Quale è la differenza tra blush e fard

Molte si domandano che differenza c’è tra fard e blush. Prima di tutto bisogna affermare che non c’è differenza tra i due prodotti. Comunque tu lo voglia chiamare, devi scegliere quello che è più adatto a te, analizzando la tua pelle e l’effetto che vuoi ottenere. Una volta fatta una buona base con il tuo premier, fondotinta e cipria, non hai finito di truccarti e devi dare un tocco finale usando il blush o il fard. Quale scegliere?

Il blush, detto anche fard, serve a dare un clorito più sano con un tono di brillantezza, a un viso spento. Nelle tonalità marroni  più matt crea un effetto chiaro scuro maggiore: questo si va a sommare alla terra che,  in varie tonalità,  è fondamentale nel trucco realizzato con il countouring.

In questa tecnica si applica terra e fard tramite una serie di accurati posizionamenti di toni chiarie  scuri, che seguono la forma del viso, permettendo di scolpirlo, facendo scomparire qualsiasi inestetismo ed enfatizzandone al massimo il contorno. Esistono delle palette create per il countouting più leggero con illuminante, fard in polvere e terre: l’effetto è meno scolpito ma anche più naturale.

Come scegliere il giusto blush e fard

Rimmel, Fard in Polvere Blush a Lunga Durata,...

Partiamo con l’analizzare la tua pelle: è secca, grassa o mista? Se la tua pelle non avesse neanche un’imperfezione ( in questo caso saresti una delle poche fortunate al mondo) la scelta tra fard e blush  non ti creerebbe problema . Siccome gran parte delle donne ha qualche imperfezione dovrà scegliere in base il proprio viso.

Se hai qualche segno di ruga un blush o un fard più matt con effetto opacizzante è sicuramente la soluzione adatta: analogamente se la tua pelle dovesse avere tante imperfezioni.  Per pelle con acne meglio evitare colori che siano troppo accesi.

Come scegliere il blush e fard basandoti sul colore della pelle

La scelta del tuo blush o fard è da fare in base al colore della propria pelle. Questa è la parte più delicata perché un attento gioco di colori crea effetti piacevoli o sbagliati. Bisogna valutare due elementi importanti in questo caso: il colore dell’incarnato e il sottotono. Spesso il sottotono viene trascurato, ma è molto importante anche nella scelta del fondotinta: i nuovi prodotti

infatti tengono in conto anche questo aspetto, affinché la texture del fondotinta si sposi meglio con la pelle.

È importante tenere presente questo schema nella scelta per il tuo blush e fard:

Max Factor Fard Viso Creme Puff Blush, Texture...

  • Incarnato molto chiaro con sottotono rosato – un color pesca vivace è perfetto, ma l’applicazione deve essere leggerissima, per dare un effetto naturale e sano. Se insisti marcando il fard, avresti un effetto non piacevole.
  • Incarnato chiaro con un sottotono neutro – devi evitare i colori troppo forti, che darebbero un effetto non naturale. La tinta perfetta è un rosato o un fard tendente al marroncino con toni sempre rosa.
  • Incarnato chiaro con un sottotono dorato o giallo – in questo caso un rosa corallo è perfetto e, se sei un po’ abbronzata, puoi scegliere la versione satinata.
  • Incarnato chiaro con un sottotono rosatoil blush rosa freddo è il colore più indicato.
  • Incarnato medio con sottotono neutro – essendoci una percentuale di giallo in questa tipologia di pelle, il colore che maggiormente la esalta è il rosa beige.
  • Incarnato medio con sottotono dorato – p questa è la pelle olivastra tipica delle ragazze mediterranee. L’ideale è unire la sinergia della terra con quella del fard o del blush. Si può usare la terra per dare un effetto abbronzato al viso e aggiungere un tono di rosato all’altezza dello zigomo, unendo quindi questi due prodotti in un insieme finale piacevole.
  • Incarnato scuro con un sottotono caldo non ci sarebbe quasi bisogno di fard, ma nel caso lo volessi usare, un color magenta satinato sarebbe l’ideale per dare luce all’incarnato. Via libera al fard illuminante.
  • Incarnato scuro con sottotono freddo – il colore perfetto per questa pelle così particolare è un ruggine. Se vuoi avere un effetto speciale scegli un fard metallizzato.
  • Incarnato scuro con sottotono caldo sono tipicamente le pelli color ebano e per un effetto super naturale un blush colore pesca con toni vivaci sarà molto piacevole nell’insieme.

Quali tipologie di fard e blush trovi in commercio

Collistar Silk Effect Maxi Blusher Fard Effetto...

Se solo fino a qualche tempo fa trovavi in commercio, la versione in polvere, oggi la cosmesi offre un ventaglio di possibilità più numerose. Ovviamente la versione in polvere è la più classica da applicare con apposito pennello. Esiste anche il blush in versione cremosa: questa è la versione che i truccatori usano più frequentemente per truccare le celebrità.

Devi avere una certa manualità perché è da stendere con i polpastrelli. Se vuoi un effetto più marcato, usa il dito indice: la pressione è maggiore e involontariamente marcherai di più il trucco. Se invece vuoi un’applicazione più leggera usa l’annullare, la cui forza di pressione e notoriamente minore. L’ultima tendenza è il blush in gel: perfetto per un effetto super naturale e da applicare con le dita tenendo in considerazione i suggerimenti di prima. Puoi scegliere anche la composizione in crema che crea un effetto sempre molto leggero e naturale.


Un’applicazione mirata di blush per ogni viso

L'Oréal Paris MakeUp Blush in Polvere Accord...

Oltre al fatto che ognuno ha una certa tipologia di pelle, sia in struttura, che in colore, devi anche considerare la forma del tuo viso. Questo aspetto è importante per capire dove applicare correttamente il blush. Analizza quale sia la tua forma e sfruttala al meglio per accentuare la tua bellezza. Ecco i suggerimenti per poterlo fare.

  • Se hai un viso ovale applica il blush sulle guance nel punto più sporgente e sfumalo verso le tempie.
  • Se hai un viso tondo l’obiettivo è snellirlo, quindi parti dai lobi e con un movimento dall’alto verso il basso sfuma il fard fino alla parte più sporgente della guancia. Divieto assoluto di prodotti satinati.
  • Se hai un viso quadrato applica con pennellate circolari il fard nella parte più sporgente della guancia: serve ad addolcire i tratti.
  • Se hai un viso a cuore parti dalle guance e sfumalo verso le tempie disegnando una C.

Non manca che scegliere il prodotto perfetto per il tuo viso e creare un look da selfie.


Fonte:

Blush o fard? Scopriamo qual è la differenza – Pianeta Donna¹

Qual’è la differenza tra blush, fondotinta, cipria, terre, ecc…? – Pianeta Donna Blog²