31 agosto 2015

L'Errore delle Stelle


Siamo soli nell'universo? Difficile dirlo. E poi, sarebbe davvero rassicurante dare una risposta positiva a questo quesito? Che cosa sarebbe più inquietante: sapere di essere soli tra milioni di galassie o essere certi dell'esistenza di altre forme di vita sparse per il cosmo?

La cosa di cui tutti noi siamo più affamati è la conoscenza del significato della vita ed è proprio quello che la scienza non ha saputo fornire, così tutti noi continuiamo a ricercare un 'senso' al nostro esistere.

Solo in parte le religioni hanno saputo riempire tale vuoto, ma a quale prezzo e con quali compromessi? Chi ha scelto quale storia andava raccontata e perché molte cose sono state omesse o peggio bandite

La composizione dei Vangeli affonda le sue radici in ciò che gli apostoli videro e udirono vivendo con Gesù e nelle apparizioni che ebbero di lui dopo la resurrezione. Gli apostoli, compiendo il mandato del Signore, iniziarono subito a predicare la buona notizia (o vangelo) su di Lui e la salvezza che porta a tutti gli uomini. 

Le primitive comunità cristiane riconobbero come 'canonici' quei Vangeli che trasmettevano autenticamente la tradizione apostolica e erano considerati ispirati da Dio. Fin dall'inizio se ne riconobbero quattro e solo quattro: Matteo, Marco, Luca, Giovanni. L'ufficialità dei Vangeli come dogma di fede, da parte della Chiesa, avvenne quando si definì il canone delle Sacre Scritture nel Concilio di Trento (1545-1563). Accanto ai Vangeli che vennero dichiarati 'ufficiali' ne esistevano però altri. 

I vangeli apocrifi sono quelli che la Chiesa non accettò come autentica tradizione apostolica, sebbene normalmente essi stessi si presentavano sotto il nome di qualche apostolo. Incominciarono a circolare molto presto, giacché venivano citati già nella seconda metà del secondo secolo; però non godevano della garanzia apostolica come i quattro riconosciuti e, inoltre, molti di questi contenevano dottrine che non erano in accordo con gli insegnamenti apostolici. “Apocrifo” inizialmente significò “segreto” in quanto scritti che si dirigevano a un gruppo speciale di iniziati ed erano conservati in questo gruppo; poi assunse il significato di non autentico o perfino eretico

Tra questi c'è il Vangelo di Giuda. Un testo destinato a fare discutere storici, religiosi e filosofi, un testo che fa giustizia anche dell'odioso e brutale antisemitismo che per secoli si è nutrito della leggenda di "Giuda il Traditore."

Nel testo viene riletta infatti la vicenda dell'uomo che vendette Cristo: qui diventa il discepolo più fedele che consegna Gesù alle autorità su richiesta dello stesso Cristo.

Scritto su papiro e legato da un laccio di pelle, questo vangelo è stato redatto in copto - la lingua in uso allora in Egitto - intorno al 300 dopo Cristo; ritrovato negli anni Settanta (del '900) nel deserto presso El Minya, in Egitto, finì nelle mani di mercanti di antichità, lasciò l'Egitto per giungere prima in Europa e poi negli Stati Uniti dove rimase in una cassetta di sicurezza a Long Island, New York, per 16 anni prima di venire acquistato dall'antiquaria di Zurigo Frieda Nussberger-Tchacos nel 2000. 

Potrebbe 'Il Vangelo di Giuda' contenere le prove di un contatto e di un messaggio alieno?

Ci sono alcuni passi che alimentano il dubbio e che hanno ispirato la scrittura del mio romanzo thriller DNA‬. A un certo punto del Vangelo, Giuda si rivolge a Gesù in sogno, in una casa circondata da un 'grande popolo'. Nel suo sogno Giuda chiede di essere lasciato in questa casa. Gesù risponde a Giuda:
"Giuda, la tua stella ti ha portato fuori strada… Nessuna persona mortale di nascita è degna di entrare nella casa che hai visto, quel posto è riservato al santo. Né il sole né la luna regnerà là, né il giorno, ma il santo si atterrà sempre lì, nel regno eterno con i santi angeli. Guarda, io ho spiegato i misteri del regno e ti ho insegnato l'errore delle stelle".
Gesù parla "dell'errore delle stelle" e dice a Giuda che la sua stella ha portato lui "fuori strada". Ciò induce Giuda a chiedere a Gesù: "Maestro, potrebbe essere che il mio seme sia sotto il controllo dei governanti".

Potrebbero le "stelle" non essere menzionate solo in senso figurativo ma piuttosto riferirsi a posizioni effettive nello spazio? Potrebbe "l'errore delle stelle" riferirsi all'errore commesso dai soggetti che provengono da questi luoghi?

Giuda sembra proprio chiedere direttamente a Cristo, se la sua linea biologica possa essere stata controllata dagli alieni, "governata" da una "schiera di angeli delle stelle": "Maestro, potrebbe essere che il mio seme sia sotto il controllo dei governanti?"

Secondo questa lettura, Gesù potrebbe aver rivelato a Giuda l'influenza di alcuni "padri" extra-terrestri che avrebbero guidato e sponsorizzato "l'evoluzione" dell'Uomo?

Ci sono altri riferimenti quantomeno curiosi nel Vangelo. Tra questi c'è un avvenimento in cui Gesù chiede a Giuda di guardare verso il cielo a qualcosa che somiglia a una navicella spaziale: "Alza gli occhi e guarda la nube e la luce all'interno di essa e gli astri circostanti. La stella che apre la strada è la tua stella."

"La più bella e profonda emozione che possiamo provare è il senso del mistero; sta qui il seme di ogni arte, di ogni vera scienza" diceva Albert Einstein ed io concordo in pieno.

DNA è un thriller atipico, che racconta e vuole comunicare più di quanto il lettore possa inizialmente aspettarsi: un'intuizione, un'esperienza, la ricerca di un mistero sotterraneo, che si cela tra le pagine della storia, nelle profondità della Terra e, chissà, anche nel nostro DNA.

Breve biografia e contatti.
Dario Giardi, ricercatore in campo energetico e ambientale, è autore di guide turistiche per case editrici italiane e americane. Esperto di arte e cultura celtica, etrusca e romana, temi su cui sta attualmente preparando il suo primo film. Con Leone Editore ha pubblicato La Ragazza del Faro e DNA. 
www.twitter.com/dariogiardi
www.facebook.com/thrillerdna

 
Post correlati: Il Vangelo di Giuda
Post correlati: Antichi Alieni: dal Black Out Atavico alla PsyOp Globale
Post correlati: Antiche Anomalie ed Alieni (Oopart - Out Of Place Artifacts)
Post correlati: Cultura Manipolata, Religione ed Illuminati
Post correlati: Fantascienza, Programmazione Predittiva e Religione Globale
Post correlati: Arte ed Ufo?
Post correlati: Il Mistero del Linguaggio
Post correlati: Il Mistero del Gruppo Sanguigno RH Negativo
Post correlati: Oh Cielo, gli Dei erano Cosmonauti! - M. Biglino
Post correlati: Il Segreto delle Ere e il Messia che Verrà
Post correlati: Vaticano ed Alieni
Post correlati: Tag Extraterrestre

Nuova Luce sui Vangeli

Voto medio su 1 recensioni: Da non perdere

La Vita Segreta di Gesù

2 commenti:

  1. Povero Giuda, di quei dodici ha dovuto fare il mestiere più sporco.
    Tradire.


    RispondiElimina
  2. Il cosiddetto Vangelo di Giuda forse contiene qualche cenno ufologico, nel passo citato dall'autore verso la fine dell'articolo, mentre il riferimento alle stelle va letto in chiave gnostica. Secondo i filosofi della Gnosi antica gli influssi stellari dipendevano dagli Arconti (meglio tradurre così che con Governanti), malvagi signori del cosmo. Vero è che Arconti ed Alieni malvagi manifestano qualche somiglianza.

    Ciao

    RispondiElimina

Se il post ti è piaciuto, non dimenticare di condividerlo e lasciare un commento.

N.B. Non saranno pubblicati commenti espressi con linguaggio offensivo o violento, e critiche non motivate / argomentate.

Leggendo le nostre DOMANDE FREQUENTI potrai crearti un'idea più precisa sul nostro approccio ai temi trattati nel blog.

GRAZIE per il contributo e la collaborazione

SISTEMA


MITI E LEGGENDE