23 aprile 2014

Fede nel Nulla - A. Zichihi

materialismoMia carissima nemica, quante litigate sul Nulla

prof. A. Zichichi

Il più bel ricordo che ho di Margherita Hack è quando a Siena mi disse che preferiva il Nulla.
Eravamo entrambe ospiti dell’Arcivescovo di Siena, monsignor Gaetano Bonicelli, che aveva deciso di dar vita a una serie di incontri tra scienziati, uno credente e l’altro ateo.
La serie veniva aperta da noi due.

La Chiesa Universitaria era stracolma. Attacca lei e spiega i motivi per cui non poteva credere in Dio. Nel mio intervento spiego i motivi per cui io credevo (e cre­do) in Dio.

Ed ecco come viene fuori il Nul­la. Il messaggio che viene dalla Scienza - dicevo e dico - è che esiste una Logica Rigorosa cui il mondo è obbligato ad obbedire, dall'universo subnucleare all'universo fatto con stelle e galassie. La pro­fessoressa Hack lavorava studiando l’universo fatto con stelle e galassie. Io lavoro invece studiando l’universo sub-nucleare, le cui leggi e regolarità sono necessarie per capire che cos'è una stella. E infatti il mistero del Sole ha resistito fino a quando - a metà degli anni ’40 del secolo scorso - non è stato capito che cos'è una stella. (...)

Se l’universo sub-nucleare non fosse retto da una logica rigorosa io sarei disoccupato. Non saprei cosa fare domani. Né avrei mai potuto far niente nella mia carriera di fisico impegnato a decifrare la logica scritta nel libro della natura. Se c’è una logica deve esserci un Autore. Ecco perché io credo in Colui che ha fatto il Mondo. L’ateismo nega l’esistenza dell’Autore. Negare l’esistenza di tale logica equivale a negare l’esistenza della Scienza. L’ateismo non sa dimostrare com'è possibile l’esistenza di una logica senza che ci sia Colui che di questa logica è l’Autore. Ecco perché io dico che l’ateismo non è atto di ragione ma di fede nel Nulla.

A questo punto Margherita chiede il microfono all’arcivescovo e dice: «Sono d’accordo con ciò che ha detto il professor Zichichi. Io, Margherita Hack, preferisco l’atto di fede nel Nulla all’atto di ragione che mi porterebbe a credere in Dio». In molte occasioni ho citato come esempio di onestà intellettuale questa affermazione di Margherita Hack. Iddio solo sa quanto ci sia oggi bisogno di onestà intellettuale. (...)

Margherita Hack era con noi nel sostenere che le grandi conquiste della Scienza e le conseguenti invenzioni tecnologiche possono creare tecnologie interamente dedicate al benessere e al progresso civile e sociale soltanto se si smantellano i laboratori che lavorano a porte chiuse.

Bisogna distinguere nettamente la Scienza dalla Tecnica. Noi scienziati abbiamo la responsabilità delle scoperte scientifiche. La responsabilità di privilegiare le invenzioni tecnologiche pericolose per la vita e per il rispetto dei valori su cui si fonda una società libera, democratica e civile, è del potere politico ed economico (non sottovalutiamo il potere giudiziario - n.d.A.). Affinché le scoperte scientifiche siano interamente dedicate al benessere e al progresso civile e sociale è necessario che l’utopia della scienza senza segreti e senza frontiere diventi realtà.

Margherita Hack è un esempio di onestà intellettuale e di forte impegno per la più civile delle battaglie culturali: scienza senza segreti e né frontiere. 

Sintesi di un articolo pubblicato su Il Giornale
Link diretto all'articolo completo:
http://www.ilgiornale.it/news/cultura/mia-carissima-nemica-quante-litigate-sul-nulla-931804.html

Post correlati: Dal Big Bang all'Illuminazione
Post correlati: Se il Medico Ora Abolisce la Coscienza
Post correlati: L'Aldilà Esiste. Parola di Scienziato
Post correlati: Tra 'Custodi' e 'Divulgatori' di Spiritualità
Post correlati: Tag Scienza

Dio e la Scienza - Libro

Nessun commento:

Posta un commento

Se il post ti è piaciuto, non dimenticare di condividerlo e lasciare un commento.

N.B. Non saranno pubblicati commenti espressi con linguaggio offensivo o violento, e critiche non motivate / argomentate.

Leggendo le nostre DOMANDE FREQUENTI potrai crearti un'idea più precisa sul nostro approccio ai temi trattati nel blog.

GRAZIE per il contributo e la collaborazione

SISTEMA


MITI E LEGGENDE