li diffuse su tutta la terra. Dalla terra rossa, bianca, nera e gialla plasmò uomini e donne. La Forza Creatrice consegnò al popolo la pipa sacra e disse loro di vivere attraverso essa. Li mise in guardia circa il destino delle persone che li avevano preceduti. Promise che tutto sarebbe andato bene se tutti gli esseri viventi avessero imparato a vivere in armonia. In caso contrario, se il popolo avrebbe nuovamente reso il mondo brutto e cattivo, essa avvertì che lo avrebbe nuovamente distrutto.

Navajo (tribù aborigena americana del sud degli Stati Uniti) 
Le prime persone giunsero attraversando tre mondi, per poi stanziarsi nel quarto mondo. Erano stati cacciati da tutti i precedenti mondi perché avevano litigato tra loro e commesso adulterio. Nei mondi precedenti non avevano incontrato alcun altro popolo come loro, ma nel quarto incontrarono il popolo Kisani, o Pueblo. La superficie del quarto mondo era fatto di bianco e nero, ed il cielo era per lo più blu e nero. Non c'erano né sole, né luna, né stelle, ma si intravedevano quattro grandi cime innevate all'orizzonte in ciascuna delle direzioni cardinali. Verso il tardo autunno udirono provenire da oriente il suono lontano di una grande voce. Essi ascoltarono e attesero, e con il passare del tempo udirono che la voce si faceva più forte e vicina di prima. A un certo punto apparvero loro quattro esseri misteriosi. Essi erano Corpo Bianco, dio di questo mondo; Corpo Blu, l'irrigatore, Corpo Giallo e Corpo Nero, il dio del fuoco. Utilizzando segni, senza parlare, gli dei cercarono di istruire il popolo, ma non furono compresi.

[Questa parte è molto interessante, perché c'è una versione del mito della creazione cinese, che natta come Pangu creò gli esseri umani con l'aiuto di una tigre bianca, un drago verde e blu, una fenice gialla e rossa, ed una tartaruga nera. Ora, se questa non è una strana coincidenza ...] 

Quando gli dei furono andati via, la gente discusse della loro misteriosa visita e cercò senza successo di interpretare i loro segni. Gli dei riapparvero quattro giorni dopo, e nuovamente tentarono di comunicare attraverso segni, ma anche stavolta tutti gli sforzi furono vani. Al quarto giorno, dopo che gli altri dei furono andati via, Corpo Nero si attardò per parlare alle persone nella loro lingua: 

"Dal momento che non comprendete i loro segni, vi spiegherò il significato. Il nostro desiderio è rendere le persone simili a noi. Avete un corpo come il nostro, ma avete le zanne, le zampe e gli artigli delle bestie e degli insetti. Gli umani nuovi dovranno avere mani e piedi come le nostre. Inoltre, siete sporchi ed emanate un odore nauseabondo. Torneremo entro dodici giorni. Siate puliti, al nostro ritorno."

La mattina del dodicesimo giorno le persone si lavarono per bene. Le donne sgrassarono la loro pelle con farina di mais giallo, gli uomini con farina di mais bianco.

Quando gli dei riapparvero, Corpo Blu e Corpo Nero portavano sulle loro spalle due sacre pelli di daino. Corpo Bianco portava due spighe di grano, una gialla ed una bianca, ciascuna completamente ricoperta di cereali. Gli dei posero una pelle di daino a terra, con la testa rivolta verso ovest, e su di essa posarono le due spighe di grano con le punte rivolte verso est. Sotto la spiga bianca misero la piuma di una aquila bianca, sotto quella gialla la piuma di un aquila gialla. Quindi coprirono il tutto con la seconda pelle di daino. Poi ordinarono alle persone di stare indietro per consentire al vento di passare. Mentre il vento soffiava giunse il popolo Mirage, e girò attorno agli oggetti per quattro volte. Mentre camminavano, le piume d'aquila, le cui punte sporgevano dalla pelle di daino, si mossero. Quando il popolo Mirage terminò il suo cammino, la pelle di daino superiore fu tirata via. Le spighe di grano erano scomparse, e al loro posto giacevano un uomo ed una donna. La spiga bianca era diventata l'uomo; la spiga gialla era diventata la donna. Erano il primo uomo e la prima donna. Fu il vento che infuse loro il soffio vitale, ed è ancora il vento che esce dalle nostre bocche a darci la vita. Quando questo cessa di soffiare, noi moriamo. 

Kenya
Il testo sacro Akamba narra che Dio portò la prime due coppie del genere umano dalle nuvole alla terra. Portò con essi bovini, ovini e caprini; e le due coppie si riprodussero in modo tale che dai matrimoni misti dei loro figli vennero a formarsi le famiglie del genere umano sulla Terra.

Dalla interpretazione di un insieme correlato di miti Maasai e Nandi, si ritiene che gli uomini provenissero da una gamba o un ginocchio. Tale arto apparteneva a qualche altro essere evidentemente simile agli esseri umani. La gamba si gonfiò fino ad esplodere, e da essa furono generati da un lato un essere umano di sesso maschile e dall'altro uno di sesso femminile. 

MITI ABORIGENI AMERICANI (Sud e Centro America) 

Quiche-Maya (dal testo Popol Vuh )
... Tutti gli animali della terra, dell'oceano e dell'aria andarono al loro posto, assunsero la vita che era stata loro concessa, ma non riuscivano a comunicare con gli Old Ones (gli dei - espressione usata anche dallo scrittore H.P. Lovecraft per definire i Grandi Antichi - n.d.t. - v. post correlati), per adempiere i loro compiti.
E così, gli dei parlarono ancora una volta:
Voi non ci obbedite, perciò le vostre vite saranno molto diverse le une dalle altre. Vivrete vite di fatte di paura provata e provocata. Vi ciberete di altre creature, e a vostra volta sarete mangiati.
Poi immersero le mani nella creta umida e plasmarono dei nuovi esseri, ma questi erano deboli e privi del dono della comprensione, e si sbriciolarono. [primo tentativo di creare gli esseri umani]

Successivamente gli dei raccolsero della legna e da essa crearono dei nuovi esseri in grado di restare in piedi come gli alberi da cui erano stati realizzati; tuttavia quando cadevano, proprio come gli alberi da cui erano stati realizzati, non riuscivano a rialzarsi. Camminavano senza sapere dove andare e senza la consapevolezza di chi li avesse creati. Così gli dei inviarono il fuoco per bruciarli, e poi un fiume per lavare via le ceneri. [secondo tentativo di creare gli esseri umani] 

Dopo il diluvio, gli animali si nascosero nei boschi e nei campi, ed il grano germogliò. Usando mais ed acqua, gli dei plasmarono quattro esseri, quattro uomini, sotto gli occhi degli animali. Questi esseri erano in qualche modo simili ai precedenti fatti di creta e legno. Tuttavia avevano in sé la conoscenza della terra, dello oceano e del cielo, ed erano dotati di una voce per esprimere la conoscenza

Noi sappiamo chi siamo - dissero - e conosciamo chi ci ha creati. Sappiamo che c'è molto di più da sapere, ma sappiamo che con il tempo ogni cosa ci sarà svelata. Poi caddero in un sonno profondo, e mentre dormivano gli dei crearono le donne affinché fossero le loro compagne. E così la terra si popolò, e le nuove generazioni lavorarono e pregarono e impararono i nomi e la storia della loro nascita, della loro vita e della loro morte.

Così lasciateci - ancora oggi - ricordare e onorare il nome di Acqua, Fuoco e Tuono, e ascoltare le storie collegate a questi nomi. 

MITI POLINESIANI (commistione tra i miti aborigeni asiatici e americani) 

Australia
Vi fu un tempo in cui tutto era immobile. Tutti gli spiriti della terra dormivano - o quasi tutti. Solo il grande Padre di tutti gli spiriti era sveglio. Delicatamente egli svegliò la Madre Sole, e quando questa aprì gli occhi, un caldo raggio di luce si diffuse sulla terra dormiente.

Il Padre di tutti gli spiriti disse alla Madre Sole: "Madre, ho un compito per te. Scendi sulla Terra, risveglia tutti gli spiriti dormienti, e dai loro delle forme". [... così ebbe luogo la creazione degli animali]

In un primo momento gli animali bambini convivevano in pace, ma alla fine la invidia si insinuò nei loro cuori, ed essi iniziarono a litigare. La Madre Sole era perciò costretta a scendere dalla sua casa nel cielo per  mediare ai loro battibecchi. La Madre Sole concesse ad ogni creatura la possibilità di mutare la propria forma in ciò che preferiva.

Tuttavia il risultato finale non la soddisfece. I topi si erano tramutati in pipistrelli; c'erano lucertole giganti e pesci dalla lingua blu, dotati di piedi. Tuttavia il più strano dei nuovi animali era un animale con il becco di una  anatra, i denti per masticare, una coda da castoro e la capacità di deporre uova. Esso fu chiamato ornitorinco. La Madre Sole osservò la Terra e pensò di dovere creare nuove creature prima che il Padre di tutti gli spiriti si adirasse per quello spettacolo. Dette perciò i natali a due divinità: la Stella del Mattino (maschio) e la Luna (femmina). Da esse nacquero due bambini, ovverosia i nostri antenati umani.

Tali nuove creature erano superiori agli altri animali, in quanto recavano in esse una parte della mente di Madre Sole, e non avrebbero mai desiderato di mutare forma.

Un altro mito australiano
Vi fu un grande Creatore, noto tra le tribù con i nomi di Baiamai, Punjil, Nuralli, il quale creò tutte le cose, e che ancora oggi vive sopra i cieli; nell'opera di creazione utilizzò un grande coltello con cui faticosamente diede forma alle cose; in questo lavoro fu assistito da un demiurgo che la tribù Kamalarai chiama Dharamulan. Alcuni uccelli ed animali lo aiutarono nel compito. Punjil plasmò i primi due uomini da due pezzi di argilla che modellò in simmetria e bellezza; poi ballò intorno a loro, soddisfatto del proprio lavoro, ed infine infuse in loro il soffio vitale, ed essi cominciarono a muoversi come uomini giganteschi.

L'uno aveva i capelli ritti, e l'altro aveva i capelli ricci. Il fratello di Punjil aveva il controllo di tutte le acque, grandi e piccole, ed un giorno estrasse da un letto fangoso due giovani donne, le quali divennero le compagne dei due uomini.

Qualche tempo dopo Punjil tornò a visitare il campo degli umani e - irato per ciò che vide - usò il suo coltello su tutti gli uomini, donne e bambini, e li tagliò in pezzi molto piccoli, che proseguirono a vivere, divincolandosi  come vermi (worms). Punjilli li raccolse e li lanciò ovunque decise. I piccoli pezzi diventarono così uomini e donne, e popolarono tutto il mondo. [il termine 'worms' potrebbe riferirsi a filamenti di dna] 

Samoa
Tangaloa, il creatore, unico essere esistente nella grande distesa di fronte al mondo, creò le isole del mare con la semplice forza del pensiero. Le terre emerse erano ancora scoscese e non idonee per la vita degli esseri umani, così Tangaloa scese su di loro e le modificò affinché le persone avessero potuto vivere su di esse. Poi contemplò il suo lavoro, e disse: 'E' buono.'

Per popolare queste terre Tangaloa sradicò una pianta (vite) e la gettò sotto il sole. Sotto il calore del Sole, il succo della pianta generò una grande moltitudine di vermi, e da questi Tangaloa modellò i primi uomini e donne e diede loro la intelligenza. [ancora una volta il termine 'worms' potrebbe riferirsi a filamenti di dna] 

COMMENTO E CONCLUSIONI

Esseri umani come ibridi genetici tra Dei e Bestie. La Teoria dei Quattro Adamo.

Nei miti mongoli troviamo tre riferimenti ad una ibridazione tra dna divino e animale.

COREANO: maschio + femmina di dio orso.
TIBETANO: femmina goblin (dea) + scimmia.
MIAO-YAO-LI: dea + cane.

Tutto ciò è piuttosto strano. Come mai nessuno ha ancora riflettuto seriamente su tale elemento? Gli umani potrebbero non essersi evoluti dalle scimmie. Potrebbero essere stati creati geneticamente da una ibridazione del dna degli extraterrestri (dei) con quello della fauna terrestre (orsi, cani, scimmie). La teoria dei Quattro Adamo è inoltre supportata dai miti Lakota e Navajo, e anche da alcuni miti della creazione cinese. Il mito Lakota è di particolare interesse perché fa allusione al fatto che vi siano stati quattro proto-tipologie umane originali, quella creata dalla terra rossa, quella della terra bianca, quella della terra nera, e quella della terra gialla. Ed infatti esistono quattro razze preminenti di esseri umani sulla Terra.

Rossa (uomini della Meso-America del Sud)
Bianca (caucasica)
Nera (negroide)
Gialla (mongola)

Altre prove a sostegno della teoria dei Quattro Adamo.

Innanzitutto bisogna considerare che nessun singolo mito della creazione contenga la verità assoluta. E' necessario prendere in considerazione tutti i miti, e studiarli collettivamente. Se fosse vero che tutti gli esseri umani scaturirono da pochi eletti proto-umani, allora tutti gli esseri umani avrebbero tramandato la medesima storia circa la loro creazione. Ma molti frammenti sono andati perduti lungo il cammino. Una cultura può avere conservato nozioni e informazioni andate perdute in altre culture. Sta a noi (umanità moderna) mettere insieme i pezzi per scoprire tutta la verità.

In secondo luogo, personalmente sono convinto che gli esseri umani non si siano evoluti da organismi unicellulari. Credo che tutti i mammiferi viventi si siano evoluti da organismi unicellulari, ma nel caso degli esseri umani vi sono due enormi smentite presenti nella documentazione fossile.

1 - tra i mammiferi primigeni ed i primati vi fu un balzo evolutivo troppo grande. 

2 - stessa cosa vale per il balzo evolutivo tra le grandi scimmie e la scimmia nuda (homo sapiens)

Il famoso 'anello mancante' non è mai stato trovato, e sono convinto che ciò non avverrà mai, semplicemente perché non esiste.

Ora aspettate un attimo (per favore), prima di andare via dandomi del creazionista. Personalmente credo che gli 'dei' altro non fossero che esseri umanoidi extraterrestri, ovviamente molto più avanzati di noi. Ma non ho alcun problema con il definirli 'dei' (minori - demiurghi - n.d.t.).

Creazione degli esseri umani - Un approccio orientato alla ibridazione progressiva.

In quasi tutti i miti si riscontra che vi fu un processo progressivo che infine condusse alla creazione degli esseri umani. Si trovano almeno due o tre 'passaggi.' Da parte mia quindi sono convinto che gli dei (extraterrestri) abbiano condotto una serie di modificazioni di ingegneria genetica sulle creature terrestri.

Supporto scientifico alla mia teoria - I Balzi Evolutivi.

Sono un docente di biologia. Una cosa che gli scienziati (paleontologi / antropologi) ancora oggi non sono in grado di spiegare sono i diversi 'balzi evolutivi'. Vi sono almeno due grandi balzi che vorrei mettere a fuoco al momento. A mio parere non c'è un solo "anello mancante", ma ve ne sono almeno due, nella catena evolutiva da ameba a uomo.

1 - Il salto da animali a quattro zampe ai grandi primati.
2 - Il salto dai grandi primati all'uomo.

Che ci crediate o no, personalmente ho una possibile spiegazione per i suddetti 'balzi' o cosiddetti 'anelli mancanti.'

Primo balzo evolutivo. L'orso è il mammifero più vicino ai primati (a mio parere), perché gli arti posteriori di un orso sono stati progettati in modo simile agli arti posteriori dei primati. D'altra parte se si trattasse di un cane o di un orso, in questa sede non importa. Il punto è che gli dei ibridarono il loro dna nei mammiferi terrestri con lo scopo di creare gli antichi primati (le grandi scimmie).

Secondo balzo evolutivo. Gli antichi primati di cui sopra, non potevano imparare la lingua scritta dagli dei (e quindi non potevano essere obbedienti). Così, gli dei proseguirono nel loro lavoro di ibridazione. E alla fine: Homo Sapiens!

Esaminando le seguenti immagini (foto), vorrei che vi sforzaste di percepire il primate come un ibrido tra un dio ed un orso o un cane, e di percepire gli esseri umani come i successivi ibridi dei primati con gli dei. 

Ecco un raffronto tra tre nativi amazzonici:

(1) un uomo peruviano (2) una scimmia Uakari (3) un uomo ecuadoriano

In Africa abbiamo i gorilla ... pelle nera, capelli neri. Qui ha anche avuto l'origine della razza umana negroide. Esaminate l'immagine del gorilla africani giustapposti ad un essere umano della stessa regione:


Poi, in Asia orientale abbiamo l'orango, che naturalmente ha la pelle arancione e la pelliccia arancione.

L'arancio è solo indicativo di una maggiore concentrazione di beta-carotene, che in concentrazione minore diventa giallo. Noterete che gli asiatici orientali hanno un colore epidermico giallastro. Se esposti al sole, la loro pelle diventa di colore arancione-marrone.
Esaminate l'immagine dell'orango asiatico e di un l'umano dalla stessa regione:


Ed ecco lo scimpanzé e la razza caucasica.


p.s. Non è uno scherzo!

So cosa probabilmente starete pensando - Vi starete chiedendo: "Perché le scimmie non hanno i baffi?" 

Sapete una cosa? Forse il mito coreano è più vicino alla verità di quanto sia il mito tibetano. Molti darwinisti affermano che gli esseri umani si siano evoluti dalle scimmie (gorilla, oranghi, scimpanzé). Eppure nessuno dei cosiddetti 'grandi primati' ha i baffi!

Ho lottato con questo dettaglio per anni! Voglio dire che da sempre noi esseri umani intelligenti ci siamo detti che i nostri peli corporei derivino dalle pellicce dei nostri antenati scimmieschi. Ma ... un momento: la maggior parte dei gorilla maschi non ha peli del petto, così come i maschi di orango (i grandi primati sono dotati di pelliccia pressappoco su tutto il corpo eccetto che sul petto, ove invece i maschi umani la hanno - n.d.t.). Inoltre, se ci siamo evoluti dalle scimmie, da dove proverrebbero i baffi? Andiamo scienziati, vi sfido a rispondermi a questo interrogativo! Sono pronto! Come mai le scimmie non hanno i baffi e gli esseri umani invece li hanno?

Gli orsi, invece, hanno i baffi. Un'altra cosa, la maggior parte delle scimmie possiede gli alluci opponibili, mentre gli esseri umani non li hanno. Oh! Qui la trama si infittisce! Sì! Forse i coreani sono l'unica popolazione del pianeta che sia riuscita a conservare la memoria della creazione attraverso i millenni.

Ad esempio, se gli extraterrestri umanoidi fossero stati totalmente privi di peli e avessero ibridato il loro dna con quello di un orso terrestre, il risultato non sarebbe stato simile ad un ibrido tra una scimmia pelosa ed un essere solo leggermente peloso, proprio come noi umani? Il risultato sarebbe dipeso semplicemente dalle proporzioni di dna extraterrestre ibridato, non vi sembra? Forse noi umani non siamo scimmie nude, ma piuttosto, orsi nudi! No. Non posso accettare che siamo discendenti delle scimmie. Perché esistono davvero troppe differenze anatomiche tra le scimmie e gli esseri umani. E se le scimmie che vediamo oggi fossero in realtà niente altro che i resti dei tentativi "falliti" di creare esseri intelligenti (in grado di comunicare attraverso il linguaggio)? E se le scimmie fossero collegate a noi umani, ma non attraverso una discendenza diretta? 

Oppure ... 

Potrebbe essere successo che gli 'dei' abbiano prima ibridato il loro DNA con vari animali a quattro zampe (soprattutto orsi), creando i grandi primati. A quel punto, insoddisfatti del risultato, abbiano proseguito con i loro esperimenti, inserendo una maggiore quantità del loro dna nei grandi primati, e creando infine l'Homo Sapiens (quattro diverse razze). Quindi dopotutto potremmo essere scimmie nude.

Lo ripeto, solo per chiarezza:
Tutto potrebbe avere avuto inizio da una specie di umanoidi alieni completamente glabra. Una civiltà molto avanzata: scienziati, microbiologi e genetisti. Trovarono la Terra e riconobbero in essa un buon potenziale per il popolamento. Attuarono molti, molti esperimenti, inserendo il loro dna in diverse specie terrestri. Il loro dna fu combinato con numerose bestie a quattro zampe, e bang! Le scimmie comparvero sulla terra.

I primi risultati tuttavia non li soddisfecero. Così gli scienziati extraterrestri decisero di ricominciare da capo, dal momento che le scimmie che avevano creato stavano mandando il pianeta in rovina, e non riuscivano ad adempiere gli ordini dei loro creatori. Solo quattro coppie di grandi primati furono salvati [una coppia di gorilla, una di scimpanzé, una di oranghi, una di Uakari]. Gli scienziati inserirono in esse una percentuale maggiore del loro dna, e bang! Gli esseri umani cominciarono ad apparire sulla terra. Umani promettenti, capaci di imparare a parlare la lingua dei loro creatori. Essi furono testati per sperimentare se fossero in grado di obbedire ai loro creatori. Fu loro ingiunto di "crescere e moltiplicarsi."

Sappiamo dalla archeologia e dalla paleo-antropologia che gli esseri umani non siano stati i primi umanoidi a popolare questo pianeta (la teoria della ibridazione progressiva potrebbe gettare nuova luce sul mistero dell'uomo di Neanderthal - n.d.t.). Inoltre, molta arte antica (arte preistorica) mostra raffigurazioni di velivoli simili a dischi volanti.

Erano i mezzi di trasporto dei nostri creatori?
Ezechiele fu testimone dei nostri creatori che ci visitavano attraverso tali aeromobili?
Jeshua bar Joseph, ben David, costituisce la progenie reale dei nostri creatori?
Egli fu forse assistito direttamente dal suo padre genetico?
Fu invitato dal suo padre genetico per impartirci degli insegnamenti?
Se sì, dove sono i nostri creatori adesso?
Perché si nascondono da noi?
Quale progetto hanno in serbo per noi?
Questa terra potrebbe essere in realtà qualcosa di simile ad un labirinto per cavie?
Gli esseri umani potrebbero essere cavie?

Cibo per la mente.

Articolo in lingua inglese, pubblicato sul sito: Elf
Link diretto:
http://efl.htmlplanet.com/

Traduzione a cura di Anticorpi.info


Post correlati: Origine delle Razze Umane: la Versione di Alex Collier
Post correlati: Il Mistero del Gruppo Sanguigno RH Negativo
Post  correlati:Due o Tre Cose che Non Sappiamo della Bibbia
Post correlati: Timeline Alternativa del Pianeta Terra
Post correlati: La Terra di Mezzo di Tolkien è Realmente Esistita?
Post correlati: Oh, Cielo: gli Dei erano Coscmonauti! (M. Biglino)
Post correlati: Teoria dell'Evoluzione: 44 Ragioni che la Smontano
Post correlati: Evoluzione: Fatto o Credo?
Post correlati: La Vera Origine della Vita - Lloyd Pye (P.1)
Post correlati: Il Diluvio - Mito Multiculturale della Fine del Mondo
Post correlati: Diluvio Universale
Post correlati: Lovecraft: tra Archeologia Misteriosa e Realismo Fantastico
Post correlati: Tag Genesi

Riscrivere la Genesi

17 commenti:

  1. Mamma mia che post fantastico!! Vi seguo da molto tempo ma non ho mai commentato. Grazie del meraviglioso lavoro che state facendo, continuate così!

    RispondiElimina
  2. Per chi è interessato a un approccio alla luce della fede leggete "Genesi Biblica" di don Guido Bortoluzzi.
    Troverete conferme a questi miti di altri popoli e vi potrà aiutare a tornare a dare a Dio ciò che è di Dio.

    RispondiElimina
  3. bellissimo lavoro! Grazie!

    RispondiElimina
  4. Non sono daccordo ed ecco perche: noi, gli umani di oggi, usiamo solo una piccola percentuale del nostro cervello e delle nostre capacitta.
    Tu dici che la nostra attuale situazione e infatti in evoluzione, mentre io credo che, noi, umani, ora, siamo in regress. Si e detto che Einstein usava quasi 10% delle potenzialita del cervello umano. Noi, gli umani communi usiamo addiritura 2% delle nostre capacita. Perche?

    Chiunque ci ha creati, ci ha datto un cervello cosi grande per usarla. LA domanda e perche siamo ridotti in questo stato miserabile che viviamo tutt' oggi?????

    RispondiElimina
  5. Visto il tema lancio una sassata : perchè solo il 15% degli Homo sapiens detiene RH negativo, mentre nessun mammifero ( nè orsi nè scimmie ) presentano tale caratteristica non secondaria?
    Andrea'65

    RispondiElimina
  6. Non voleva essere uno scherzo ma la razza caucasica mi ha fattto scompisciare dalle risate!
    Detto questo, vorrei aggiungere che già in passato un ricercatore, forse un gentetista, russo aveva dichiarato essere più probabile la nostra discendenza dagli orsi piuttosto che dalle scimmie. Naturalmente, essendo costui un ricercatore "comunista" (non ne ricordo il nome), fu scansato dalla scienza ufficiale e la sua affermazione fece il giro del mondo solo come boutade di cui ridere.
    Altra cosa: il contestatissimo prof. Corrado Malanga ha sviluppato, attraverso le regressioni ipnotiche degli addotti dagli extraterrestri, un racconto dell'antichità che ricalca fedelmente quanto esposto in questo mirabile articolo. Malanga però da anche la motivazione di tutto queto trafficare sul genoma animale per creare un ... una bestia come l'uomo. E non è una cosa tanto carina.
    Saluti.

    RispondiElimina
  7. Sarà...ma io preferisco credere in ciò che mi è stato insegnato ed in ciò che sento nel cuore. Soprattutto ora che siamo sotto la S.Pasqua del Signore.

    RispondiElimina
  8. Quindi Zeta che Gesu Cristo sia nato lo stesso giorno di Mitra , dio mediorientale assorbito dai Romani, non ti fa sorgere dei dubbi su quanto ti hanno " insegnato"?
    I dubbi sono scomodi solo i xxxxxxxx non ne hanno, cosi vivono meglio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro anonimo che dai del Cxxxxxxxe a Zeta (che da Cristiano quale si professa dice "sarà ma io preferisco credere a ciò che mi é stato insegnato", e che magari per sentimento di carità, di cui il Maestro Gesù e stato Esempio Perfetto avrà anche pregato per chi non crede, e quindi anche per Te ) metti da parte il giudizio e a te come a tutti quelli a cui giustamente la storia della mela non basta più e prova a leggere Genesi Biblica di don Guido Bortoluzzi variabile gratuitamente non serve che spendiamo soldi per comprare questo libro che ti può fare del bene credimi. Digita su un motore di ricerca ciò che ho segnalato fosse anche solo per mera curiosità.
      Ti auguro ogni bene.

      Elimina
  9. @ penultimo anonimo ... ad ogni modo, occhio a non confondere la figura di gesù con il 'franchise' astrologico - religioso che (almeno a giudicare da quanto viene ripetuto negli ultimi tempi, anche nel film zeitgeist) potrebbe essergli stato successivamente cucito addosso per fini 'politici' e di 'cooptazione'. ciao

    RispondiElimina
  10. I dubbi sono venuti a S.Tommaso e vuoi che non siano mai venuti a me? Che ai miei dubbi passati, presenti e futuri seguano sempre le parole che egli disse dopo aver messo le dita nelle Sue Piaghe e nel Suo Costato. Mio Signore e mio Dio.
    Pace a tutti voi.

    RispondiElimina
  11. Bell'articolo ...
    "La cosa più pietosa al mondo..è l'incapacità della mente umana di mettere in relazione tutti i suoi contenuti.Le scienze,ciascuna della quali tende verso la propria direzione,sinora ci hanno danneggiato in misura esigua; un giorno,però,la riunificazione delle conoscenze frammentate ci aprirà visioni della realtà talmente terrificanti che la rivelazione ci renderà folli oppure fuggiremo dalla letale conoscenza per rifugiarci nella pace e nella sicurezza di una nuova era oscura.By H.P.Lovecraft"

    Finalmente qulacuno inizia a rivegliarsi...
    Per chi è interessato alla genesi umana consiglio : "Il Dio alieno della bibbia" di Mauro Biglino

    Ciao

    RispondiElimina
  12. Premetto che sono assolutamente un profano di questi argomenti, che tuttavia mi appassionano...

    Mi chiedevo se qualcuno avesse già notato la forte corrispondenza tra i sei giorni della creazione(7 con quello precedente al primo) e le sette generazione degli dei sumeri (non ho molte fonti, questa è quella che conosco http://it.wikipedia.org/wiki/Anum).

    Sembrerebbe esserci una analogia tra le sei generazioni degli dei sumeri successive alla prima con i 6 giorni della creazione...

    Se è una cosa nota, avete qualche link?

    RispondiElimina
  13. interessante, tuttavia: come si spiegherebbero allora le varie specie di ominidi? (habilis, erectus, neandertal, e i vari intermedi di cui non ricordo i nomi)

    anche loro frutto di successivi "tentativi" non andati a buon fine? ma la datazione dei reperti archeologici pone ogni specie in un determinato periodo storico. quindi questi extraterrestri avrebbero proseguito per approssimazioni successive su un periodo di vari milioni di anni?

    se veramente il loro scopo era creare l'homo sapiens, perche' liberare nell'ambiente terrestre anche i precedenti tentativi "falliti"?

    altrimenti, assumendo che volessero solo inserire il loro DNA in un animale terrestre, perche' accontentarsi di creare un ominide compiendo un piccolo "salto" e affidandosi poi all'evoluzione per la creazione dell'homo sapiens?

    gli ominidi erano dotati di una certa intelligenza, inferiore alla nostra ma di poco differente da quella di una scimmia. a che scopo crearli? se parliamo di creazione da parte di un Dio mi potresti rispondere che gli scopi di Dio sono imperscrutabili e mi starebbe anche bene, ma visto che parli di extraterrestri, allora servirebbe una spiegazione piu' esauriente.

    i baffi sono un particolare interessante. una possibile risposta: gli ominidi iniziali cominciarono a coprire il corpo per difendersi dal freddo lasciando il viso scoperto. con i millenni la peluria del muso di tali scimmie/ominidi si evolse in barba/baffi.

    RispondiElimina
  14. Io ...warf!....volevo solo dire...bau bau!....che grunf grunf!......rroowww......rraoowww.....secondo me......cip cip......basta, non ce la faccio più co sta balbuzie......beeeeeh!

    RispondiElimina
  15. fratello solare, sei un pirla ma mi hai fatto ridere, ciao!

    RispondiElimina

Se il post ti è piaciuto, non dimenticare di condividerlo e lasciare un commento.

N.B. Non saranno pubblicati commenti espressi con linguaggio offensivo o violento, e critiche non motivate / argomentate.

Leggendo le nostre DOMANDE FREQUENTI potrai crearti un'idea più precisa sul nostro approccio ai temi trattati nel blog.

GRAZIE per il contributo e la collaborazione

SISTEMA


MITI E LEGGENDE