15 febbraio 2014

CINEMA E MANIPOLAZIONE (Varo Venturi) - Nuovo Mondo

cinema, lavaggio del cervello Il critico Ricciotto Canudo nel 1921 lo definì la Settima Arte, ma fin dal giorno in cui Edison brevettò la ruota a rocchetto, 100 anni prima, al media cinematografico sono stati attribuiti molti nomignoli, tra cui il ridondante: fabbrica dei sogni.

In realtà piuttosto che sogni, da molti decenni il Cinema si occupa di fabbricare quasi esclusivamente incubi, sotto forma di alienazione, persuasione e disinformazione, come spiega l'ottimo testo di Varo Venturi citato in questa puntata di Nuovo Mondo, a cura di Alessandro Sieni. 

Non solo. La teoria avanzata dal ricercatore e regista romano si spinge a ipotizzare che gli input veicolati da film e fiction siano in grado di agire sulla genetica, condizionando la struttura organica, oltre che psichica, delle generazioni di spettatori che nel tempo si susseguono.

Buon ascolto.


Post correlati: Suoni della Apocalisse e Progetto Blue Beam - Nuovo Mondo
Post correlati: I Nuovi Orizzonti della Giustizia Onirica
Post correlati: Cinema Americano e Colonizzazione Culturale
Post correlati: Tag Cinema


La Biologia delle Credenze

Come il pensiero influenza il DNA e ogni cellula

Nessun commento:

Posta un commento

Se il post ti è piaciuto, non dimenticare di condividerlo e lasciare un commento.

N.B. Non saranno pubblicati commenti espressi con linguaggio offensivo o violento, e critiche non motivate / argomentate.

Leggendo le nostre DOMANDE FREQUENTI potrai crearti un'idea più precisa sul nostro approccio ai temi trattati nel blog.

GRAZIE per il contributo e la collaborazione

SISTEMA


MITI E LEGGENDE