31 gennaio 2015

Attacchi di Panico: 11 Note per Comprenderli e Affrontarli

attacchi di panicoFrankpro
Anticorpi.info

Ecco 11 note sui possibili modi di affrontare e comprendere il non facile problema degli attacchi di panico. Problema sempre più diffuso in una società che nel rincorrere cose effimere non s'è accorta che nel frattempo sta perdendo il senso profondo della libertà individuale.

In tutti i modi, queste note provano a lanciare dei piccoli spunti di approfondimento per chi ne soffre, e sono in parte tratti dalla mia esperienza, in parte da cose che ho letto ed in parte dal confronto con altre persone che ne hanno sofferto e con cui ho parlato.

L'approccio qui è sempre quello dell'auto-aiuto, ma anche quello del 'curarsi da soli' che poi, andando a ben vedere, è l'unico vero modo di curarsi. Ma sopratutto di guarire.

Perché la sofferenza e la malattia possono essere considerati una grande opportunità di crescita più che una sfortuna, a ben guardare, e in quest'ottica lasciare la soluzione soltanto al mercato e ai meccanici del corpo e della mente, ci depriverà sempre di grandi frammenti della nostra anima.

Buona lettura.

1- In caso di adp cosa puoi fare: ti puoi fermare e chiudere gli occhi - sai che se ti isolassi a livello acustico l'assenza di questa informazione potrebbe peggiorare la tua ansia, dunque tienine conto – poi puoi metterti a controllare il respiro. Ma la prima cosa da fare in assoluto, prima ancora di riuscire ad arrivare a controllare il respiro, è quella di andare più volte in totale espirazione, più che puoi: soltanto dopo ripetute, profonde espirazioni, quando hai recuperato un po' di controllo su te stesso, puoi provare a controllare il respiro.

2- In caso di adp sai che potresti trovarti in una condizione che hai associato all'adp: in autobus o in metro, pressato dalle persone; in ascensore; in mezzo alla folla di un grande evento, ecc. Tieni a mente che anche in quel frangente hai diverse opzioni, varie scelte che vanno dal controllo di te stesso fino all'uscire fisicamente da quella circostanza, con ragionevolezza e calma (due cose che potrebbero mancarti in caso di adp, è chiaro, ragion per cui occorre che ci pensi prima, quando decidi di metterti in quella condizione). Per fare un esempio concreto: sapere tecnicamente come si può aprire un ascensore bloccato, può rassicurare molto chi lo prende. 
Al che si può agire.
2a- Puoi svolgere l'esercizio del punto 2 a casa, con calma, con la sola visualizzazione, svolgendo mentalmente tutti i passi, più volte.

3- Per esperienza so che l'alimentazione acida può fungere da innesco di adp o peggiora e sostiene il problema. Qualora ti debba sottoporre a circostanze stressanti è molto utile mantenere una corretta alimentazione, il più alcalina possibile. L'ansia è il terreno di coltura degli adp. Niente ansia equivale a niente attacchi di panico. Quindi ben vengano le attività che bruciano l'ansia.

4- Imparare la tecnica di apnea praticata dai subacquei.

5- Il libro de I-Ching, nell'esagramma L'Arresto (La Quiete, il Monte), parla di “imparare a tenere fermo il proprio sostare” e rimanda ad appositi esercizi fisici i quali consentono di tenere la schiena nella corretta postura, cosa che consentirebbe di mantenere calmo anche il pensiero. Dice: sostare quando è tempo di sostare e procedere quando è tempo di procedere, così vi è vera luce di vita, dato che per il taoismo la calma interiore non è uno stato che si può acquisire durevolmente ma dipende solo dalla nostra capacità di mantenere in equilibrio queste due forze. Meditarci su.

6- Studiare qualche tecnica di Escapologia, la tecnica in cui Houdini era maestro. Anche nell'ottica che fare qualcosa di più difficile ed estremo del problema che riteniamo di avere, rende il nostro problema del tutto insulso!

7- Da letture dei testi di Trutz Hardo, tra i maggiori terapeuti mondiali in tema di regressione alle vite passate, si capisce che certe esperienze di morte, in nostre vite precedenti (per chi ci crede), diventano presto, in questa vita, delle neuroassociazioni negative. Una nota per chi si domanda il perchè della sua sofferenza in questa vita.

8- Leggere e approfondire i concetti di neuroassociazione e di ancore descritti nella PNL e sperimentarli. Applicarli.

9- In Shock Economy si racconta delle torture e deprivazioni subìte dai prigionieri cileni rapiti dai soldati del regime di Pinochet. Mi sono chiesto come possano avere vissuto i sopravvissuti a quegli orrori. Questo punto è collegato al nr.7: se non riesci a immaginare (meglio dire a ritrovare) una tua morte dolorosa e inaccettabile in vite pregresse, che abbia determinato la tua sofferenza di oggi, rifletti sulle storie delle torture di cui sopra, raccontate da Naomi Klein. A volte una morte dolorosa ed in condizioni di panico, avvenuta in una vita passata, può emergere in un sogno o dall'essere messi a conoscenza di certi fatti reali, accaduti a terzi.

10- Domandati di cosa è proiezione in senso freudiano il tuo adp. Quale parte della tua ombra vuole manifestarsi? Credo che spesso la risposta sia l'impotenza a cui siamo stati soggetti in un momento di mancanza di consapevolezza, introiettata e mai rielaborata.

11- Ricerca incessantemente e trova il tuo Potere Personale ed esplicalo. Non ti stancare mai di svolgere e compiere questo lavoro.
---

Articolo pubblicato sul blog Ada Vede
Link diretto:
http://blog.libero.it/adavede/13074837.html

Post correlati: 4 Punti per la Guarigione
Post correlati: Ansia: Cause e Rimedi Naturali
Post correlati: Ansiolitici - N. Balasso
Post correlati: Il Fallimento della Psichiatria
Post correlati: Falsa Libertà e Libero Arbitrio
Post correlati: Il Potere Personale Come Chiave per il Cambiamento
Post correlati: I Segreti del PH
Post correlati: La Dottrina dello Shock - Naomi Klein
Post correlati: Cos'è I-Ching
Post correlati: Pesci Rossi e 'Vecchio' Ordine Mondiale
Post correlati: Anatomia dell'Irrequietezza - B. Chatwin
Post correlati: Tag Consigli

Ansia, Fobie e Attacchi di Panico







Nessun commento:

Posta un commento

Se il post ti è piaciuto, non dimenticare di condividerlo e lasciare un commento.

N.B. Non saranno pubblicati commenti espressi con linguaggio offensivo o violento, e critiche non motivate / argomentate.

Leggendo le nostre DOMANDE FREQUENTI potrai crearti un'idea più precisa sul nostro approccio ai temi trattati nel blog.

GRAZIE per il contributo e la collaborazione

SISTEMA


MITI E LEGGENDE