22 dicembre 2012

Simbologia della Natività - O. M. Aïvanhov

natività
di O. M. Aïvanhov

"Ora, mentre essi si trovano in quel luogo, venne per lei il momento del parto e diede alla luce il suo figliolo primogenito, Lo avvolse in fasce e lo pose in una mangiatoia, perché non vi era posto per loro nello albergo."
Vangelo di Luca, 2, 6-7

Quando Maria e Giuseppe cercarono rifugio nella locanda,  non vi era posto per loro.
La situazione si ripete ancora oggi, in quanto nessuno, o ben pochi di coloro che pensano solo a mangiare, bere e divertirsi, sono disposti ad ospitare Gesù nei loro cuori. Chi non gli 'apre la porta' non accetta neppure di vivere secondo alti ideali.

Ma ecco una stalla. Quella stalla, con la mangiatoia, è un simbolo; è il simbolo della povertà, delle difficoltà delle condizioni esteriori. Si, per l'uomo in cui dimora lo Spirito sarà sempre così: gli uomini comuni difficilmente lo apprezzeranno e lo accetteranno. Ma grazie alla luce che il Bambino proietta al di sopra della mangiatoia, altri lo vedranno da lontano e verranno a rendergli omaggio ...

L'intelletto, cioè Giuseppe, anziché essere geloso e ripudiare Maria come farebbe un uomo rozzo che grida: "Il figlio che hai messo al mondo non è mio. Vattene!", deve inchinarsi e dire: "E' Dio che ha sfiorato il cuore e l'anima di Maria. Io non potevo farlo."

L'intelletto non deve ribellarsi e adirarsi, ma comprendere correttamente dicendo: "Qui vi è qualcosa che mi supera", e proteggere Maria. Ripudiare Maria sarebbe come ripudiare la metà del suo essere e diventare come coloro che - puramente intellettuali e razionalisti - hanno eliminato il lato affettivo, ricettivo, tutte le qualità come la dolcezza, l'umiltà e la bontà.

I tre Re Magi portarono oro, incenso e mirra, ed ognuno di questi doni era simbolico. L'oro significa che Gesù era Re; il giallo è il colore della saggezza, il cui splendore brilla sopra il capo degli Iniziati come una corona di luce. L'incenso sta a significare che era un sacerdote; è il campo religioso, del cuore e dell'amore. E la mirra è il simbolo dell'immortalità; ci si serviva della mirra per imbalsamare i corpi e preservarli dalla decomposizione. I Re Magi hanno dunque portato dei doni i quali hanno un legame con i tre mondi: del pensiero, del sentimento e del corpo fisico.

Occupiamoci ora della stalla. In quella stalla non vi erano né pastori, né greggi, ma solo un bue e un asinello. Perché? Da secoli si ripete questa storia senza comprenderla, perché il simbolismo universale è andato perso per l'umanità. La stalla rappresenta il corpo fisico. E il bue? Sapete che nell'antichità il bue, il toro, era considerato 'principio generativo.' In Egitto ad esempio il bue Apis era il simbolo della fertilità e della fecondità. Il bue è sotto l'influsso di Venere, e rappresenta la forza sessuale. L'asino è sotto l'influsso di Saturno e rappresenta la personalità, vale a dire la natura inferiore dell'uomo, ciò che chiamiamo il Vecchio Adamo, testardo, ostinato, ma buon servitore. 

Infatti, quei due animali erano lì per servire Gesù. Ma servirlo in che modo? Ora vi rivelerò un grande mistero. Quando l'uomo comincia a compiere su di se un lavoro per la sua evoluzione, entra in conflitto con la sua personalità e con la sua sensualità. L'iniziato è colui che è riuscito a dominare queste due energie, ed a metterle al suo servizio. Egli non le reprime. Infatti non è stato detto che quei due animali siano stati cacciati o soppressi; erano là presenti. Ma cosa facevano? Soffiando sul Bambino lo scaldavano con il loro fiato. Quindi, quando l'iniziato è riuscito a trasformare in lui l'Asino ed il Bue, e a metterli al proprio servizio, essi riscaldano e alimentano lo spirito del Cristo con il loro soffio vitale. Queste energie non sono più presenti per tormentarlo e per farlo soffrire, ma diventano energie vivificanti.

La luce. La stella che brillava sulla stalla significa che da ogni Iniziato che possiede in se il Cristo vivente, esce sempre una luce, una luce che rasserena, una luce che nutre, conforta, guarisce, purifica e vivifica. 
(...)
La tradizione cristiana ci dice che Gesù è nato alla mezzanotte del 25 dicembre. Intorno a quella data ha luogo nella natura la nascita del principio cristico, di quella luce e di quel calore che trasformano tutto. In quei giorni anche in Cielo si celebra il Natale: gli angeli cantano e tutti i Santi, tutti i Grandi Saggi e gli Iniziati sono riuniti per pregare, per rendere gloria all'Eterno e festeggiare l'avvento del Cristo che nasce nell'universo.

Tratto dal canale YT pietrojeetkunedo
Post correlati: Gesù Secondo il Laicismo
Post correlati: Simbologia dei Corni e della Mano Cornuta
Post correlati: Simbologia dell'Albero di Natale (I Due Natali)
Post correlati: Babbo Natale: Storia e Simbolismo Occulto di Santa Claus - 1
Post correlati: Il Culto di Saturno (Seth, Enki, El, Cronos, Satana)
Post correlati: Simbologia della Pasqua
Post correlati: Mitologia e Simbolismo di Sirio, la Stella Fiammeggiante
Post correlati: Tag Simbologia

I Misteri di Natale





Natale
Lo Spirito del Natale - Libro

Autori Vari
Poesie, pensieri e Raccontini





Un invito a celebrare la nascita di Gesù, a risoprire il significato profondo del Natale e ad accogliere l'amore, l'umiltà e la carità nei nostri cuori

10 commenti:

  1. Se vai a leggerti il vangelo vedrai che non ci furono né il bue né l'asinello, figuriamoci tante altre cose che hai detto.

    RispondiElimina
  2. @ anonimo ... bue e asino sono citati nel Protovangelo di Giacomo e raffigurati in gran parte della iconografia cristiana sul tema. questo pezzo non è un resoconto giornalistico, ma la interpretazione esoterica data da Aïvanhov, filosofo bulgaro, di tale iconografia. ciao

    RispondiElimina
  3. Post molto interessante. Non so perchè Benedetto XVI avrebbe detto che proprio il bue e l'asinello non farebbero parte del presepio.Chiederò a miei figlie e guarderò nelle chiese, se queste due figure sono presenti nei vari presepi.

    RispondiElimina
  4. E che dire della Torre di Sauron?? La simbologia della torre di Babele è evidente,con una strizzatina d'occhio al maligno...
    Kenshiro maestro di Hokuto?? Un maestro illuminato!
    Goku Super Sayan 4 senza dubbio rappresenta il nazismo: SS4!
    Ma daiiiii!
    Ok simbologia occulta,segreti esoterici ecc... ma non esageriamo!
    PS
    L'anonimo 22/12 00:27 ha ragione: il bue e l'asinello proprio non ci stanno.
    E non apriamo il capitolo degli apocrifi che qui il dibattito sarebbe veramente troppo lungo...

    RispondiElimina
  5. @ anonimo ... si, infatti meglio non aprirlo il capitolo sugli apocrifi. ciao

    RispondiElimina
  6. Sai ql'e il problema?la luce di qlla stella ,il giallo di ql oro ,l'energia del bue e del asinello sn troppo lontane da noi ...

    RispondiElimina
  7. Non si cava sangue dalle rape

    RispondiElimina
  8. I magi in quanto magi, praticavano la magia.La magia è esplicitamente condannata nella Bibbia in tutte le sue forme.
    La stella ha guidato i magi da Gesù e quindi da Erode.Erode voleva uccidere Gesù.
    Siamo sicuri,quindi che i magi e la stella fossero agenti di Dio?
    A me sembra l'opposto.Ciao!

    RispondiElimina
  9. Buona interpretazione , anche se a mio parere l'iconografia della natività si incastrerebbe meglio con un interpretazione piu' Leggenadaria/Mitologica della nascita dei vecchi dei pagani in Primis Mitra in cui coincide la simbologia della grotta , del bue e soprattutto lo stesso giorno di nascita ma anche di Osiride . La vita di Gesu' è stata molto romanzata con l'inserimento di molti elementi pagani .

    RispondiElimina
  10. E' un'esegesi simbolica molto brillante, ma in gran parte destituita di fondamento. Se le letture letterali a volte sono da rifiutare, quelle esoteriche non sempre colgono nel segno. Molti aspetti si dovrebbero ricondurrre all'ambiente esseno-zelota e a culti pagani. Ad esempio i tre maghi (non magi) adombrano le stelle della cintura di Orione, la mirra e l'oro alludono ai DUE Messia esseni, uno sacerdotale ed uno regale. Il £Cristianesimo" è un pastiche, un labirinto in cui non è facile orizzontarsi. Il 25 dicembre è data che con i Messia non c'entra niente.

    Ciao

    RispondiElimina

Se il post ti è piaciuto, non dimenticare di condividerlo e lasciare un commento.

N.B. Non saranno pubblicati commenti espressi con linguaggio offensivo o violento, e critiche non motivate / argomentate.

Leggendo le nostre DOMANDE FREQUENTI potrai crearti un'idea più precisa sul nostro approccio ai temi trattati nel blog.

GRAZIE per il contributo e la collaborazione

SISTEMA


MITI E LEGGENDE