26 marzo 2013

Una Provvidenziale Eccezione

Haarpo

Salve, sono un libero cittadino (in realtà un suddito) di una repubblica democratica fondata sul lavoro (in realtà un'oligocrazia schiavista fondata sulla disoccupazione) messa su da un esercito di eroi valorosi in giubba rossa (in realtà fu la massoneria) dopo una campagna di unificazione (in realtà un'invasione violenta coi controfiocchi e comprensiva di saccheggio) andata in onda 150 anni fa su questi stessi schermi. Mentre tante nazioni oggi sono schiave di malvagi dittatori (in realtà leader politici indipendenti) il mio paese è indipendente (in realtà una colonia) e sovrano (in realtà fu svenduto ad un'orchestrina di mitomani coi fanghi d'alga al posto del cervello).

Appena sono nato mi hanno dato il benvenuto con un siero chimico chiamato vaccino polivalente (in realtà per quanto ne so possono avermi iniettato di tutto) e mi hanno registrato all'anagrafe (in realtà mi hanno accatastato come una risorsa di proprietà di chi mi possiede). Quindi mi hanno spedito a scuola (in realtà un centro legalizzato di manipolazione mentale) dove mi hanno insegnato come funziona il mondo (in realtà mi hanno insegnato a non pensare).

Oggi ho la fortuna di lavorare perché mi hanno insegnato che chi non lavora non ha dignità e manco merita tanto di vivere, al contrario di chi lavora nella mitica economia reale (in realtà un porcilaio gestito da un branco di psicopatici che mentre la gente fa la fame mandano al macero cibi buoni per produrne di nuovi, diffondono il cancro con gli inquinanti, progettano oggetti fatti per scassarsi presto ma che in compenso costano così tanto che possono permetterseli solo quelli che non ne hanno bisogno). Assumo molte polveri sottili e pochi spicci e sgobbo come uno schiavo egizio per mantenere il mio tenore di vita (in realtà per non essere vaporizzato dai furti legalizzati dell'economia irreale, detta anche finanza) e assicurarmi un futuro solido (in realtà qualche soldo da parte per non finire sotto un ponte in questa o nella prossima crisi che si inventeranno per spennarmi legalmente).

A proposito di legalità, ciò che chiamano giustizia in realtà con la giustizia non c'entra una beneamata mazza. Delitti infami contro la vita e la dignità umana sono commessi ad ogni ora del giorno e della notte da cricche di annoiati mentecatti ricchi sfondati che giocano agli illuminati sulla pelle dei popoli mentre le carceri traboccano di tossici, immigrati e gente comune costretta a delinquere per non morire di fame.

Per distrarmi gioco ai video-poker (in realtà pago una delle tante tasse occulte con cui i soldi tornano alla velocità della luce nelle casse dei Creditori Originari), o me ne vado al cinema (in realtà pago di tasca mia per farmi programmare il cervello) e a vedere la partita di pallone (in realtà una valvola di sfogo messa lì ad hoc per drenare la rabbia della schiavitù). Mi nutro di cibi che di sapore sembrano normali ma in realtà sono pieni di ormoni, conservanti, coloranti, geni modificati, fluoruri e altri elisir di lunga vita. Per tutelare la mia salute mi affido a dei distinti signori in camice bianco delegati alla cura delle persone, che però in realtà pensano solo al portafogli ed invece di curarmi mi mungono come una vacca da soldi.

Ogni sera guardo la televisione per informarmi sulle notizie più importanti nel mondo (in realtà mi faccio riempire la testa di campagne di manipolazione fatte per stimolare le mie emozioni negative e stamparmi in testa un'idea della realtà che alimenti la mia attitudine alla subalternità.

Infine circa ogni 4 anni voto per eleggere il parlamento perché penso che in questo posto maledetto dove niente è come sembra, il voto politico sia una provvidenziale eccezione. E vai col liscio.


Post correlati: Come Battere il Sistema Truccato
Post correlati: Oltre i Parafulmine
Post correlati: Il Grande Film
Post correlati: Uccidete la Democrazia- Deaglio - Cremagnani

Il Guscio Vuoto - Metamorfosi di una Democrazia

15 commenti:

  1. Ecco adesso ho voglia di suicidarmi

    RispondiElimina
  2. se il post dice scemenze, perché deprimersi? se non dice scemenze, forse le cause della tua depressione vanno ricercate altrove. fare come gli struzzi a questo punto non è che serva gran che

    RispondiElimina
  3. una sintesi perfetta della situazione.....

    RispondiElimina
  4. Una profonda analisi della realtà.

    RispondiElimina
  5. La domanda è questa: perchè stare lì a smenarsela con questi pensieri e a concentrarsi solo sul bicchiere mezzo vuoto?
    Ste cose già le sappiamo, ci è d'aiuto questa prospettiva?
    Non credo.

    RispondiElimina
  6. Geniale, ma non ho capito chi l'ha scritto, questo Harpo?

    RispondiElimina
  7. grande!!! E' più o meno ciò che penso, solo che nel mio caso un po' gliel'ho messo in culo. sapendo e spegnendo strani rettangoli luminescenti (tv) per sempre....

    RispondiElimina
  8. @ anonimo nr. 3 ... sei certo che tutti siano consapevoli di questi temi? riunirli in un unico post forse aiuta a fotografare meglio la situazione. quanto al bicchiere.... oggi come oggi io lo vedo pieno solo per 1/5, ben che vada...

    @ massy ... si l'autore è haarpo. ogni tanto passa di qui, lascia un post e si dilegua.

    @ anonimo nr. 4 ... grande anche tu, per quanto la retro-ingegneria della comunicazione è oggi forse l'unico mezzo a disposizione per cercare di mappare l'agenda del giorno del potere. insomma anche la tv ha il suo rovescio della medaglia, e può essere un cavallo di troia contro i burattinai. a patto di saperla guardare e interpretare.

    ciao

    RispondiElimina
  9. Le vie di uscita ci sono..
    non certo continuare a piangersi addosso

    RispondiElimina
  10. anonimo scrivi un articolo (o segnalane uno) in cui sono indicate le possibili vie d'uscita. poi ce lo invii e noi lo pubblichiamo. ciao

    RispondiElimina
  11. La soluzione esiste eccome. Per farvela breve guardatevi "Il pianeta verde" di Coline Serreau. Vedrete sarà come un risveglio. Ciao.

    RispondiElimina
  12. Medy, bel film. sono belle anche la repubblica di platone e l'utopia di moore. il problema qui è la concretezza. ciò detto: come risolvere nella pratica i nostri problemi mediante il film 'il pianeta verde'? ciao

    RispondiElimina
  13. DON'T PANIC!
    eccoti il mio modesto contributo per farti uscire dall'incubo che descrivi o almeno per guardarlo con una prospettiva più distaccata
    elenco solo cose che ho direttamente sperimentato
    1) la tv la puoi semplicemente eliminare, portala in discarica, risparmierai anche i soldi del canone sempre che già lo paghi
    2) puoi star tranquillo che quando sei registrato all'anagrafe non diventi di proprietà di nessuno, la storiella della registrazione come risorsa ecc ecc è una di quelle favolette basate sul nulla (ovvero su interpretazioni fraudolente di antiche scartoffie) spacciate come antisistema, anche se è assurta al livello di religione rivelata per quanti le danno credito.
    3)hai la possibilità di scegliere cibo migliore, di ottima qualità, da coltivazione locale e magari anche biologico, ci sono molti sistemi per accedervi che vanno dal coltivarsi un orto da soli al sostenere i piccoli agricoltori locali, al partecipare attivamente ad un gas (gruppo d'acquisto solidale). Ma tutti questi sistemi richiedono l'impiego di tempo ed energie, che così andrebbero sottratte alle inutili lamentele :-)
    inoltre sosterresti l'attività di tante persone che si impegnano, con molti sforzi, a produrre cibo di qualità perché davvero ci credono (ce ne sono molte!)
    3) a quel punto e con uno stile di vita sano (che esclude di per sé il video poker) cioé meno tempo al pc e più attività fisica, non avrai bisogno neanche delle medicine chimiche perché non ti ammalerai o lo farai molto meno... e se dovesse accadere, sta a te decidere che tipo di rimedi usare, se chimici o naturali
    4) passa del tempo con le persone che ami
    5) dedicati a qualche attività che ti piace e che ti dia soddisfazione, qualsiasi attività creativa va bene, ognuno ha le sue diverse inclinazioni... ma l'importante è che ti dia piacere farlo e che tu ti ci applichi con gioia. Certo dopo una giornata di lavoro non è facile trovare il tempo, ma di solito quando una cosa piace lo si trova comunque
    6) fai ogni tanto un gesto totalmente gratuito per qualcuno, qualcosa per cui non ti aspetti assolutamente nulla in cambio, ma proprio nulla di nulla neanche a livello relazionale (del tipo "quella persona poi sarà mia amica" ecc. ) Dev'essere completamente incondizionato!
    7) almeno tre volte al giorno esprimi gratitudine alla Forza della Vita (nel modo in cui più ti piace definirla) per qualcosa che hai o che vivi e che sicuramente dai per scontato (un lungo elenco)
    E' tutto solo questione di scelta, di passare dalle parole all'azione.
    il mondo ti sembrerà già diverso quando arriverà il momento di votare...

    RispondiElimina
  14. Ops! nel mio commento precedente bisognerebbe sostituire "incondizionato" con "disinteressato"... non mi veniva in mente mentre scrivevo e così mi suona meglio.

    RispondiElimina

Se il post ti è piaciuto, non dimenticare di condividerlo e lasciare un commento.

N.B. Non saranno pubblicati commenti espressi con linguaggio offensivo o violento, e critiche non motivate / argomentate.

Leggendo le nostre DOMANDE FREQUENTI potrai crearti un'idea più precisa sul nostro approccio ai temi trattati nel blog.

GRAZIE per il contributo e la collaborazione

SISTEMA


MITI E LEGGENDE