4 maggio 2015

Chi Domina il Mondo? - 3 - Pandemia

caosdi P. Jones
Traduzione di Anticorpi.info
Continua dalla Seconda Parte

"Nel mondo occidentale del 20° secolo parole come 'bene' e 'male' suonano quasi comiche. Sono percepite come concetti 'vecchio stile', ma in realtà si tratta di condizioni molto reali e tangibili. Questi sono concetti provenienti da un sfera che ci è superiore. E anziché perderci nei nostri piccoli calcoli e miopi giochi politici dovremmo riconoscere che malvagità ed odio stanno fluendo in tutto il mondo. Noi dovremmo contrastarli anziché affrettarci a dare, dare, dare qualsiasi cosa vogliano fagocitare. "
Alexander Solzhenitsyn

Introduzione.
Nelle prime due parti dell'articolo abbiamo esaminato diversi elementi - seppure desunti da una serie di miti - secondo i quali il `seme` di Lucifero e degli angeli caduti sia sopravvissuto al diluvio biblico. Adesso è il momento di tirare le fila del discorso congiungendo i puntini e proiettandoci fino ai giorni nostri per rispondere alla domanda espressa nel titolo, cioè: chi domina il mondo?

Benché dovrebbe essere superfluo specificarlo, vi invito a considerare questo saggio come un'ipotesi. Io non ero presente, non ho sperimentato con i miei sensi le antiche circostanze esaminate in questo lavoro. D'altra parte mi auguro che il lettore possa intravedere in questa ipotesi una chiave di lettura delle orribili circostanze che ci troviamo a vivere in questo inizio del XXI secolo.

Ai fini del presente articolo, l'espressione `angeli caduti` si riferisce sia ai Nephilim - entità incorporee esiliate sulla terra al seguito dell'orgoglioso Lucifero - sia ai 'Figli del Dio' esseri anche noti con il nome di 'Vigilanti' o 'Veglianti' i quali - prese in mogli le figlie degli uomini - si rimisero agli ordini dell'angelo caduto Samyaza.

L'Origine del Male.
Gesù parlò di un 'omicida primordiale padre della menzogna' (Giovanni 8:44, NRSV). E' ad esso che attribuì l'origine di ogni male e sofferenza: a colui che elevò a sistema l'omicidio, la menzogna, l'inganno, l'odio; l'Avversario del genere umano, Lucifero, il diavolo (1 Pietro 5: 8).

Spesso ci troviamo a domandarci che genere di meccanismi si inneschino nelle menti dei criminali e dei tiranni; che tipo di impulsi dettino la loro mutazione in sadici genocidi, bestie incapaci di pietà e compassione; cosa induca un individuo a degradare se stesso così in profondità. Ebbene, questa mutazione rispecchia fedelmente quella che ebbe luogo in colui che - precipitando sulla Terra - mutò nella creatura nota come: Satana.

Le Scritture narrano che fu un angelo glorioso il cui nome - Lucifero, cioè 'portatore di luce' (Isaia 14:12) - ne esprimeva la grandezza. Dio lo descriveva come segue: "Eri il sigillo della perfezione, pieno di sapienza e perfetto in bellezza. Eri nell'Eden, giardino di Dio, coperto da ogni pietra preziosa. Eri il cherubino completamente unto e protettore. Eri sul monte santo di Dio e camminavi avanti e indietro tra le pietre di fuoco. Tu eri perfetto dal giorno che fosti creato, finché l'iniquità si impossessò di te."(Ezechiele 28: 12-15).

Lucifero era un essere molto speciale: "il cherubino unto che protegge", cioè un angelo le cui ali proteggevano il trono di Dio (cfr. Esodo 25: 17-20; Ebrei 9: 1-9, 23).

Ma qualcosa mutò in Lucifero. In tal senso, Dio gli dice: "Perché sei caduto dal cielo, o stella del mattino, figlio dell'aurora. Fosti gettato sulla terra, tu che abbattesti le nazioni e ti dicesti: 'Io salirò fino in cielo; innalzerò il mio trono oltre le stelle di Dio, siederò sul trono del monte dell'assemblea, sulle vette più elevate della montagna sacra salirò oltre le nuvole e mi farò uguale all'Altissimo." (Isaia 14: 12-14, NIV).

In altre parole Lucifero si auto-convinse di essere più grande del proprio stesso Creatore. Si ribellò a Dio con lo scopo di condurre se stesso e alcuni altri angeli al di sopra 'delle stelle di Dio.' (Apocalisse 01:20): "Ti sei cibato della violenza ed hai peccato. Quindi sei caduto in disgrazia dal monte di Dio, e io ti ho scacciato ... Il tuo cuore è diventato fiero a causa della tua bellezza, e la tua saggezza si è corrotta a causa del tuo splendore." (Ezechiele 28: 16-17, NIV).

Stirpe di Vipere.
Nel Nuovo Testamento Gesù parlò di due 'semi' distinti: uno proveniente da Dio attraverso Adamo, e l'altro proveniente da Satana e dagli angeli caduti (vedremo in dettaglio più avanti). Nell'ottavo capitolo del Vangelo di Giovanni, Gesù esprime il concetto quando affronta i farisei, definendo i sommi sacerdoti del giudaismo: 'il seme di Satana.'

Gesù alluse alla stirpe di Satana in varie altre occasioni, anche in forma allegorica. Nella parabola del Grano e la Zizzania narra la storia di un contadino che seminò del buon seme nel proprio campo, e del suo nemico che - giunto durante la notte - si dette a seminare 'erba cattiva' - la zizzania - in mezzo al grano. Quando i servi del contadino si accorsero che l'erba cattiva stava crescendo in mezzo al grano, chiesero al padrone se avessero dovuto estirparla. Il contadino rispose: "No, perché con essa potrebbe venire via anche una parte del grano e rovinare il raccolto. Lasciate che le due erbe crescano insieme fino al giorno del raccolto, quando i mietitori ammasseranno la zizzania e la bruceranno, e poi riporranno il grano nel mio granaio."

In Matteo 13: 38-39 Gesù spiega che il campo è il mondo; il grano - cioè il seme buono - sono i figli di Adamo, e le zizzanie sono i figli di Lucifero. Opponendosi ai farisei Gesù dice in Matteo 12:34: "Stirpe di vipere, come potete voi che siete malvagi parlare di cose buone?" Costoro denotavano tutte le caratteristiche del loro 'padre' Satana, e Gesù ne era molto ben consapevole.

E ancora:
"Guai a voi, ipocriti scribi e farisei, perché edificate sui sepolcri dei profeti, e mascherate le tombe dei giusti, e io dico, se fossimo stati nei giorni dei nostri padri, tutti noi non ci saremmo resi complici nel sangue dei profeti. Perciò voi siete testimoni di voi stessi, che siete i figli di coloro che uccisero i profeti. Degni figli dei vostri padri. Voi, vipere! Voi stirpe di vipere! Come sfuggirete al giudizio della geenna? Possa riversarsi su di voi tutto il sangue giusto che avete sparso sulla Terra, da Abele fino a Zaccaria, figlio di Barachias, che voi avete cacciato dal tempio e dall'altare."
Matteo 23: 29-35
E' mia convinzione che Gesù identificasse i farisei e la loro progenie come una razza del tutto diversa e separata dalla discendenza di Adamo e Seth. Una razza che con i matrimoni misti si propagò in ogni etnia conservando le caratteristiche orgogliose, lussuriose, omicide, calunniose degli angeli caduti da cui discendeva.

Le chiese canoniche si rifiutano di riconoscere a titolo definitivo il messaggio trasmesso da Gesù, che cioè l'erba cattiva, la zizzania, cioè i figli di Satana, in un tempo antico siano stati geneticamente 'seminati' nel campo dei figli di Adamo, e che - secolo dopo secolo - siano 'cresciuti' in mezzo al grano. Hanno l'aspetto di persone comuni, ma il loro sangue - del tutto privo di qualsiasi senso di divina giustizia - ribolle di odio e lascivia.

Come nella storia raccontata da Gesù, il seme di Dio si è incarnato in ogni razza, nazione e tribù, ma in mezzo ad esso si è tramandato anche il seme di Satana. In tutta la Bibbia sono registrati due lignaggi principali: quello del Signore e quello di Lucifero. Ad esempio, nella traduzione Weymouth Giovanni 3:12 dice: "Non dobbiamo assomigliare a Caino, figlio del maligno, il quale uccise il proprio fratello." Nella traduzione The Phillips si legge: "Nessuno di noi ha lo spirito di Caino, figlio del diavolo che uccise il proprio fratello." E anche la Nuova Bibbia Inglese traduce come segue: "A differenza di Caino, che era figlio del maligno ed uccise il proprio fratello (...)"

I versetti biblici più citati dai teologi a supporto della teoria secondo cui ancora oggi sulla terra camminerebbero (letteralmente) i discendenti di Caino e Satana si trovano in Giovanni 8: 31-33, passo in cui Gesù si rivolge ai Giudei; "Se perseverate nella mia dottrina sarete miei discepoli, e conoscerete la verità, e la verità vi renderà liberi." Essi gli risposero: «Noi siamo seme di Abramo, e [non abbiamo bisogno di essere liberati perché] mai siamo stati schiavi di alcuno."

Ma anche un lettore occasionale della Bibbia sa bene che tutti i figli di Abramo caddero in schiavitù. Ecco la prova che le genti a cui Gesù si rivolgeva non fossero reali discendenti di Abramo. Se fossero appartenuti ad una delle dodici tribù d'Israele sarebbero stati schiavi in Egitto. Se fossero appartenuti alle dieci tribù settentrionali sarebbero stati schiavi in Assiria. Se fossero appartenuti ad una delle due tribù del regno meridionale di Giuda sarebbero stati schiavi in Babilonia. Tuttavia i Giudei affermano di non essere mai stati schiavi di alcuno, dimostrando di non appartenere a Israele né a Giuda. Alla luce di questo elemento, perché affermarono che l'ebraico Patriarca Abramo fosse uno dei loro antenati?

Gli Edomiti.
Esaù e Giacobbe, fratelli gemelli nipoti di Abramo, si presume appartenessero alla stessa stirpe. Tuttavia Esaù sposò due figlie di Canaan contravvenendo la legge del Signore. Così la sua linea si contaminò, perché tra i Cananei la linea satanica era prosperata in profondità.

I discendenti di Esaù trasmisero diffusamente il seme luciferino. La Bibbia ci riferisce che Esaù e le sue due mogli cananee si spostarono verso il monte Seir, in una grande catena montuosa situata a sud-est del Mar Morto. Qui è dove si diceva che vivesse l'Anakim. Tra le genti portatrici della linea di sangue degli angeli caduti vi erano gli Hurriti, cavernicoli noti anche come Horim.

Genesi 36: 20-30 elenca i discendenti di Esaù. Tra questi vi sono la famiglia di Seir, la linea Horeo tra cui la fanciulla Timna. Genesi 36:12 registra che Timna fu la concubina di Elifaz, figlio di Esaù, e che gli diede un figlio: Amalek. La Bibbia raffigura Amalek e la sua tribù - successivamente nota come la tribù degli Edomiti - in modo inequivocabile, affermando che rispecchiassero la loro linea di sangue satanica (Esodo 17: 8-16 e Numeri 20: 14-21).

Quando Nabucodonosor conquistò Gerusalemme, come da consuetudini militari di quei tempi saccheggiò e incendiò la città e fece a pezzi gli abitanti. A riprova della loro distanza dai `figli di Giuda,' gli edomiti - compiaciuti - si precipitarono per assistere passivamente al massacro. Il libro di Abdia è praticamente una continua condanna degli edomiti. Prevede il loro sterminio come punizione per le infamie di cui si maccchiarono. Rivolgendosi ad essi, Abdia dice: "A causa della vostra violenza contro vostro fratello Giacobbe, la vergogna vi coprirà, e sarete sterminati per sempre."

Gli edomiti importarono il seme satanico nel paese di Giuda attraverso due distinti processi migratori. Nel periodo in cui le tribù di Giuda e Beniamino soffrivano l'esilio in Babilonia, gli edomiti furono scacciati dal monte Seir dai Nabatei, popolo arabo proveniente da est. Così fuggirono nella direzione opposta; non ovest o sud-ovest in quanto ciò significava entrare in Egitto e sapevano di non essere abbastanza forti per affrontare gli egiziani. Di conseguenza andarono a nord-ovest e si stanziarono nel meridione di quello che fu il regno di Giuda.

La seconda ondata giunse quando Erode divenne re della Giudea sotto l'egida dell'Impero Romano. Nel 37 aC, Roma riconobbe formalmente all'edomita Erode il titolo di sovrano della Giudea. Sull'onda dell'evento i suoi seguaci edomiti invasero l'area. Si tratta dello stesso re Erode il quale dispose la strage degli innocenti con l'obiettivo di uccidere Gesù (re dei giudei in pectore - n.d.t.) ancora in fasce. 

Erode fu succeduto al trono del regno di Giudea dal figlio Erode Archelao, al quale i romani diedero il titolo di etnarca. Per dieci anni governò con i metodi tipici dei tiranni, fino al giorno in cui la gente esausta invocò l'intervento di Roma. Da allora in poi la provincia fu governata da una lunga serie di procuratori romani, di cui Pilato fu il sesto in carica. Sebbene il governo militare e politico fosse nelle mani dei procuratori romani, che riscuotevano le tasse per conto dell'impero, gli erodiani edomiti conservarono il controllo dell'apparato religioso e del tempio, e con essi quello della politica locale, con la facoltà di raccogliere tasse locali.

Gesù sapeva bene chi fossero. Riconobbe inequivocabilmente il seme satanico. Affermò chiaramente che fossero i figli di Lucifero. Sia l'Antico che il Nuovo Testamento riconoscono due distinte `linee di sangue': la linea adamitica dei figli di Yahweh, e la linea satanica dei figli di Satana, tramandata attraverso la linea di Caino e successivamente Esaù.

La Rabbia degli Angeli.
Il professor Paul D. Hanson di Harvard affrontando la narrazione della 'caduta' degli angeli nei Libri della Genesi e di Enoch, scrive:
"Tutto il male nel mondo è scaturito da un evento celeste: la ribellione di un essere divino e delle sue legioni, e la generazione risultante dalla loro prole perniciosa."
E' possibile che il racconto biblico degli 'angeli caduti' ci dica qualcosa a proposito dei tempi oderni, quantomeno circa le evidenti differenze di statura e potere esistenti tra gli uomini? Ad esempio il controllo esercitato sulle masse dalle elite 'illuminate.' Se ripensate alla storia dei Nephilim e dei Vigilanti e poi osservate i detentori del potere, col loro magnetismo e la nota tendenza ad anteporre i propri interessi a quelli delle 'persone della strada' non notate molti punti di contatto? Uomini e donne imponenti e fascinosi, del tutto convinti che debba essere la loro 'illuminazione' a governare tutti noi. E noialtri - la gran massa dell'umanità - perdutamente affascinati o intimiditi da costoro, non sembriamo quelle masse di genti che nell'antichità rivolgevano la loro adorazione ad 'apparenti uomini' auto-proclamatisi divini?

Per molti millenni la stirpe degli angeli caduti ha preservato se stessa con una incessante politica di incroci tra consanguinei. Essi sono i Cesari e i tiranni, gli imperatori e i sommi sacerdoti, i senatori e i signori della guerra, i cambiavalute e i legalisti, nascosti nei loro club esclusivi, circondati dai loro cherubini: soldi e sesso. Governano il mondo come se gli appartenesse, o per lo meno a titolo di 'procuratori' nel nome del loro satanico maestro.

Allo stato attuale pochi sembrano intuire il motivo per cui tante persone e intere società oggi siano diventate così rabbiose, blasfeme, immorali. La civiltà umana è come una razza morente il cui nucleo è diventato marcio. E' possibile che tutto ciò stia accadendo perché coloro che ci controllano e plasmano le opinioni tramite la manipolazione dell'istruzione, dei media e di tutta la cultura di massa non siano solo chi o cosa pensiamo che siano?

Nei primi tempi del cristianesimo, tra il II e il IV secolo d.C, la questione circa Satana e gli angeli caduti divenuti 'carne' posta in correlazione con la natura del male occupò i pensieri e dibattiti di coloro che definiamo: Padri della Chiesa, i quali erano convinti che i Malvagi non avessero mai smesso di camminare in mezzo agli uomini, e si rivolsero al Libro di Enoch in cerca di spiegazioni. Ad esempio, nel Secondo secolo Giustino Martire attribuì i mali del mondo all'opera dei discendenti dei Vigilanti caduti in disgrazia dopo la concupiscenza con le figlie degli uomini.

Tra i primi chierici più influenti vi fu Origene, che a causa dei suoi scritti fu poi bandito dalla Chiesa. Costui sosteneva che gli angeli avessero la facoltà di incarnarsi negli uomini, e con altri teologi del tempo ipotizzò che uomini capaci di commettere atrocità come Caligola, Nerone e ogni altro individuo sprovvisto di pietà e coscienza fossero fatti di tutt'altra pasta psicologica e spirituale rispetto agli altri esseri umani. Individui che in talune condizioni potevano reagire con una cattiveria disumana, senza pietà o rimorso. Una depravazione facilmente assimilabile al padre degli empi. Secondo Origene ed i suoi compagni, la causa della diffusa malvagità a quel tempo era da ascriversi alla continua presenza ed influsso dei Nephilim e Vigilanti nella vicende umane.

Non hanno rimorsi né rammarico per le loro esistenze malvagie e comportamenti malevoli poiché il sentiero del perdono fu sbarrato loro per sempre in un'era remota. Non hanno pietà per le loro vittime, macellate a milioni nel corso di guerre di aggressione combattute da individui incapaci di comprenderne le reali finalità. Essendo così colmi di malvagità ignorano le implorazioni di un'umanità allo stremo delle forze. Né accordano alcun risarcimento alle persone derubate dai cenacoli internazionalisti per 'salvare' gli istituti bancari. Invece, si impadroniscono del nostro oro rifilandoci in cambio moneta `fiat;' semplici pezzi di carta in cambio della nostra fatica.

Da tempo immemore, con le loro parole e azioni costoro ed i loro discendenti e proseliti erodono il nostro pianeta, la nostra civiltà, la nostra religione, i nostri cuori e le nostre anime. Proprio come i giganti descritti nella Genesi, i loro appetiti sono voraci ed insaziabili.

Come ho accennato nella prima parte, dubito molto che i miei simili siano così perversi da aver prodotto autonomamente una simile lucida malvagità. Solo Satana stesso insieme ai suoi angeli può avere intessuto un sistema così complesso, inattaccabile e diabolicamente astuto per soggiogare l'umanità al proprio dominio totale.

Questi esseri ed i loro discendenti sono relativamente pochi e fingono di essere come noi, perché è nell'anonimato, nella vigliaccheria, che risiede la loro forza. Si travestono da figli di Adamo, ma non lo sono. Sono l'origine della disperazione. Sono gli assassini, i torturatori, i carnefici. Coloro che hanno mosso incessanti guerre di aggressione e commesso atrocità inimmaginabili. Che hanno rinchiuso uomini, donne e bambini nei campi di concentramento della Germania nazista e della Russia sovietica, e che camminano ancora oggi in mezzo a noi, più potenti che mai, impegnati a massacrare tramite operazioni di false flag coloro i quali si fidano di loro e li considerano `protettori. E sempre essi sono i fautori dei massacri in Iraq e Afghanistan e della finta crisi finanziaria globale.

Eppure le colpe dei loro crimini contro l'umanità sono state regolarmente scaricate su razze o nazioni specifiche: italiani, tedeschi, ebrei, giapponesi, bianchi, neri, russi, americani, e via dicendo, cosa che ha permesso loro di sottrarsi alle sanzioni della giustizia umana, ma di certo non alla giustizia divina che li attende alla fine del loro lungo cammino terreno. Usando la strategia del divide et impera sono riusciti a mettere fratelli contro fratelli, mogli contro mariti, figli contro genitori, e al momento opportuno scateneranno il loro olocausto finale. Fin dall'alba dei tempi - infatti - questo è il gioco miserabile che hanno giocato contro l'umanità.

E adesso che la fine del gioco è imminente, sono sempre più indotti a sollevare il capo e sporgersi dai bastioni, e sempre più gente riesce a scorgerli. Non è poi così difficile: basta domandarsi a chi giovino gli eventi che sconvolgono il mondo, con tutta la gran confusione che sollevano.

Gli Illuminati.
`Illuminati` è il nome dato agli individui e organizzazioni segrete che operano singolarmente oppure in collaborazione per coronare il progetto di Lucifero, di cui si reputano discendenti. L'esistenza dell'Ordine può essere fatta risalire a Babilonia, nel sesto secolo aC, e coincide con l'avvento dell'eresia ebraica della Kabbalah. Si ritiene che la linea di sangue satanica di Lucifero e degli angeli caduti sia proseguita attraverso la linea di Caino e dell`Anakim, e che custodisca 'antichi misteri' tramandati attraverso i secoli, di generazione in generazione.

Il Libro di Enoch afferma che furono i 'caduti' che per primi introdussero l'umanità alle arti occulte, tra cui astrologia, magia e alchimia. La mitologia degli Illuminati - parte della quale è conforme alla Dottrina Segreta di madame Helena P. Blavatsky - sostiene che l'unione tra gli angeli caduti che governarono Atlantide e gli esseri umani abbia prodotto la razza ariana.

Secondo l'interpretazione cabalistica l'intera linea dei sovrani ebrei discese da Giuda, figlio di Giacobbe, e da sua moglie Bath-Shua, di stirpe cananea. Costoro erano gli antenati del re Davide e della sua linea di sangue reale. Re Salomone, a cui è attribuita gran parte della dottrina cabalistica, era figlio di Davide e Betsabea, donna ittita, cioè uno dei popoli cananei discendenti dall'Anakim. Pertanto, secondo l'interpretazione cabalistica che attribuisce alla stirpe di Davide la discendenza diretta del messia, Gesù sarebbe disceso anche dalla stirpe satanica degli angeli caduti.

Il Sangue Dannato ed il Graal Dannato: la Discendenza di Caino.
I libri Il Santo Sangue e il Santo Grail e più recentemente Il Codice Da Vinci hanno reso popolare l'idea che la cosiddetta 'linea di sangue del Graal' sia sacra in quanto proveniente per linea diretta da Cristo, e che tale linea di sangue - la più importante tra tutte quelle degli Illuminati - abbia avuto origine dall'unione di Gesù e Maria Maddalena. Ma la probabilità che ciò sia vero è estremamente ridotta, ed è reputata una verità solo da alcuni scritti gnostici. Piuttosto, il mito dell'unione tra Gesù e Maria Maddalena è stato alimentato per occultare un segreto molto più sinistro.

La dinastia dei Merovingi alla quale alcune fonti attribuiscono la discendenza del 'sangue reale' era nota anche come la dinastia dei `re-stregoni,` ed alcuni suoi membri addirittura si sarebbero vantati di essere discendenti di Lucifero. Un certo numero di autori sostengono la plausibilità di questa informazione, tra i quali Fritz Springmeier che nel saggio; Le Tredici Bloodlines degli Illuminati scrive:
"In tipico stile gnostico i discendenti dei Merovingi sostengono che nelle loro vene scorra sia il sangue di Cristo che quello di Satana. Tenuto da conto che questo tema (o una variante di esso) ricorre con una certa regolarità, e dato che sembrerebbe essere coerente con la cultura dualistica che permea la storia di questa linea di sangue, ci siamo chiesti se potesse esserci una qualche tradizione da cui tale nozione un giorno sorse."
La tradizione rabbinica orale corrobora l'ipotesi che Caino non fosse il figlio di Adamo, bensì di Lucifero / Satana. Alcuni testi apocrifi ebraici sostengono che quando Lucifero sedusse Eva il frutto dell'unione fu Caino. Che i Merovingi conoscano tale mito, e che lo accettino come verità storica, è fuor di dubbio. Ed è probabilmente questa la base dottrinale della loro presunta affermazione secondo cui possiederebbero sia il sangue di Cristo che quello di Lucifero. Concetto espresso in una nota poesia di Charles Peguy, in cui si afferma:

"Le braccia di Gesù sono la Croce di Lorena,
Sia il sangue nell'arteria che il sangue nella vena,
Sia la fonte di grazia che la chiara fontana. 

Le braccia di Satana sono la Croce di Lorena,
E la stessa arteria e lo stesso sangue e la travagliata fontana."

La tradizione della linea di sangue cainita è ulteriormente evidenziata dall'esistenza di una setta gnostica nota come i Cainiti. Analogamente ad altri gruppi e sette i Cainiti credevano che il raggiungimento della salvezza passasse dalla 'sperimentazione di qualsiasi cosa', comprese le azioni criminali e immorali. Epifanio li descrive come un gruppo che elevò a sacramenti gli atti lussuriosi e criminali. Molti studiosi li hanno paragonati ai satanisti.

Identificando la loro ascendenza fino a Giuda e Bath-Shua, passando per la Casa Reale di Davide, i Merovingi si considerano eredi della sacra anima, e le odierne stirpi degli Illuminati discendenti dai Vigilanti ne sono altrettanto certe. Tale dinastia di franchi sembra ricoprire un ruolo di primissimo piano nell'intera trama, perché la sua presunta genealogia avvalora la tesi che la stirpe satanica cammini ancora tra noi, come illustrato nel dettaglio nel testo di Springmeier.

Nel corso dei secoli, durante un lasso di tempo enormemente lungo, tali famiglie 'illuminate' hanno meticolosamente preservato il loro sangue dannato celebrando matrimoni 'chiusi' e tramandandosi le conoscenze arcane di generazione in generazione. E' proprio questo il motivo per cui le principali famiglie di questa cabala del male - come i Rothschild e diverse case reali e aristocratiche europee - hanno mantenuto la 'tradizione' dei matrimoni chiusi; per preservare la purezza del loro sangue ed impedire la divulgazione delle loro conoscenze occulte. La prima di esse è anche il segreto più nascosto e indicibile, che cioè Lucifero e la sua progenie siano tuttora in mezzo a noi, impegnati a manipolare, controllare, soffocare sempre di più le nostre vite.

Verso un Nuovo Ordine Mondiale.
All'inizio del XXI secolo costoro appartengono alle più potenti dinastie bancarie del mondo come Rothschild e Rockerfeller. I loro compagni di merende sono gli individui appartenenti alla cosiddetta 'elite globale.' Hanno raggiunto il dominio sulle nazioni e le economie, e come abbiamo visto nelle parti precedenti, hanno intenzionalmente corrotto innumerevoli culture indigene. Gestiscono uno strano apparato che agisce in una sorta di mondo parallelo e si rende artefice di attività sia legali che criminali.

La loro agenda ha operato nell'ombra con lo scopo di degradare e depravare ogni cultura del mondo distruggendone il tessuto morale, calpestando la decenza e promuovendo ogni vizio, perversione, avidità e guerra. Asservendo le nazioni della Terra tramite il debito eterno si assicurano la sottomissione e acquiescenza dei popoli e intanto tirano i fili della politica con l'obiettivo di trasferire le sovranità nazionali verso un potere centralizzato sovranazionale. Tramite la manipolazione dei mercati azionari hanno sottratto ricchezza a popoli incantati e smarriti, e - come stiamo iniziando a capire - usano la 'dialettica hegeliana' per preparare il terreno per un cataclisma economico globale con il quale intendono dimostrare la nostra totale incapacità di auto-governarci, per poi farsi avanti ed offrirci le loro 'soluzioni' a tutti i 'nostri mali.'

Sono incapaci di moralità e moderazione. Controllano il commercio illegale delle armi, il traffico di stupefacenti e la prostituzione. Le loro operazioni sono connesse con quelle dei principali servizi di intelligence al mondo e con potenti organizzazioni criminali internazionali come la mafia e le sue varianti asiatiche.  Si sono infiltrati nella Massoneria e in molte società filantropiche, e hanno creato il movimento New Age ed una gran quantità di altri culti sovversivi.

Sfruttando il loro potere finanziario e politico a un livello quasi metafisico hanno in progetto di fomentare una terza guerra mondiale così che dalle ceneri del nostro tempo, come l'araba fenice, possa risorgere il loro signore Lucifero, che domini sul loro Nuovo Ordine Mondiale. I prodromi della conflagrazione sono evidenti, ma la maggior parte dell'umanità non se ne avvede.

Conclusione.
Come si diceva, quella discussa in questo articolo è solo un'ipotesi. Ma se volete un parere personale, vi dico che io credo, anzi, sono sicuro che gli angeli caduti esistano, che abbiano camminato tra noi per almeno mezzo milione di anni, e che ancora oggi si trovino tra noi. Che sono al servizio di Satana e incarnandosi sulla Terra abbiano corrotto le anime degli uomini. Che incrociandosi con la linea di Caino abbiano dato origine ad una linea di sangue estremamente malvagia, che scampò al diluvio e continuò a propagarsi attraverso i secoli.

Oggi li troviamo nelle più elevate posizioni di potere sia laiche che ecclesiastiche, e la loro azione si intravede in ogni guerra di aggressione e nella finanza globale. Controllano i cartelli bancari e dettano le politiche ad organizzazioni che indirizzano il destino dell'umanità, come il Bilderberg, il CFR e simili. Esercitano un controllo sempre più asfissiante sull'umanità che si traduce negli ordini del giorno di spopolamento, nella perversione della scienza genetica, nel monopolio dell'energia e delle materie prime, nella falsità dell'istruzione e dei media e nelle molte strategie di psico-politica con cui alimentano l'odio e la divisione su tutti i fronti.

L'industria alimentare globale è caduta nelle loro mani ed oggi serve i loro obiettivi strategici. Il loro disprezzo per l'umanità è ogni giorno più evidente. Sembrano reputarci come bestie d'allevamento. Benché siano una sparuta minoranza riescono a controllare la maggioranza muovendo le manopole con cui sottraggono risorse per la sopravvivenza e indirizzano la cultura.

E per tutta risposta noialtri stiamo a guardare mentre alimentano la cultura dell'alcol e delle droghe, distruggono le nostre economie e nazioni, sottraggono ai nostri figli la possibilità di vivere un futuro sereno. La nostra apatia, inconsapevolezza, neutralità ha permesso loro di farla franca dopo avere commesso crimini mostruosi, per moltissimi secoli. Con la nostra irresponsabilità e inazione abbiamo lasciato che trasformassero le strade delle nostre città in luoghi pericolosi in cui la gente teme di avventurarsi. Abbiamo lasciato che imbastissero un sistema giuridico ingiusto che non persegue i veri criminali e condanna solo i deboli.

Eppure, la maggioranza continua nel suo stupido, assordante silenzio; continua a coltivare il proprio rassicurante bias di conferma e a negare l'evidenza.
Quale evidenza?
Che la forza del male alla quale si riferì Alexander Solzhenitsyn l'abbiamo di fronte agli occhi in questo stesso istante, chiara come il giorno, palese come la crescente rete di controllo che va soffocando le nostre esistenze e che se non sarà contrastata ridurrà in schiavitù ciò che resterà dell'umanità dopo che i loro piani diabolici saranno coronati.

Il mito degli 'angeli caduti' è solo un piccolo spiraglio verso la piena comprensione di questa antica storia fatta di manipolatori e manipolati, oppressori ed oppressi. Ma è già qualcosa.

Tirando le somme, chi è che domina il mondo? Da parte mia non posso che concordare con le Sacre Scritture quando sostengono che sia Satana, insieme alle sue legioni di angeli caduti, e al miserabile codazzo dei loro discendenti e leccapiedi. In che modo individuarli? Beh, come ebbe a dire Gesù: "Li riconoscerete dalle loro azioni."

Articolo in lingua inglese, pubblicato sul sito Rense.com
Link diretto:
http://www.rense.com/general86/whorules3.htm

Traduzione a cura di Anticorpi.info


Post correlati: Chi Domina il Mondo? - 1 - Le Due Stirpi
Post correlati: Chi Domina il Mondo? - 2 - L'Erba Cattiva
Post correlati: Lucifero: il Culto dell'Apoteosi
Post correlati: Il Culto di Saturno (El, Cronos, Satana)
Post correlati: Il Potere che Frena: la Rimozione del Katechon
Post correlati: Lovecraft - Mitologia dei Grandi Antichi, Cthulhu e il Necronomicon - P.1
Post correlati: Hidden Hand: Una Finestra di Opportunità
Post correlati: Illuminati: Storia, Strategia, Influenza - 1
Post correlati: La Mano Nascosta che ha Fatto Storia (Hidden Hand)
Post correlati: Il Mistero del Gruppo Sanguigno RH Negativo
Post correlati: Il Libro di Enoch
Post correlati: Natura Divina e Natura Demoniaca
Post correlati: Persone Prive dello Spirito?
Post correlati: Salvador Freixedo - Alieni, Dei e Nuova Era
Post correlati: Io Sono Anumano
Post correlati: Nobiltà Nera, Comitato dei 300, Priorato di Sion
Post correlati: Il Patto col Diavolo
Post correlati: Cultura Manipolata, Religione ed Illuminati
Post correlati: Chi Sono gli Arconti?
Post correlati: Chi Sta Muovendo Guerra contro la Terra?
Post correlati: Antichi Alieni: dal Black Out Atavico alla PsyOp Globale
Post correlati: Tag Mitologia
Post correlati: Tag Ipotesi

I Signori della Mano Sinistra

Voto medio su 2 recensioni: Da non perdere






eBook - Il Governo della Famiglia di Dio 1° Volume


6 commenti:

  1. L'articolo non è privo di errori storiografici ed esegetici anche grossolani (ad esempi, Erode, pur spregiudicato, non perpetrò alcuna strage degli innocenti; i Merovingi affermavano di discendere dal Messia di David, non da Lucifero) Vero è che il mondo è dominato da un cricca di pazzi, degenerati, ma non è necessario scomodare tanti secoli di storia per dimostrarlo.

    RispondiElimina
  2. http://it.wikipedia.org/wiki/Strage_degli_innocenti
    Non di può sapere se quanto detto su Erode è vero o no.
    Anche sui Merovingi:
    http://www.bibliotecapleyades.net/bloodlines/merovingian.htm
    Secondo me è molto meno campato in aria di quanto può sembrare.

    RispondiElimina
  3. Questo articolo è tanta roba...pure troppa

    RispondiElimina
  4. @ ultimo anonimo .. concordo. può far intuire alcune cose interessanti ed è una chiave di lettura piuttosto coerente di alcuni eventi storici e situazioni anche attuali, in apparenza incongruenti. ma va elaborato e relazionato ad altre informazioni e situazioni. ciao

    RispondiElimina
  5. Articolo interessante, conclusioni deludenti.

    RispondiElimina
  6. Secondo il rabbino Zamir Cohen, gli Edomiti sono i Cristiani.
    https://www.youtube.com/watch?v=meY7q2rGuRo
    Commenti?

    RispondiElimina

Se il post ti è piaciuto, non dimenticare di condividerlo e lasciare un commento.

N.B. Non saranno pubblicati commenti espressi con linguaggio offensivo o violento, e critiche non motivate / argomentate.

Leggendo le nostre DOMANDE FREQUENTI potrai crearti un'idea più precisa sul nostro approccio ai temi trattati nel blog.

GRAZIE per il contributo e la collaborazione

SISTEMA


MITI E LEGGENDE