Le 7 Migliori Cerette Che Assicurano Una Depilazione Duratura Veramente Efficace

Quando valutiamo il tipo di depilazione da eseguire è necessario prendere in considerazione fattori come: dolore, tempi di riuscita, durata, zona da depilare. Anche se metodi come rasoio o creme depilatorie sono più veloci, indolori ed economici, la loro durata nel tempo è piuttosto esigua e se non abbiamo la possibilità di ripassare e ritoccare di continuo, ci dobbiamo rivolgere a soluzioni un po’ più durature – come, appunto, la ceretta.

Oggi esploreremo questo mondo ricco di alternative per scoprire davvero tutto ciò che c’è da sapere sulle varietà di cerette esistenti, le caratteristiche, quali sono più indicate per quali parti del corpo, e tantissimi altri dettagli che ci aiuteranno ad esibire il nostro corpo perfettamente liscio nella bella stagione, senza imbarazzo.

E, perché no, anche a prepararci per qualche occasione speciale dell’ultimo minuto!

Le Migliori Cerette

Qual è la migliore ceretta?

La ceretta è il trattamento depilatorio più diffuso nel mondo, popolare sia fra le donne che fra gli uomini. Che sia realizzata in un centro estetico o a casa in modalità fai da te, prima di poterci approcciare alla ceretta è bene capire tutte le differenze fra i trattamenti e fra le diverse tipologie di cera ad oggi disponibili sul mercato.

Nel corso di questo articolo esploreremo tutti questi punti ma intanto iniziamo a confrontare alcuni degli oggetti più venduti in questa categoria per capire quali caratteristiche fanno di una ceretta, “la migliore ceretta” in assoluto:

1. Ceretta brasiliana in perle per bassa temperatura di Dermawax

1 kg di perle di cera Azulene Premium senza...

Vedi prezzo su AMAZON

Queste perle di cera dura si sciolgono a bassa temperatura e sono fatte in blu azulene, un composto messo a punto appositamente per eseguire una depilazione dolce e delicata. L’Azulene ha un’azione lenitiva e calmante sulla pelle.

Questa cera è morbida ed elastica, ideale per chi ha scelto di fare della ceretta il proprio metodo di depilazione principale. È facile da usare, non richiede l’uso di strisce di tessuto. Questo prodotto è disponibile in fragranze diverse: Miele, Rosa, Blu Azulene e Verde clorofilla e il produttore propone anche lozioni pre- e post-trattamento a base di Aloe Vera.

2. Ceretta a caldo agli oli essenziali di Veet

Veet Cera Orientale Olii Essenziali, 250 ml

Vedi prezzo su AMAZON

La ceretta a caldo agli oli essenziali di Veet è facile da utilizzare e i residui si rimuovono facilmente con l’acqua. Dura fino a 4 settimane. Gli oli essenziali e il profumo di vaniglia rendono l’esperienza piacevole, oltre che indolore: lascia un’eccezionale sensazione di morbidezza della pelle che sarà liscia e vellutata, senza irritazioni.

Per un risultato perfetto è sufficiente scaldare il vasetto e stendere il prodotto in modo  uniforme. E’ indicato per: viso, corpo, bikini e ascelle. La confezione contiene 1 vasetto da 250 ml di cera orientale a caldo (sufficiente per rimuovere i peli da entrambe le gambe almeno due volte), 10 strisce in tessuto riutilizzabili e lavabili, 1 spatola in legno con indicatore di temperatura, 1 foglietto illustrativo.

3. Ceretta a caldo per microonde di Dermawax

300 grammi Vaso di Cera Depilatoria a Caldo-...

Vedi prezzo su AMAZON

Questa ceretta a caldo è stata sviluppata appositamente per l’uso nel microonde ed è incuso nella confezione un contenitore in materiale termoresistente. La cera ha una formula in resine naturali e non richiede l’uso delle strisce in tessuto. Bastano 10 secondi nel microonde a 900 watt per ottenere una cera dalla texture omogenea e cremosa, pronta per essere stesa.

Per un risultato ottimale si consiglia di lasciare asciugare la cera per alcuni secondi e poi di applicare un buon olio post-depilazione per lenire la zona e rimuovere i residui di prodotto. Se dopo il riscaldamento la cera è molto liquida o se il vaso è deformato, la cera è stata riscaldata troppo a lungo.

In questo caso sarà essenziale non toccare il contenitore, lasciarlo raffreddare per almeno 15 minuti prima di manipolarlo. Per verificare la temperatura della cera prima dell’applicazione, stendere una piccolissima dose di prodotto all’interno del polso. La cera deve essere tiepida e facile da stendere in uno strato sottile.

4. Ceretta in kit scaldacera + cera di ricarica di Strep

Strep - Professionale, Kit Epilazione, 1...

Vedi prezzo su AMAZON

Questo kit di Strep per la depilazione è formato da un roll-on scaldacera e una ricarica. È pratico, sicuro e facile da usare. Basterà mettere la cera nello scaldacera, collegare il dispositivo alla presa di corrente e attendere che la cera sia completamente fusa (circa 18 – 25 minuti).

Prima di applicare la cera sulla pelle sarà necessario far scorrere il rullo pulito su una striscia di tessuto per far scorrere uniformemente la cera su tutta la superficie del roll-on, assicurando una stesa perfetta sulla pelle che dovrà essere completamente pulita e asciutta. Per un risultato ottimale, la cera dovrà essere applicata in uno strato il più possibile sottile e omogeneo, seguendo il senso di crescita del pelo e mantenendo la pelle ben tesa.

5. Ceretta in kit roll-on per pelli sensibili con cera d’api di Mealiss

Mealiss 100 - Kit Roll On completo per epilazione...

Vedi prezzo su AMAZON

Lo scaldacera roll-on Mealiss permette di scaldare in pochissimo tempo qualsiasi rullo o cartuccia di ceretta da 100ml. È un dispositivo leggero, maneggevole e facile da usare, che esegue lavori professionali senza sforzi inutili.

La cera al miele è dedicata sulla pelle, con un gradevolissimo aroma non invadente. È una cera di qualità ottenuta direttamente da api italiane. Il miele lenisce il dolore causato dalla ceretta, ha un’azione cicatrizzante e migliora la circolazione sanguigna, rendendo la pelle liscia e sana.

Si adatta a ogni parte del corpo: gambe, bikini, braccia, inguine, ascelle. Questo kit contiene 1 scaldarullo, 5 cartucce di ricarica alla cera d’ape, 50 strisce depilatorie, 1 olio post depilazione.

6. Ceretta a bassa temperatura al titanio rosa di Roial

CERETTA DEPILAZIONE 400ML TITANIO ROSA

Vedi prezzo su AMAZON

La cera depilatoria di Roial è realizzata con resine naturali a base di micromica in grado di soddisfare anche le più particolari esigenze applicative. La sua formulazione mescola in modo sapiente raffinate resine naturali e i minerali Mica e il Biossido di Titanio, che donano alla cera uno strappo dolce e delicato, con un’elevata capacità depilante.

È una formula perfetta sia per le professioniste più esigenti che per l’uso domestico. Morbida, cremosa e delicatissima, aderisce ancora più saldamente al pelo senza torturare la pelle. Si scioglie a bassa temperatura e non lascia filamenti né residui.

7. Ceretta brasiliana in perle di cera dura Milano City Wax di Pink Cosmetics

MILANO CITY WAX Cera depilatoria 1 kg - Cera a...

Vedi prezzo su AMAZON

La cera in perle Milano City Wax di Pink Cosmetics aderisce su peli anche molto piccoli, da 2 mm di lunghezza. È una cera elastica dal potente effetto depilatorio che riesce a rimuovere anche i peli più difficili con un solo strappo.

È adatta per tutte le zone del corpo: viso, ascelle, bikini, braccia, gambe, schiena, petto… Offre una depilazione particolarmente delicata grazie alla bassa temperatura di applicazione. I suoi ingredienti sono di alta qualità: le perle di cera non contengono sostanze tossiche, agenti chimici nocivi, profumi o conservanti, e sono arricchite con olio di cocco che dona alla pelle nutrizione e lenisce.

Te potrebbe interessarti : Le migliori creme depilatorie

Introduzione al ciclo vitale del pelo

Dermawax rullo ceretta - 6 cartucce di cera a...

Capire come crescono i peli è essenziale per scegliere il giusto metodo di depilazione in funzione delle nostre caratteristiche e delle nostre esigenze personali. Ogni pelo è parte di un’unità pilo-sebacea composta dal fusto capillare, dal follicolo pilifero, dalla ghiandola sebacea e da appositi muscoli erettori situati fra i follicoli piliferi.

La crescita del pelo è un ciclo continuo suddiviso in 3 fasi:

  • Fase di crescita(fase Anagen) – in questa fase la base del follicolo inizia a formare il bulbo pilifero. Il ciclo di creazione e sviluppo del bulbo è molto veloce, fra le 12 e le 24 ore, ed è qui che inizieremo a vedere la punta del nuovo pelo sbucare dalla pelle.
  • Fase di transizione (fase Catagen) – nella fase Catagen, la membrana che circonda il bulbo diventa più spessa, il fondo del follicolo si svuota perché le cellule del bulbo pilifero si sospingono verso l’alto. In questo modo il bulbo perde di vita e infatti, quando lo strapperete, il bulbo sarà di colore biancastro.
  • Fase di riposo (fase Telogen) – la fase di riposo del pelo è un momento di passaggio in cui la papilla pilifera inizia a ridursi, il pelo cade naturalmente e presto inizierà il nuovo ciclo vitale con l’inizio della fase Anagen.

I peli trascorrono un certo numero di giorni in ogni fase e questo periodo di tempo varia a seconda della genetica, degli ormoni e dell’area del corpo in cui si trova il pelo.

La crescita dei peli è regolata dagli ormoni androgeni maschili (testosterone e diidrotestosterone) che si trovano sia nell’organismo maschile che femminile, anche se in quantità differenti. Il testosterone è il responsabile alla base della crescita dei peli di pube e ascelle mentre il diidrotestosterone regola la crescita di barba e capelli (incidendo anche sulla loro caduta).

I peli “superflui” crescono mediamente di 0,2 – 0, 4 mm/die, paradossalmente crescono di più nelle donne che negli uomini. Nei capelli e in altri tipi di peli del corpo (ciglia, sopracciglia…) la durata delle 3 fasi di crescita è decisamente diversa rispetto a quella dei peli superflui. Ad esempio la fase Anagen è molto più lunga, in media 4 anni. Per fortuna, però, per i peli superflui la fase Anagen è più corta, il che significa che i nostri peli non potranno mai raggiungere la lunghezza dei capelli, neanche volendo!

Meglio la cera dura o la cera molle?

  • Cera dura: la cera dura si applica con uno strato più spesso distribuito sulla pelle con una spatolina in legno. È la scelta migliore per depilare aree più piccole, come le labbra o la zona bikini.
  • Cera molle: la cera molle è più fluida rispetto alla versione dura e permette di realizzare uno strato più sottile sulla pelle. Viene rimossa mediante delle strisce di tessuto o altro materiale apposito, ed è migliore per depilare aree estese del corpo (gambe, braccia, schiena…) – anche se molti centri estetici la utilizzano anche per le aree del corpo più piccole.

A prescindere dal tipo di cera utilizzato, la pelle potrà comunque reagire con arrossamenti e irritazione. Prima di procedere alla ceretta dovremmo ragionare bene sulle caratteristiche della nostra pelle.

Al contrario della cera dura, la cera molle non andrebbe passata più di una sola volta sulla pelle perché tende a rimuovere anche le cellule di pelle morta, peggiorando eventuali irritazioni. La cera dura, invece, è meno dolorosa quando viene utilizzata sul viso ma non è indicata per aree più estese del corpo perché si irrigidisce rapidamente ed è facile che si spezzi durante la rimozione.

Anche se la cera molle è meno costosa e più diffusa nei centri estetici, la cera dura resta l’opzione migliore per la ceretta fai da te essendo più facile da gestire, e – tutto sommato – anche più efficace.

Tutto ciò che c’è da sapere sulla ceretta

migliore-ceretta

Farsi da sole la ceretta può essere un po’ complicato, in particolare se non abbiamo ancora gran dimestichezza con la tecnica, ma può anche sembrare più complicato di quanto in realtà non sia. Per farsi la ceretta in modo efficace dobbiamo prima convincerci di poterlo fare e lo sai perché? Perché una mano incerta è la nostra peggior nemica. Hai presente quando l’estetista strappa ma la striscia non viene via completamente e deve dare una seconda strattonata per rimuoverla? Quasi certamente in quel punto si formerà un bel livido, di certo un arrossamento doloroso che faticherà ad andare via.

Motivo per cui il mio consiglio è: non iniziare a sperimentare con la ceretta partendo dall’inguine. Fai pratica su zone meno iper-delicate, gambe e polpacci sono perfetti per lo scopo.

Ci sono diversi aspetti importanti con cui è bene famigliarizzare prima di approcciarsi alla ceretta (soprattutto se siamo alle prime armi) e partire nel modo giusto senza rimanere scottate – sia fisicamente che metaforicamente.

  • Leggiamo le istruzioni: appena acquistata la nostra ceretta c’è un primissimo passo essenziale e vitale che non dovremo mai e in nessun modo omettere: leggere le istruzioni. Oh, le tediose, orribili istruzioni per l’uso, su quei foglietti piccoli, scritti fitti, lo so… ma sia che sia la prima volta che utilizzi quel prodotto o che tu l’abbia già acquistato in passato, leggere le istruzioni deve venirti spontaneo. E lo sai perché? Perché potresti dare per scontato dei passaggi o delle tempistiche e il tuo processo di depilazione partirà già per il verso sbagliato.

Senza contare che non è raro per le aziende produttrici cambiare le formulazioni dei prodotti e di conseguenza cambiare anche le istruzioni d’uso. Talvolta basta sostituire un ingrediente per allungare o ridurre i tempi, o per richiedere un procedimento d’applicazione leggermente diverso. Se non sei a conoscenza di queste preziose informazioni, la tua ceretta sarà più un patema che una vittoria.

  • Studiamo gli ingredienti: il secondo passaggio fondamentale sarà leggere con cura gli ingredienti presenti nella formulazione del prodotto. È un passaggio che dovremo fare in generale ma che chi soffre di sensibilità, allergie o patologie cutanee dovrà svolgere con particolare attenzione.

È anche vero che molti di questi ingredienti sono espressi con lunghi nomi tecnici e può non essere facile riconoscere quelli a cui siamo sensibili. In questo caso è sempre raccomandabile fare un piccolo test di prova prima di utilizzare sul corpo la cera. Se la piccola area in cui abbiamo testato il materiale si arrossa, brucia o forma reazioni sgradevoli, laviamo immediatamente e non utilizziamola sul resto del corpo.

  • Facciamo una piccola prova: come abbiamo appena citato, quando utilizziamo dei nuovi prodotti cosmetici è sempre bene fare un test d’applicazione in una piccola zona del corpo. Se lasciando in posa qualche minuto iniziamo a percepire qualche reazione sgradita, laviamo immediatamente con abbondante acqua e non utilizziamo mai più quel prodotto. Nei casi più gravi, se la reazione è allergica e non solo irritante, sarà bene assumere subito un antistaminico.

Chi ha la pelle sensibile è talmente abituata ad avere reazioni di qualche tipo ad ogni nuovo prodotto, che dopo un certo tempo inizia a sottovalutare i sintomi e questo può rivelarsi particolarmente pericoloso nei casi delle cere o dei prodotti per la depilazione, così densi di sostanze chimiche.

L’unico vero modo di proteggersi efficacemente è fare il famoso test di prova. Una buona zona per provare la reazione ai prodotti cosmetici è l’avambraccio, nella parte interna. Per intenderci, tenendo il palmo verso l’alto, in una zona qualsiasi dell’avambraccio. Lì la pelle è sottile e sensibile, quindi più incline a mostrare reazioni, ma è anche molto ben visibile per i nostri occhi e quindi facilmente gestibile.

  • Strisce depilatorie o ceretta? Le strisce depilatorie sono senza dubbio molto pratiche dato che svolgono la stessa funzione della cera ma senza sporcare e senza trafficare con scaldacera, palettine e materiale da sciogliere. L’importante con questo tipo di prodotti è assicurarsi di scaldare bene la striscia prima di strappare. Scaldiamole bene con le mani sia prima di applicarle che una volta sulla pelle, aspettiamo qualche istante e poi strappiamo con mano ferma, in un movimento unico e deciso, nel senso inverso del pelo.

Se non siamo certe di riuscire a gestire un kit per la cera fai da te, le  trisce sono una buona alternativa. Ovviamente la loro efficacia dipenderà molto dalla zona che vogliamo depilare e dalla consistenza del pelo. Una cera a caldo è sempre più efficace per i peli più coriacei e lunghi ma ciò non significa che sia l’unica alternativa.

Te potrebbe interessarti : I migliori creme depilatorie inguine

Come scegliere la cera giusta

Se non ti sei mai fatta una ceretta fino ad ora è molto probabile che tu non sappia come scegliere la giusta cera per le tue esigenze. Esistono diversi kit cera da fare a casa, cera calda o cera fredda, e cera dura o cera molle, e ci sono anche le alternative naturali al miele o allo zucchero.

Le versioni naturali sono più delicate sulla pelle e più indicate a chi soffre di ipersensibilità, sono anche ideali per fare un ripasso fra una ceretta e l’altra perché si attaccano di più al pelo e meno alla pelle, evitando escoriazioni. Ognuno di questi tipi ha i propri vantaggi e svantaggi e non è facile stabilire quale faccia meglio per te. Il nostro consiglio è di documentarti bene in base al tuoi tipo di pelle e di pelo, oltre ovviamente alla zona del corpo che desideri ripulire.

Frequenza e durata della ceretta

Epilwax Set da 12 miele Rulli Cera per Depilazione...

Ogni quanto e in che occasioni è utile fare la ceretta? Ce lo si chiede spesso, soprattutto per via della formulazione di questi prodotti che nella maggior parte dei casi sono a base di agenti chimici e non naturali, esponendo la nostra pelle a possibili rischi di salute.

Oggi ci sono numerose alternative per la depilazione quotidiana, nonché alternative “definitive” come la luce pulsata. Ma la ceretta è sempre fra i metodi di depilazione preferita, nonostante non sia certo il meno doloroso. Deve la sua popolarità alla grande efficacia: la pelle resta liscia per diverse settimane, i pori sono piccoli, gradevoli, il dolore e l’irritazione passano presto e noi possiamo sfruttare al massimo i risultati ottenuti.

Quando è bene farsi una ceretta? Di sicuro è un trattamento da sfruttare quando abbiamo l’esigenza di restare lisce a lungo, per esempio in vacanza. È possibile usarlo come metodo di depilazione regolare? Sì, perché no? Ma dipende tutto dalla nostra pelle e dal tipo di peli. Se abbiamo una pelle delicata e una ricrescita particolarmente veloce, un metodo più definitivo e meno invasivo probabilmente è più consigliabile della ceretta.

Se la nostra pelle è normale o dura e i peli ricrescono a velocità regolare, anche se duri, la ceretta è un’ottima soluzione per restare lisce per 3 o 4 settimane.

Nel caso in cui tu voglia scegliere la ceretta come strumento di depilazione regolare, ti consigliamo di acquistare una formula quanto più naturale possibile, in modo da non esporre troppo a lungo i pori alle sostanze chimiche della ceretta.

Ceretta o pasta di zucchero?

Il metodo è lo stesso: un sottile strato di prodotto viene steso sulla zona da depilare e la mano strappa via i peli con un movimento netto. La differenza, però, è nella composizione dei due prodotti…

La pasta di zucchero utilizza solo ingredienti naturali al 100%, contiene solamente acqua e zucchero, senza agenti chimici, profumazioni o coloranti. È un ottimo prodotto per chi ha necessità di non esporre la pelle a sostanze aggressive, per chi soffre di allergie o sensibilità cutanea.

A fine depilazione, volendo, potremmo persino affogare il dolore nella golosità e mangiare l’avanzo nel tegamino…

La pasta di zucchero viene stesa sulla pelle a temperatura ambiente e quindi non provoca scottature, al contrario della cera che molto spesso richiede una temperatura piuttosto elevata per mantenersi liquida.

La tecnica dello “sugaring”, e quindi della pasta di zucchero, è più indicata per i peli sottili e corti – oltre che per le pelli sensibili – perché si attacca di più al pelo e meno alla pelle.

Entrambi i metodi sono molto efficaci e possono essere utilizzati in abbinato, in base alla zona da liberare. La ceretta è migliore per aree del corpo più estese, è più veloce e risultati sono duraturi. Anche nel caso della depilazione con pasta di zucchero i risultati sono duraturi ma può essere meno pratica per eliminare grandi zone come gambe o schiena. Essendo particolarmente delicata, è preferibile per aree sensibili come viso, ascelle e zona bikini.

Te potrebbe interessarti : I migliori epilatori luce pulsata


Domande frequenti

🦵 Come funziona la depilazione a cera?

La depilazione a cera, o “ceretta”, avviene mediante l’applicazione di uno strato di cera calda o tiepida sull’area ricoperta di peli da eliminare. La cera viene fatta leggermente rapprendere e strappata con un colpo netto del polso nel senso inverso dei peli. Tutti i peli saranno eliminati direttamente dal bulbo, permettendo tempi di ricrescita più lunghi rispetto all’epilazione con rasoio o creme depilatorie. La cera può essere di diverse forme, da quella dura a quella in perle, o anche quella in strisce.

🦵 È meglio usare il rasoio o la ceretta?

Dipende dall’esigenza. Da una parte la ceretta permette tempi di ricrescita più lunghi rispetto al rasoio ma dall’altra, il rasoio è più veloce, indolore e può essere passato sull’area da depilare anche se i peli sono ancora molto corti. Per essere davvero efficace, la ceretta ha bisogno di peli già lunghi (almeno 1 cm). Chi  ha la pelle particolarmente sensibile può trovare la ceretta troppo dolorosa e farebbe meglio ad orientarsi su altre forme di epilazione.

🦵 I peli della zona bikini ricrescono subito dopo la ceretta?

Dopo una depilazione a cera i peli ricrescono in circa 3-6 settimane, ma è una stima molto soggettiva. Chi ha una ricrescita molto veloce potrebbe iniziare a notare una sottile ricrescita già dopo una sola settimana. In questi casi possiamo valutare di abbinare il rasoio alla ceretta, eliminando il grosso all’inizio e continuando a “correggere” la depilazione mediante il rasoio man mano che vediamo nuovi peli.

🦵 La ceretta roll-on è igienica?

Sì, le cerette roll-on sono assolutamente igieniche e sicure per l’uso se durante l’applicazione rispetti le normali norme sanitarie. Test indipendenti hanno dimostrato che le cerette roll-on non creano contaminazioni incrociate e che la superficie delle testine del dispositivo d’applicazione roll-on è inerte alla prolificazione batterica.

🦵 Quanto dura l’effetto della ceretta?

In media una ceretta lascia l’area depilata per 3-6 settimane ma il calcolo è soggettivo. I risultati sono più duraturi le prime volte che si effettua la ceretta. Nella maggior parte dei casi la ricrescita è minima durante la prima e la seconda settimana, aumentando notevolmente solo dalla terza settimana in avanti.