19 febbraio 2014

La Storia Antica è una Bufala? Fomenko e la Nuova Cronologia

nuova cronologia, fomenko Anticorpi.info

Molti degli eventi descritti dalla storiografia ufficiale in merito all'antichità sono pure e semplici invenzioni basate su una sfilza di equivoci metodologici e dati mai verificati accettati come assiomi dagli storiografi moderni. E' questa, in parole povere, la spiazzante teoria - denominata 'Nuova Cronologia' - avanzata dal prof. Anatolij Timofeevič Fomenko, matematico, fisico e scienziato presso l'Università statale di Mosca.

Le idee della Nuova Cronologia sono una continuazione diretta delle idee iniziali di Nikolaj Aleksandrovič Morozov e potrebbero essere considerate come una evoluzione delle teorie del francese Jean Hardouin. 

In particolare Fomenko afferma:
  • che differenti versioni degli stessi eventi storici furono contestualizzatì con vere date e locazioni da parte di storici e traduttori, creando "copie fantasma" multiple di questi eventi. Tali 'copie fantasma' risultano spesso distanziate da periodi lunghi secoli o addirittura millenni;
  • che tutti questi eventi, reali e fittizi, sono stati incorporati nella cronologia tradizionale;
  • che, come conseguenza, la cronologia ritenuta universalmente corretta sia in realtà sbagliata e ripeta eventi principalmente dal 900 in avanti;
  • che questa cronologia fu essenzialmente inventata nel sedicesimo e diciassettesimo secolo;
  • che la datazione archeologica, la datazione dendrocronologica, la datazione paleografica, la datazione al Carbonio 14, ed altri metodi di datazione di fonti antiche ed artefatti conosciuti al giorno d'oggi sono erronee, non esatte o dipendenti dalla cronologia tradizionale;
  • che non esiste un solo documento che possa essere verosimilmente datato precedentemente all'XI secolo;
  • che l'Antica Roma, l'Antica Grecia e l'Antico Egitto furono creati durante il Rinascimento dagli umanisti e dal clero;
  • che l'Antico Testamento sia probabilmente un rendiconto di eventi accaduti nel Medioevo, e che il Nuovo Testamento sia in realtà più vecchio dell'Antico Testamento;
  • che la cronologia convenzionale presenta molte incoerenze, generalmente ignorate, dando la percezione che tali incongruenze non esistano;
  • che gli oroscopi egiziani evidenziano periodi dal 1000 fino al 1700 al più tardi;
  • che il Libro della Rivelazione o Apocalisse di Giovanni che noi conosciamo, conterrebbe un oroscopo risalente al 25 settembre - 10 ottobre 1486, compilato da un cabalista di nome Johannes Reuchlin;
  • che gli oroscopi contenuti sulle tavolette sumere/babilonesi hanno una ricorrenza di 30-50 anni sulla linea temporale e che quindi sono inutili per la datazione;
  • che le tavolette delle eclissi cinesi sono inutili per la datazione poiché contengono troppe eclissi che non si sono mai verificate. (Fonte).

Mai come in questo caso, se le teorie di Fomenko fossero fondate, varrebbe la pena di citare Orwell: "Chi controlla il passato controlla il futuro", e Santayana: "La storia è un mucchio di bugie su eventi che non sono mai accaduti, raccontati da persone che non erano lì per vederli."

Proponiamo di seguito una intervista rilasciata ad Italo Cillo (del blog Miglioriamo) dal ricercatore ed autore Varo Venturi.

Buona visione.



Tratto dal canale YT Stefano S

Post correlati: La Pompei Sepolta nel 1631 Svela i Mille Anni Mai Esistiti
Post correlati: Il Falso Tempo della Storia - G. Conforto
Post correlati: Timeline Alternativa del Pianeta Terra
Post correlati: Gli Oopart - Oggetti Fuori Tempo
Post correlati: Cultura Manipolata, Religione ed Illuminati
Post correlati: Tag Storia

400 Anni d'Inganni - Libro

E se il nostro passato fosse tutta "un'altra storia" ?

9 commenti:

  1. Non è forse un caso se gli eruditi che elaborarono la cronologia ufficiale furono Gesuiti. E' prematura qualsiasi conclusione, ma non è improbabile che la Compagnia abbia voluto celare qualcosa di innominabile. Forse che il Cristianesimo è un'invenzione?

    Ciao

    RispondiElimina
  2. zret, qualcosa di inventato c'è di sicuro, ma il vangelo in molti passi è talmente bello che fatico a credere che si sia trattato di pura invenzione per fini politici. forse quel messaggio era talmente edificante che dovettero impegnarsi per banalizzarlo e, nei secoli, renderlo odioso.
    un caro saluto
    v.

    RispondiElimina
  3. Sì, il messaggio del Messia di Aronne è molto bello, ma pensavo alla costruzione teologica che promana dai Vangeli. Stavo pensando che, visto che la cronologia di Fomenko si basa in parte sulle eclissi lunari, si potrebbe vedervi un riferimento ad un satellite che forse non è sempre apparso nello stesso modo. La Luna, infatti, potrebbe non essere quel che sembra. Pensavo anche alla cronologia Maya che predice con esattezza le eclissi solari: la ricostruzione di Fomenko considera la linea temporale Maya?

    Ciao

    RispondiElimina
  4. Eccone un altro che sputa la sua teoria senza avere la minima cognizione delle metodologie e degli strumenti critici utilizzati nella ricerca storica come disciplina scientifica. Che non abbia la minima cognizione lo dimostra quello che scrive.
    Il fatto è che persino la storia "ufficiale", "scritta dai vincitori" e che sicuramente ha bisogno di molte rivisitazioni, correzioni e verifiche, anche così ha davvero molto da insegnarci, se solo la si studiasse. Sarà per questo che cercano costantemente di affossarla?
    Ele

    RispondiElimina
  5. Suggestiva ma deboluccia come teoria... In particolare sulle duplicazioni di documenti che passano dal parlare di una persona al parlare di un'altra vissuta molto prima o molto dopo, in una città diversa etc. Ok che si possono fare dei calcoli sulla correlazione statistica di documenti etc. Ma non mi pare reggere. E la Oetzi? Le mummie egizie? insomma tra chi vuole estendere la cronologia e chi vuole restringerla sembra quasi che non si voglia più che si studi la storia... Io sono del parere che voler vedere il passato remoto sia come voler vedere nel futuro ma non so perchè dei sumeri, dei babilonesi, degli egizi, dei greci, dei romani e compagnia cantante io mi fido abbastanza

    RispondiElimina
  6. Ma infatti Fomenko non nega l'esistenza di quasi tutte le civiltà, ma la collocazione cronologica....e qui si può sproloquiare quanto si vuole, ma le incongruenze ci sono, e pure tante....

    RispondiElimina
  7. (continua da sopra) Per esempio un sacco di persone credono che la civiltà maya risale a 2000 o 3000 anni fa, mentre invece.... capito il senso? è facile sbagliarsi, ed è facile confondere le idee di chi crede a tutto quello che l'accademia dà per scontato. saluti

    RispondiElimina
  8. ma vi immaginate nell'epoca degli antichi egiziani, migliaia di anni, 5000 per l'esattezza fino all'inizio della nostra epoca nell'anno 0, sempre a vivere nella stessa maniera, 5000 anni in cui nessuno si sia sognato di che so pensare ad una nuova architettura, oppure a delle nuove invenzioni, 5000 anni vissuti come in una fotografia, sempre uguali a se stessi, quando nella nostra epoca in cento anni siamo passati dai cavalli ai cavalli motore fino alla propulsione atomica, mentre loro per 5000 anni niente, sempre a costruire piramidi, e mummificare i faraoni, poi sono arrivati i greci antichi e anche li per secoli hanno vissuto uguali a se stessi fino all'arrivo dei romani che in 800 anni di storia hanno pensato bene di inventare le canalizzazioni, per far zampillare il vino dalle fontane o fare le battaglie navali nel colosseo.

    RispondiElimina
  9. Beh non lo vedo così strano... noi stessi resteremmo uguali nel caso il pianeta potesse continuare a sopportarci. Certo faremmo forse grandi scoperte tecnologiche ma tra 2000 anni cosa resterebbe a testimoniarlo? Altre epoche altri equilibri forse, chi può saperlo?

    RispondiElimina

Se il post ti è piaciuto, non dimenticare di condividerlo e lasciare un commento.

N.B. Non saranno pubblicati commenti espressi con linguaggio offensivo o violento, e critiche non motivate / argomentate.

Leggendo le nostre DOMANDE FREQUENTI potrai crearti un'idea più precisa sul nostro approccio ai temi trattati nel blog.

GRAZIE per il contributo e la collaborazione

SISTEMA


MITI E LEGGENDE