20 giugno 2011

Lady Gaga e il Simbolismo Occulto

lady gaga mark ryden
di The Vigilant Citizen
Traduzione di Anticorpi.info

PRIMA PARTE
Il simbolismo che circonda Lady Gaga è così evidente che viene da chiedersi se sia solo una sorta di scherzo di cattivo gusto. Quello degli Illuminati sta diventando così esplicito che analizzare fenomeni simili diventa un esercizio di sottolineatura dell'ovvio.

Tutto di Lady Gaga (che agisca o meno) rappresenta un omaggio al controllo mentale, per cui essere vacui, incoerenti e distratti diventa una cosa alla moda.

Informazioni essenziali.
Cosa si intende per "controllo mentale"? Vi suggerisco di ricercare "progetto MK Ultra" (o leggere i post correlati - n.d.t.) per ottenere informazioni al riguardo. Ecco una panoramica tratta da una sorprendentemente accurata Wikipedia:

Il Progetto MK-ULTRA - o MKULTRA - era il nome in codice di un programma segreto della CIA condotto dallo Office of Scientific Intelligence, avente per oggetto il controllo mentale e gli interrogatori a base di somministrazioni chimiche. Il programma fu inaugurato nei primi anni '50 e proseguì almeno fino alla fine del 1960, avvalendosi di cittadini degli Stati Uniti come cavie. Diverse pubblicazioni provano come il progetto MK-ULTRA abbia comportato l'uso surrettizio di numerosi tipi di farmaci ed altri metodi allo scopo di manipolare gli stati mentali ed alterare le funzioni cerebrali del singolo individuo.

Il progetto MK-ULTRA fu reso noto alla collettività nel 1975 dal Congresso degli Stati Uniti, grazie alle indagini della commissione Church, e da una commissione presidenziale nota come la Commissione Rockefeller. Gli sforzi investigativi furono ostacolati dal fatto che l'allora direttore della CIA Richard Helms nel 1973 diede disposizioni affinché tutti i file relativi allo MK-ULTRA fossero distrutti. Le indagini delle due commissioni si basarono perciò su una serie di testimonianze giurate prestate da partecipanti diretti e da un numero piuttosto esiguo di documenti sopravvissuto alla distruzione.

Sebbene la Cia insista sul fatto che gli esperimenti MK-ULTRA siano stati abbandonati, il veterano Victor Marchetti ha dichiarato in molte interviste che la CIA ricorra abitualmente a campagne disinformative e che le ricerche segrete sul controllo mentale non siano mai cessate. In un'intervista del 1977, su specifica domanda Marchetti rispose che l'abbandono dell'MK-ULTRA da parte della CIA sia solo una 'storia di copertura.'

Una costola del progetto è denominata Monarch Project. Si tratta di una tecnica di controllo mentale con cui il soggetto viene esposto ad un trauma così violento da indurre la sua mente a creare uno stato dissociativo (v. correlati). Tutto ciò per fare nascere una seconda personalità completamente separata dalla principale, la quale in seguito virnr modellata ed educata dai manipolatori per emergere al momento appropriato.

"Se qualcuno subisce traumi indotti da elettroshock percepisce una sensazione di vertigine, come la fluttuazione di una farfalla. E' inoltre nota la rappresentazione simbolica relativa alla trasformazione o metamorfosi di questo bell'insetto: da bruco in bozzolo (dormienza, inattività), a farfalla (nuova creazione). Tale è il modello migratorio che rende questa specie unica."

Durante la rieducazione i soggetti sarebbero esposti a vari simboli come alberi, ragnatele, maschere, labirinti, farfalle, ecc. Inoltre vengono loro mostrati dei filmati contenenti specifici segnali (o trigger - grilletti - n.d.t.) come Il mago di Oz e molti film della Disney.
Proprio come alcuni singoli individui vengono rieducati mediante il lavaggio del cervello, i media portano avanti un progetto di controllo mentale su vasta scala, che inizia fin dalla nascita con i film Disney e continua con film hollywoodiani e videoclip musicali

OMG! Cosa significano queste illazioni su Lady Gaga? Io la adoro!
Ciò che dobbiamo considerare in questa sede è il simbolismo del Monarch ed il suo utilizzo nei mass media. Monarch è un tipo di farfalla divenuto l'ultimo simbolo trapelato del controllo mentale. Il simbolismo che circonda Lady Gaga nelle sue immagini e video mescola diversi tipi di simboli occulti. Il suo personaggio vacuo, robotico e un pò degenere racchiude tutti i sintomi attribuibili a una vittima di controllo mentale. Esaminiamo ciò che rappresenta Lady Gaga, ad iniziare dalla base: il suo nome

Il nome.
Gaga è un termine che rimanda alla distrazione. Di seguito, alcuni sinonimi tratti da un dizionario: stupidamente spensierato, volubile, frivolo, schiumoso, vertiginoso, scervellato, allegro, sventato, sciocco. Afflitto da irrazionalità o menomazione mentale: malato di mente, disordinato, sconvolto, maniaco, lunatico, toccato, sbilanciato, alienato, sbagliato.

Gaga è probabilmente la più semplice parola pronunciabile in lingua inglese, come spesso è il primo suono emesso dai neonati che cercano di comunicare. Così il suo nome in pratica dice: sono un donna e ho la testa vuota. Una testa vuota riempibile con qualsiasi schifezza si desideri. Imitate me, ragazzi. Questo stato d'animo è ottenibile dopo un positivo controllo mentale.

E' inoltre noto come il suo nome si ispiri alla canzone Radio Gaga dei Queen. Il video di questa canzone contiene molte scene tratte dal film Metropolis (v. correlati) datato 1927. Il film racconta la storia di una donna della classe operaia selezionata dalla elite per dare vita ad un robot, attraverso una commistione di scienza e magia nera.

metropolis lang scena

In alto, una foto tratta da Metropolis. Maria viene robotizzata. Si tratta di una metafora sul controllo mentale? Si noti il ​​pentagramma invertito in background: magia nera.

Questo robot diventa un performer sexy e seducente cui viene assegnato il compito di corrompere la classe operaia. I riferimenti a questo film abbondano nei video musicali come se fosse molto importante per l'elite occulta. Madonna, Beyonce, Kylie Minogue e molti altri hanno assunto le spoglie di questo robot di sesso femminile e - come vedrete nel video di "Paparazzi" - la stessa Lady Gaga continua questa "tradizione".

logo lady gaga
Il logo.
Il suo logo è abbastanza rivelatore. Un corpo femminile privo della testa attraversato da un fulmine che esce dai genitali. E' un ulteriore riferimento alla assenza di pensiero cosciente da parte della cantante. Il corpo sembra uno di quei sinistri manichini senza testa dei negozi di abbigliamento. Il fulmine implica che il suo corpo senza pensieri è stato "caricato" con una forza che dà la vita (nota interessante: il controllo mentale basato sul trauma è spesso indotto con trattamenti di elettro-shock).

Simbolismo dell'Occhio Onniveggente.
Basta dare una occhiata a qualche foto o video di Lady Gaga per notare come tenda sistematicamente a nascondere uno dei suoi occhi. Molti interpretano il gesto come una cosa fica da fare o una 'moda.' Chi conosce il simbolismo degli Illuminati sa come che l'occhio onniveggente sia probabilmente il loro simbolo più noto. Il gesto di nascondere un occhio, di solito il sinistro, è iscrivibile nello ambito rituale degli antichi ordini occulti. Ecco una spiegazione dell'origine del occhio di Horus.
"Horus, il sole di Osiride e Iside era chiamato 'Horus che governa con due occhi'. Il suo occhio destro era bianco e rappresentava il sole: il suo occhio sinistro era nero e rappresentava la luna. Secondo il mito, Horus perse l'occhio sinistro per mano del malvagio fratello, durante un combattimento per vendicare l'assassinio di Osiride. Seth gli strappò l'occhio, ma perse la battaglia. L'occhio fu magicamente ricomposto da Thoth, dio della scrittura, della luna e della magia. Sacrificando il proprio occhio ad Osiride, Horus rappresentò la rinascita nel mondo sotterraneo."
Dizionario dell'Occultismo
Una cosa è certa: Lady è gaga (pazza - n.d.t.) per l'occhio onniveggente.

lady-gaga-occhio-onniveggente


lady-gaga-occhio-onniveggente
lady-gaga-occhio-onniveggente










lady-gaga-occhio-onniveggente
lady-gaga-occhio-onniveggente







lady-gaga-bafometto
bafometto














Questa ultima foto è molto significativa. Conferma che l'occhio chiuso sia utilizzato nel contesto del simbolismo esoterico. Il suo occhio sinistro è sulla mano, riferimento alla Mano di Fatima (malocchio). Inoltre, non si può ignorare la somiglianza con il Bafometto.

lady-gaga-piramide-illuminati
L'occhio onniveggente alle spalle dei ballerini di Lady Gaga durante il suo Monster Tour.

lady-gaga-bafometto
Altri riferimenti al Bafometto.

Che ne dite di questo spot? Un bel pò di piramidi, vero?



I video
Quasi tutti i video di Lady Gaga includono simbolismo occulto e riferimenti neanche troppo velati al controllo mentale. Guardiamo questo breve video introduttivo utilizzato nel suo tour.


Lady Gaga parla in modo impastato e robotico, come lobotomizzata, di un uomo che "ha inghiottito il suo cervello." Gaga è interrogata da un uomo che parla in maniera molto strana e ipnotica. Se non si tratta di controllo mentale, non ho idea di cosa voglia rappresentare.

Paparazzi



Questo video è imbottito di simbolismo, ma ci concentreremo sulla vicenda principale. Esso descrive la caduta e la risalita di Lady Gaga, la quale - durante tale percorso - attraversa una gran  metamorfosi.

lady-gaga-paparazzi-scena

Lady Gaga si trova in una camera da letto con il suo fidanzato e stanno dandoci dentro. Si noti il ​​motivo a scacchi massonico sulla parete di destra e la testa di ariete, che rappresenta il bafometto, al centro. A un certo punto lui la porta sulla terrazza (anch'essa pavimentata a scacchiera). Dopo essersi assicurato che le fotocamere stiano scattando, il ragazzo spinge Lady giù dal balcone.

lady-gaga-paparazzi-scena

Mentre Lady cade, lo sfondo diventa vorticoso, modello di solito associato all'ipnosi. Lady Gaga cade piuttosto elegantemente, alludendo al fatto che questa sua caduta non sia fisica. Essa rappresenta il 'trauma' attraverso cui devono passare le vittime del controllo mentale, al fine di essere 'ricostruiti da zero.'

lady-gaga-paparazzi-scena

Lady Gaga entra poi in una villa in una sedia a rotelle e via via perde gli abiti.

Prende a camminare lentamente, con il supporto delle stampelle, scena che rappresenta la sua rieducazione da parte della élite occulta (si trova all'interno di un palazzo). E' vestita come un robot, in una citazione del personaggio di Maria dal film Metropolis, come visto sopra. Un'altra scena la mostra danzare indossando un vestito per metà bianco e metà nero; ciò simboleggia la sua (coatta) affiliazione alla 'Fratellanza Oscura.' La trasformazione è così conclusa.

Successivamente la troviamo accanto al fidanzato che l'aveva spinta giù dal balcone.

lady-gaga-paparazzi-scena

Indossa abiti in stile Disney, in una nuova allusione alla programmazione Monarch. Si comporta come una sorta di robot, come se i suoi pensieri e le sue azioni siano guidate da qualcun altro. Gaga avvelena il ragazzo e sorride in modo strano. La uccisione del fidanzato si riferisce al livello Delta del progetto Monarch, noto anche come la programmazione "killer". Ecco una descrizione del livello Delta.

"DELTA - Originariamente sviluppato per lo addestramento degli agenti speciali o soldati d'elite (cioè Delta Force, First Earth Battalion, Mossad, ecc) in operazioni di infiltrazione. Si basa sulla produzione controllata di adrenalina e la manipolazione della aggressività. I soggetti sono indotti a non provare alcuna paura nello svolgimento delle loro assegnazioni. Le istruzioni di autodistruzione sono stratificate a questo livello."
Dr. Corydon Hammond,  Project Monarch Programming Definitions

Dopo aver svolto la sua missione omicida, Lady Gaga è più popolare che mai, e raccoglie i frutti del suo stato di assoggettamento agli Illuminati.

Per concludere.
Lady Gaga incorpora nei suoi video, foto e gesti un preciso simbolismo che si riferisce agli Illuminati e al controllo mentale. Il suo simbolismo è profondo, esoterico e spirituale anche quando confeziona canzoni come "Just Dance", dedicate allo essere totalmente insensibili. Questo aspetto di Lady Gaga è qualcosa che merita di essere analizzato e compreso. Mentre le masse di giovani imitano i suoi gesti, la sua attività è parte di un sistema più ampio che comprende molte altre stelle dello spettacolo. E' una cantautrice creativa e di talento. Ma alla fine della giornata, la persona "Lady Gaga" è una Fame Monster (mostro affamato di successo, citazione della stessa Lady Gaga - n.d.t.), disposta a fare qualsiasi cosa pur di essere una superstar, compreso incorporare nelle sue azioni il simbolismo delle élite, e prestandosi a diventare un burattino nelle mani degli Illuminati.

SECONDA PARTE
Il mio primo articolo su Stefani Joanne Angelina Germanotta ha generato grande interesse e polemiche. E' stato linkato in molti siti web ed è stato considerato sia l'opera di un genio che quella di un 'folle cazzaro', a seconda del punto di vista. Posso confermare di non essere alcuna delle due cose, ma solo un tizio che conosce la simbologia occulta.

Molti siti e blog hanno deformato il contenuto originale dell'articolo (probabilmente per sensazionalismo) aggiungendo commenti sarcastici del tipo: "Oddio! Lady Gaga vuole controllare le nostre menti!" oppure "La folle cospirazione di Lady Gaga." Credo che queste reazioni fossero prevedibili. Per le persone che non conoscono concetti oscuri come la programmazione Monarch ed il simbolismo occulto, il tutto può sembrare assolutamente esagerato e ridicolo. Ma per coloro che hanno conoscenze di base e che hanno studiato questi argomenti (una piccola minoranza), l'articolo altro non è stato che la conferma di una ovvietà.

A seguito del primo articolo Gaga ha pubblicato altro materiale riutilizzando esattamente gli stessi temi già discussi: controllo mentale, occultismo e società segrete. Devo ammettere che Gaga sappia come generare attenzioni e polemiche intorno alla sua persona, per poi fare scervellare la gente. La grande maggioranza della gente non ha ancora idea dei temi a cui si riferisce il suo simbolismo. Così, a rischio di essere chiamato nuovamente 'folle cazzaro', voglio mostrarvi alcune delle ultime immagini di Lady Gaga legate all'occulto.

Posa massonica.
Nei miei articoli su Lady Gaga ed i Video Music Awards del 2009 ho identificato l'uso e la visualizzazione di elementi tratti dal simbolismo massonico. Se le mie affermazioni sono state considerate inconcludenti da alcuni, mi chiedo se gli stessi rimarranno scettici circa la presenza del simbolismo massonico nella cultura pop, dopo aver visto questa serie di foto, scattate all'interno una loggia massonica.

lady-gaga-simbolismo-occulto

Se avete una minima conoscenza della massoneria, conoscerete la grande importanza dei pilastri gemelli, Jachim e Boaz. Essi sono rappresentati in un gran numero di opere d'arte massoniche, come questa:

lady-gaga-simbolismo-occulto

Gaga è in piedi tra i due pilastri, indossa scarpe Hallo Kitty, riferimento alla programmazione del controllo mentale (innocenza, infanzia, rieducazione, ecc.) I suoi occhi sono chiusi, ma ha un paio di occhi aperti dipinti sulle palpebre, il che è molto simbolico: i suoi occhi sembrano aperti ma sono ancora del tutto serrati.

lady-gaga-simbolismo-occulto

Nella foto sopra Gaga è seduta su un trono massonico, con i due pilastri su ciascun fianco. Sulla sua testa campeggia la squadra della Massoneria. Indossa un vestito Hallo Kitty e posa in stile manichino. Le sue mani sono posizionate in modo da ricordare l'iconografia che esprime la massima ermetica: "come sopra, così sotto."

lady-gaga-simbolismo-occulto

Nella foto sopra, Gaga sta in piedi accanto al busto di un importante massone (facilmente riconoscibile dalla collottola). Il simbolismo dell'occhio onniveggente è ancora preponderante in tutte le sue pose. Gaga è comunque ben lungi dall'essere l'unica artista a ricorrere a questo particolare simbolo (vedi la copertina dell'album Rated R di Rihanna).

Maria di Metropolis colpisce ancora.
Nel precedente articolo ho accennato a come il nome "Lady Gaga" si rifaccia al video Radio Gaga dei Queen, in cui furono inserite molte scene dal film Metropolis. Un film noto per le tematiche spiccatamente occultistiche (magia nera, sacrifici al dio pagano Moloch, controllo della mente, la prostituta di Babilonia) cui molto spesso ricorre la industria musicale.

Nel film, Maria, una ragazza della classe operaia, viene selezionata dalla élite per dare le sue sembianze ad un robot controllato mentalmente, al fine di confondere le masse. Una dicotomia tra la Maria falsa e quella reale,  che si riscontra anche in una delle ultime uscite di Gaga, intitolata Fame Monster.

lady-gaga-metropolis

Nella foto sopra l'acconciatura di Lady Gaga (falsa Maria) è estremamente rassomigliante a quella del robot Maria:

metropolis-lang-scena

In questa scena di Metropolis l'androide Maria rappresenta la incarnazione della "meretrice di Babilonia" così come descritta nella Apocalisse 17:
"Così mi trasportò in spirito nel deserto: e vidi una donna seduta su una bestia di colore scarlatto, piena di nomi di bestemmia, con sette teste e dieci corna. E la donna era vestita di porpora e di scarlatto, adornata d'oro e pietre preziose e di perle, una coppa d'oro in mano ricolma delle abominazioni e immondezze della sua fornicazione: E sulla sua fronte era scritto un nome: Mistero, Babilonia la grande, madre delle meretrici e delle abominazioni della terra."
Apocalisse 17
lady-gaga-simbolismo-occulto

Contrapposta alla prima Lady Gaga, ecco la seconda Lady Gaga (reale Maria), naturale e apparentemente infelice.

Altre pose correlate al simbolismo del controllo mentale

lady-gaga-controllo-mentale

Questa maschera metallica è un palese riferimento ad una personalità alternativa.

lady-gaga-controllo-mentale

Oltre la metafora ... un vero e proprio velo di fronte ai suoi occhi.

lady-gaga-bafometto

Non sembra la testa del Bafometto quella roba che ha sul capo?

In conclusione.
Dopo la pubblicazione del primo articolo, Lady Gaga ha continuato a ricorrere ai medesimi temi e e simboli precedentemente trattati. Anche se fosse molto intelligente e preparata nella simbologia occulta, di solito le impostazioni delle pose sono stabilite da fotografi, stilisti e altri "consulenti". Se lei intenda solo commentare il fenomeno del controllo mentale o sia semplicemente una vittima dello stesso, è ancora difficile da definire, ma una cosa è certa: il simbolismo occulto è indiscutibilmente presente. 

Tuttavia la cosa più inquietante è che questi temi non sono prerogativa della sola Gaga. Sono intessuti in molti ambiti, dalla musica alla industria della moda, talmente evidenti da costringere a considerare seriamente la idea che tali artisti siano rondelle di un ingranaggio più ampio intento a promuovere una preciso simbolismo attraverso il mercato. I riferimenti al controllo mentale, società segrete, Bafometto e Metropolis sono troppo diffusi per essere coincidenze o estemporanee espressioni artistiche. E' in atto una precisa campagna mediatica finalizzata alla immissione di questi elementi nella cultura pop.

Che cosa dovremmo fare al riguardo? MTV ha un consiglio: Just dance.

Articoli in lingua inglese, pubblicati su sito The Vigilant Citizen
Link diretti:
http://vigilantcitizen.com/musicbusiness/lady-gaga-the-illuminati-puppet/
http://vigilantcitizen.com/musicbusiness/lady-gaga-the-illuminati-puppet-part-2/

Traduzione a cura di Anticorpi.info


Post correlati: Il Cigno Nero
Post correlati: Sesso, Bugie e Controllo Mentale - Cathy O'Brien (P.1)
Post correlati: Controllo Mentale e Terrore (Mengele)
Post correlati: Paolo Ferraro nel Paese delle Meraviglie
Post correlati: Arancia Meccanica - S. Kubrick
Post correlati: Rosemary's Baby - R. Polanski
Post correlati: Tecnocrazia = Controllo Mentale
Post correlati: Controllo Mentale nei Mass Media (PNL, Propaganda)
Post correlati: Linguaggio: la Guerra dietro Ogni Guerra (Fase Nigredo)
Post correlati: Armi Silenziose per Guerre Tranquille (Psy-War) - David Icke
Post correlati: Metropolis - F. Lang
Post correlati: Transumanesimo e Metacomunicazione
Post correlati: Il progetto Blue Beam e la Nuova Religione Mondiale
Post correlati: Tag Film
Post correlati: Tag Simbologia

eBook - Trance Formation of America - Epub




Illuminati e la Musica di Hollywood - Libro
Accesso Negato alla Verità



25 commenti:

  1. Di questo passo faranno i loro rituali più crudi durante un concerto davanti a migliaia di fans inconsapevoli! E pagano anche per andare a vedere queste vittime della manipolazione massonica.

    Questo messaggio lo sto girando a tutti i blog che conosco: da una serie di amici blogger è partita una campagna contro le scie chimiche, per maggiori info potete consultare il mio blog.
    Spero che partecipiate numerosi e che diffondiate l'evento.
    Saluti con un cielo tutto azzurro!

    RispondiElimina
  2. Rocco Sì Freddo20 giugno 2011 04:54

    Che sia in atto una campagna mediatica ecc, come dici sopra, non c'è dubbio. Che questi signori abbiano il pieno controllo dei media invece non lo credo vero per niente: però, se immettendo un sacco di materiale nei media, qua e là, tramite questo programma, quell'artista, allora lo danno a credere.. bè, allora si che hanno vinto!
    Tutti i potenti finora, non avendo mai avuto sufficiente potere per controllare le masse, hanno agito prima e durante con lo strumento raffinato della propaganda, Hitler docet. Questo ha permesso di far credere alla massa che avessero tanto potere. Scrivo questo perchè, se è vero che questi tizi hanno un potere, sta a noi e a chi vuole dubitare, tenere a mente il fatto che stanno cercando solo di amplificare nella gente l'idea che hanno il controllo e il potere soggiacente. Cosa che, di fatto invece NON HANNO.
    Ragion per cui considero un pò borderline questi articoli, c'è il rischio che diventino anch'essi un amplificatore.

    RispondiElimina
  3. La conoscenza ci salverà. Ma quanta fatica !!!!!


    walter

    RispondiElimina
  4. Bisogna Svegliarsi.
    Grazie per la traduzione.

    RispondiElimina
  5. Tanto per ricordarlo, nel musical dei Queen e Ben Elton "We Will Rock You", ambientato in un futuro distopico con gente controllata, svuotata, perennemente "online" sul pianeta rinominato "Planet Mall" (centro commerciale), le ragazze-manichino vengono chiamate "Gaga-girlz".

    RispondiElimina
  6. E' molto lungo e fatto bene !! Che dire...
    Secondo me dunque, "qualcuno" tempo fa mi aveva detto che i militari sarebbero dovuti diventare una sorta di moda e di eroi per non far perderci fiducia nelle autorità! Ma chi sta a capo dei militari? Politici e massoneria ordunque anche essi hanno sicuramente un ruolo fondamentale e proprio ora che li stiamo scovando cercano di far passare il loro giro settario come una leggera moda, una puttanata, un qualcosa che va al di là della razionalità, quindi insignificante inutile e da non prendere in considerzione dato che ormai è una moda e ci si specula pure sopra. Così la gente continua a dormire o si abitua elogiandone l'esistenza.

    RispondiElimina
  7. Tutto ciò dimostra l’invasività di questo potere ultramillenario da sempre in conflitto con la parte più nobile dell’uomo e che l’uomo in passato ha potuto contrastare per mezzo di Sacre Discipline ormai svanite dal nostro intimo sentire e pertanto dai nostri atti che rimangono svuotati d’ogni reale azione - invocazione creativa…in questo intimo vuoto attecchiscono gli effetti dell’attuale magia nera, quasi una forma d’incantamento sintetico che si avvale di segni ancestrali convertiti all’aspetto più buio dell’attuale Spirito dei tempi che nell’artefazione assoluta pone l’impronta della sua identità.
    L’economia è solo uno strato superficiale, il cuore nero, il nocciolo maligno dell’attuale potere verte al controllo delle nostre anime…così è da sempre…vi sono all’opera forze oscure da tempi immemorabili ed oggi sembra che abbiano preso il sopravvento…intimamente siamo deformati, scomposti, massimamente rarefatti anche se non vogliamo le nostre azioni esteriori descrivono quotidianamente i movimenti involontari di una “pura” liturgia buia.
    Lo facciamo scartando prodotti preconfezioanti qualsiasi essi siano, biologici o no, celebriamo gli atti di questa Liturgia tenebrosa scrivendo su una tastiera di un pc o di un telefonino, accendendo il televisore contribuiamo volenti o no a propagare le onde incoerenti dell’ultimo flusso digitalizzante che è la massima delle scomposizioni disgreganti dell’ordine armonico naturale…oltre a ciò la larga massa è irretita da questa bassa seduzione oscura…dallo splendore malvagio di una Lady Gaga – osceno pupazzo carnale - che è solo l’ultimo derivato di un progetto iniziato oltre sessant’anni fa con l’avvento della Pop art…nulla di buono…anch’essa ascrivibile al contro-fascino mirante ad aggiogare la nostra interiorità alla deleteria promessa di una pseudo immortalità confezionata nella plastica…il Pop è antietnico e antipoetico…non rinvigorisce nulla della vita dell’animo, anzi lo deprime in favore di una bassa eccitazione e stordimento dei sensi…il Pop ci decontestualizza ubriacandoci di una bevanda industriale che mortifica e trascina l’anima in luoghi privi di reale senso o reale identità ed in questi affonda…anche il fatto che noi pochi possiamo esserne consapevoli non cambia l’ordine invertito di questo stato di cose…come dire…
    Giovanni Ranella

    RispondiElimina
  8. Intendevo dire…questa riflessione rileva la fine del nostro patrimonio artigianale – artistico che è svanito in favore dell’inganno industriale…insomma…Lady Gaga è per ora l’ultimo reflusso di una marea contaminate che risponde al nome di Pop-Art…è la celebrazione mediatica e iconografica che nell’immediato dopoguerra suggellò il passaggio dal Terzo all’attuale Quarto Reich…la plastificazione assoluta…Warhol ideologicamente è nazista…basta leggerne i diari per accorgersene…Lady Gaga devia le suggestioni psichiche…attira per annichilire l’identità di chi guarda su impulsi vili...oscuramente sessuali, necrofili…tale sostanzialmente è l’identità Pop…colori piatti sgargianti che sono la parodia dell’oscurità, poiché il Pop sostanzialmente è antietnico, antilirico e dunque antipoetico, appiattisce la nostra essenza aggiogandola ai ritmi scomposti di una trasgressione omologante, di una falsa libertà solo esteriore…considero Pop anche le istallazioni o personaggi come Hirst…che Hirst fa nell’iconografia muta…con assai minor talento…quello che Lady Gaga fa in musica…questa finzione programmata a propriamente satanica e riflessa fino nell’aria, nel cibo e nell’acqua che ingeriamo ha valore puramente psichico, può intaccare profondamente la psiche e pertanto scollarci dalle tensioni spirituali cui dovremmo tendere per natura e che un certo modo d’intendere l’arte invece ci aiutano a recuperare…la vera finalità di Lady Gaga o Madonnna o Hirst (loro sono solo strumenti) è quella di scardinarci dalla nostra eredità storica e culturale più profonda…negli ultimi cinquant’anni hanno elaborato un nuovo linguaggio ermetico invertito…ovvero…solo profano, ad uso della corrotta elité dominante nella finalità di propagandare il non-senso, di costruire individui deboli…identità senza senso formanti delle società gregge buone solo da tosare…l’arte vera infonde coraggio, rinsalda lo spirito, infonde lucidità superiore che è veggenza…tensione lirica riflessa pure nell’orto che uno dovrebbe coltivarsi…tensione lirica che fu riflessa nella stessa vendemmia e nell’aratura…evocano tutto ciò Lady Gaga o le stesse Biennali Veneziane?

    RispondiElimina
  9. Azz...Giovanni Ranella !!!
    Quale lucida e condivisibile sviolinata !!!


    walter

    RispondiElimina
  10. Orizzontivicini24 marzo 2012 03:13

    Articolo interessante che svela molti dettagli, però mi viene da pensare: posto che sia vero che qualcuno o più di uno vogliano diffondere questi simboli e messaggi subliminali a fini di controllo, chi mi spiega come potrebbe essere recepita la dominazione se questa simbologia è ignota alle masse? In che modo potrebbe arrivare a manipolarle?
    Per uno che non conosca la simbologia misterica, se al posto della testa del bafometto ci fosse la testa d'un ippopotamo stilizzato, il messaggio finale non cambierebbe per niente. Tutt'al più un qualche messaggio può arrivare giusto agli "addetti ai lavori", a coloro che hanno la chiave di lettura, non certo alle masse che neanche notano la testa del caprone o il trono massonico all'interno dei video. E non possono certo funzionare come messaggi subliminali poiché alla fine sempre una capra ed un trono sono, cioè figure universali riconducibile a mille e uno differenti suggestioni quindi se non si possiede la cultura necessaria ad interpretarli vengono letti semplicemente come un fantasioso sfondo di una scenografia barocca e/o esotica. Specialmente da un americano medio che è di una ignoranza inquietante ed anzi veramente terrificante (quella sì, altro che bafometto).
    Indi per cui alla fine della fiera mi sembra solo l'ennesima tendenza di tanti cantanti o gruppi rock/pop che nella storia della musica di massa hanno stronzeggiato dandosi un qualche alone di mistero e venerabilità per accaparrarsi la "fede" di una percentuale della massa (che è sempre esistita e sempre esisterà) che necessita di "credere" ciecamente in qualcosa o qualcuno siano essi un gruppo musicale, una squadra di calcio, una religione o un partito politico. Ma per spiegare tutto ciò non c'è bisogno di scomodare fantomatici disegni di controllo della psiche delle masse ad opera di presunti illuminati. Basterebbe un tribuno dell'antica Roma per farsi spiegare come funziona il controllo delle masse, è storia vecchia come l'uomo. Qui i veri illuminati sono quelli che controllano la vera droga dell'uomo: il denaro e quindi l'economia che essa sì detiene il potere di manipolare e direzionare l'esistenza di intere comunità, altro che quattro video destinati a quattro beoti fan di lady gaga. Quindi bando ai soliti complottismi da discount. Qui si tratta nel migliore dei casi di romantiche suggestioni di qualche credulone e, nel peggiore, dei vagheggiamenti di visionari e/o chiacchiere di gente che cerca di costruirsi un'aurea di rispettabilità per la loro presunta sagacia mostrata nello svelare "disegni arcani" ignorati dai più.
    Vivete la società, il mondo del lavoro, seguite la politica e fatelo in prima persona. E' in quell'ambito "reale" che si perpetrano le più grandi "frodi occulte" ai danni delle esistenze di milioni di persone. E vivetele in prima persona. Il resto son tutte chiacchiere da salotto per gente annoiata che può permettersi il lusso di un futile e grave ozio onirico (questo sì veramente lobotomizzante!). Saluti

    RispondiElimina
  11. @ orizzontivicini ... considerazioni un tantino superficiali e superbe, che non tengono conto che:
    - non è solo la musica pop, rock e classica (ad es. mai approfondito mozart?) ma il mondo intero è stracolmo di simbolismo occulto, ad iniziare dai simboli sulle banconote, nelle opere d'arte, nei monumenti, sui sigilli statali, su molti loghi commerciali, per finire con le centinaia di obelischi et similia disseminati un pò ovunque in giro per il mondo
    - esistono società più o meno segrete che utilizzano i medesimi simboli e annoverano nelle loro fila alcuni dei personaggi più potenti del mondo
    - esistono testi di qualche migliaio di anni fa che ricorrono ai medesimi simboli
    - esistono discipline accademiche che si occupano di simboli. la semiotica, ad esempio, di cui eco (che sarà ambiguo, ma non è un fesso) è tra gli esponenti italiani di spicco.
    - l'intera disciplina psicanalitica junghiana si fonda sugli archetipi i quali si esprimono in simboli e agiscono ... vabè sul come agiscano potrai informarti personalmente, se già non lo sai
    - uno sprovveduto come confucio andava blaterando che il mondo sia governato da segni e simboli, e non da leggi e frasi
    - esistono i messaggi subliminali e meta-comunicativi
    - questi articoli non hanno la velleità di salvare il mondo, ma solo di porre in evidenza alcuni aspetti ambigui e ricorrenti - ripeto: *ricorrenti* - della attuale realtà, nello specifico, la realtà mass mediatica.

    insomma, siamo su un piano del tutto diverso rispetto alla politica e al lavoro... e non mi sembra che ci voglia un genio per intuirlo.

    Il che non vuol dire che chi voglia non possa impegnarsi in politica, società, elettrotecnica, idraulica e veterinaria e *contemporaneamente* fare altre cose, ampliando i propri orizzonti culturali come meglio crede ... o a tuo insindacabile giudizio una cosa deve escludere necessariamente l'altra?

    circa il denaro usato come strumento di soggiogamento delle masse, ti ringrazio per averci aperto gli occhi ;)

    RispondiElimina
  12. Orizzontivicini27 marzo 2012 04:08

    @ Viator
    spero che non ti offenderai per quello che scriverò, ma permettimi, hai portato esempi forzati e un po' "bambineschi": citare Mozart non rende quello che dici più colto e quindi più vero, ma anzi, in questo caso, più sbagliato essendo il tuo un paragone improponibile: nel '700 la massoneria faceva parte del tessuto culturale europeo (e statunitense) palesandosi in molti aspetti della quotidianità. Ed era normale. In 300 anni le cose sono un tantinello cambiate e i riferimenti esoterici odierni di qualche popstar sono un vezzo, credimi. Altra cosa la questione "psichedelico-alienante" sicuramente più verosimile -lo riconosco- pur dovendo operare dei distinguo nella sua analisi.

    Non si capisce, poi, il calderone in cui metti indiscriminatamente le opere d'arte in cui c'è tutto e il suo contrario (simboli e non), con gli obelischi (grazie al piffero che hanno segni esoterici: hai un'idea del periodo a cui risalgono il 90% di essi?), con le banconote (storia trita e ritrita: vedi massoneria di cui sopra).

    Parli di società segrete che annoverano "nelle loro fila alcuni dei personaggi più potenti del mondo". Se lo dici tanto convinto devi averne sicuramente la lista nel pc, vero?

    Dici che " esistono testi di qualche migliaio di anni fa che ricorrono ai medesimi simboli". E quindi? Dovrebbe essere una spiegazione oggettiva per cosa? Per provare la continuità storica dell'esistenza di un gruppo di "illuminati" che vogliono dominare le nostre menti tramite la musica pop? Mi sembra un po' puerile come indizio. Non è che forse leggi troppi fumetti?

    Parli poi di semiotica, ma -anche qui- a sproposito: hai le idee un po' confuse a riguardo se la tiri in ballo per attribuire "accademicamente" un qualche potere ammaliante/influenzante ai simboli. Sei proprio fuori strada e te lo direbbe anche Umberto Eco. Ed anzi, da come lo citi mi viene da pensare che forse sei uno dei tanti che ha letto (male) il suo "Pendolo di Focault" capendone poco o niente e rimanendone suggestionato come un bimbo (le basi culturali contano anche quando si legge un semplice romanzo).
    [O forse sei proprio un "bimbo" ancora in età scolare??? Propendo molto per quest'ultima ipotesi, lo confesso]

    Per la tua citazione di Jung vale ovviamente quanto detto per Eco: approccialo con un minimo di preparazione sennò travisi pure lui.

    In generale permettimi: citare autori famosi non è cosa saggia se non hai capito cosa dicono e non ti cederanno un po' del loro lustro, anzi, esattamente il contrario.

    Da come scrivi (sempre senza offesa, si fa per parlare e -magari- crescere) ho avuto l'impressione che tu sia un po' farcito di "internettese" cioè della summa di estratti generici e rimescolamenti vari che spiegherebbero i tuoi riferimenti "ad casaccium" :-D

    Lo scrivo a te perché magari potrebbe essere di spunto a chi di passaggio: la cultura, che aiuta a discernere anche su questioni di costume come queste, non passa per Google, ma passa prima per i libri di cara vecchia carta. Internet è un'automobile utilissima, ma la strada la devi già conoscere se vuoi arrivare da qualche parte ;-)

    Concludendo, quando dicevo che sarebbe cosa buona e giusta "vivere" la realtà come impegno sociale volevo indicare come possa, un impegno reale e pratico, fungere da buon antidoto a ozi infruttiferi che portano a credere alle fate e agli asini che volano. Perché è sin troppo evidente come con l'impoverimento culturale degli ultimi 20 anni ci si stia "americanizzando" con percorsi cognitivi alienanti e surreali. Pensavo fosse chiaro, ma riconosco che non tutti capiscono alla prima botta.

    In bocca al lupo ;-)

    RispondiElimina
  13. @ orizzontivicini ... facciamo così: hai vinto ;)

    RispondiElimina
  14. Caro Viator, se tu sapessi tutto insegneresti Teologia a Parigi!
    ;-)
    Ele

    RispondiElimina
  15. @ ele ... insegnare teologia a parigi? guarda che il bel mondo in cui sguazzi è stato messo insieme da gente che ha studiato e insegnato in posti come quello. evviva i luoghi comuni. inoltre, che tu ci creda o no, nemmeno chi insegna teologia a parigi sa tutto; so che è dura da digerire, ma fattene una ragione. per il resto, non ho mai preteso di sapere tutto ... tutt'altro. ribadisco però che il primo inervento di orizzontivicini era spocchioso e fuori luogo, ed il secondo astioso e inutilmente retorico. fate i bravi. non c'è motivo di prenderla così di petto.

    RispondiElimina
  16. "La verità reale è sempre inverosimile"
    Fedor Dostoevskij

    RispondiElimina
  17. bella. la aggiungo nella sezione ipse dixit. grazie anonimo.

    RispondiElimina
  18. @ Viator
    pensavo di essere spiritosa ma a quanto pare così non è stato... la mia infelice battuta mi pareva un modo di sdrammatizzare la penosa discussione precedente, per quanto non mi riguardasse direttamente; i commenti sono pur sempre pubblici e per questo sono ugualmente intervenuta.
    Mi sono limitata a riportare una (famosa?) citazione da "Il nome della rosa", il più noto romanzo di quell'Eco che entrambi avete citato, che mi sembrava appropriata alla diatriba che il tuo interlocutore cercava di imbastire ed al falso sapere che questo genere di discussioni presumono, cui il romanzo in più punti fa riferimento. Penso che tu non l'abbia colta perché forse sei troppo giovane! (Avevo il dubbio). In ogni caso mi spiace che tu l'abbia considerata una critica - ingiusta e priva di fondamento - nei tuoi confronti anche perché non mi permetterei mai di esprimermi in questo modo nei confronti di qualcuno! Ovviamente non è necessario che pubblichi questo mio commento, desideravo solo chiarire il malinteso.
    Ele

    RispondiElimina
  19. @ ele ... non ho letto il nome della rosa; il che farebbe di me un giovincello? il non leggere eco sarà mica il segreto dell'eterna giovinezza? :)
    se guardi bene, ho citato la semiotica, di cui eco è docente; non ho 'citato eco'. e se ho tirato fuori quella lista buttata giù in pochi secondi, non l'ho fatto per far sfoggio di gran cultura, o di un 'falso sapere', ma per evidenziare una serie di dati di fatto, che in quanto tali il mio interlocutore non è stato in grado di confutare se non mediante qualche lezioncina retorica di assai poca sostanza. d'altra parte anche la questione del 'vero sapere' mi sa di retorica. cos'è, una gara? chi stabilisce quale sapere sia falso, e quale vero? e se il 'vero sapere' sia in realtà qualcosa di falso spacciato per vero? dov'è l'essere supremo che lo ha certificato come vero? anche a tal riguardo avrei pronte un bel pò di liste sul 'vero sapere' poi rivelatosi un 'falso sapere', ma mi astengo. la 'diatriba' si è accesa solo per il tono un tantino spocchioso con cui il mio 'interlocutore' ha liquidato certi argomenti. se vieni qui con l'intento di trollare e ridicolizzare, verrai ridicolizzato, specie se mi becchi in un momento in cui mi 'girano' per altri motivi. quanto al tuo intervento, il sarcasmo era abbastanza evidente. ma ci sta, specie se proveniente da una gentile vecchietta :P. scherzo, ovviamente. magari non era il contesto più appropriato, ma questa è solo la mia opinione.
    il commento lo pubblico tranquillamente.
    sei sempre la benvenuta, specie se continui a darmi del giovincello!
    ciao

    RispondiElimina
  20. ok su questo due parole ancora le spenderei... "falso sapere" è un'espressione inappropriata e le tue osservazione sono quanto mai opportune; infatti ho osato un po' con una traslazione del significato... in realtà il romanzo che tu non hai letto incentra spesso l'attenzione sull'uso che del sapere, quale che sia (non falso/vero), si decide di fare, se metterlo al servizio dell'avanzamento generale piuttosto che sfruttarlo per dimostrazioni di sterile dialettica.
    La mia supposizione sulla tua età è naturalmente solo una supposizione, dovuta al fatto che il libro è stato molto in voga in un certo periodo per alcuni anni e moltissimi l'hanno avuto tra le mani, ciò non vuol dire che fosse un obbligo leggerlo. Citandone l'autore me l'hai fatto tornare in mente, forse perché la questione di cui sopra, sull'uso del sapere, mi coinvolge molto. Io ho avuto la "sventura" di leggerlo proprio nell'anno della maturità e di rimanerne talmente suggestionata da decidere di diventare medievista e di laurearmi con una tesi sugli eretici... vedi tu che bell'idea che è stata :-) hai fatto bene quindi a non leggerlo!
    Ele

    RispondiElimina
  21. Vorrei aggiungere: allora li porti proprio bene i tuoi anni!!!! (ma io ci scommetto che ne hai meno di me)
    Ele

    RispondiElimina
  22. Ho osservato con un certo divertimento, frammisto allo sconcerto tutta questa strana polemica (postuma) tratta da un vecchio articolo del sito vigilant citizen. Basterebbe dargli un'occhiata ogni tanto per osservare tutte le interessanti segnalazioni ad esempio sull'emittente televisiva Mtv, e/o i dubbi recenti e le strane coincidenze sulla morte di Withney Houston... Sempre tradotto da questo sito, avevo apprezzato qui l'articolo sui lampioni "spioni": bene, guardate ora come cercano di contrabbandarceli: http://www.corriere.it/ambiente/12_marzo_29/rifiuti-videoregistrati-tagliacarne_def9c3f4-78ea-11e1-9401-15564ff52752.shtml

    RispondiElimina
  23. @ ubaldo ... che pensatona. anche in tv, visto quanti cattivoni sono assicurati alle patrie galere grazie alle provvidenziali telecamere stradali? ci vogliono un gran bene. siamo in una botte di ferro... saldata dall'esterno.
    ciao e grazie della segnalazione

    RispondiElimina
  24. signor orizzonti lontani, Mozart c'è morto per la simbologia massonica, altro che normale. E risparmiaci tutte quelle stronzate dell'approccio qua e l'approccio là.... approcciati fuori dalle balle

    RispondiElimina

Se il post ti è piaciuto, non dimenticare di condividerlo e lasciare un commento.

N.B. Non saranno pubblicati commenti espressi con linguaggio offensivo o violento, e critiche non motivate / argomentate.

Leggendo le nostre DOMANDE FREQUENTI potrai crearti un'idea più precisa sul nostro approccio ai temi trattati nel blog.

GRAZIE per il contributo e la collaborazione

SISTEMA


MITI E LEGGENDE