6 giugno 2011

Uomo, Conoscenza, Energia

uomo, energia
A. Pani per Anticorpi.info

Premessa
Questo breve scritto poggia sulla consolidata tendenza che vede il mondo culturale e scientifico mettere in discussione le teorie sull'evoluzionismo e quelle collegate alle fondamenta delle varie fedi e religioni.

Affrontare temi inerenti i dogmi della scienza e della fede è impresa assai ardua, poiché dibattere delle nostre verità significa andare davanti allo specchio col pensiero di accettare una immagine diversa da quella vista sinora, cosa non semplice.

L’idea, tuttavia, è quella di sfiorare detti temi sfruttando un percorso logico alimentato e agevolato da una moltitudine di studi indipendenti (e non solo), oltre che da numerose riflessioni che impegnano la rete in modo costante e, spesso, illuminante.

Partendo dal presupposto, neanche tanto remoto, che la specie umana possa essere stata incoraggiata nel cammino evolutivo da un intervento alieno/superiore, è possibile costruire un ragionamento in grado di aiutarci a osservare, collegare e comprendere meglio alcuni aspetti che attengono la nostra quotidianità.

E’ implicito che questo concetto contempli il fatto che Dio sia sostituito/sostituibile, con una o più entità/esseri provenienti da un altro mondo. Alla luce della considerazione appena illustrata, pare equilibrato riflettere sulla possibilità che l’uomo sia stato creato per essere successivamente 'studiato' da parte di una intelligenza più evoluta.

Il termine “studiato” è posto fra virgolette poiché s’intende comprensivo anche dei seguenti significati: educato, civilizzato, esaminato, utilizzato, sfruttato, dominato, e via discorrendo.

Questo ragionamento è stato ispirato da due interessanti letture: Il signore dell’anello mancante, di Alfonso Marzocco (1) e il dossier Ufo e Vaticano, di Cristoforo Barbato (2).

Nel primo articolo è spiegato con il semplice uso della logica come l’uomo abbia imparato a parlare grazie a un “aiuto esterno”, poiché “…non poteva parlare da solo: aveva bisogno necessariamente di ascoltare la voce di un Altro…” (ad esempio si veda anche Genesi 3:8: "…Poi udirono la voce di Dio il SIGNORE…”).

Nel secondo approfondimento, il brillante C. Barbato illustra la sua ricerca sulla presenza extraterrestre e su una possibile, differente visione dei cosiddetti “libri sacri”.
Nella parte più affascinante e circostanziata del suo dossier, quella denominata “Il sapere disceso dal cielo”, arriva ad una rilettura “…con gli occhi dell’uomo moderno…” del mito di Adamo, indicando che “…il peccato originale era la conoscenza scientifica!”

Il perché qualcuno abbia deciso di “investire” sulla risorsa umana, potrebbe essere stato ispirato dalle immense potenzialità insite nello sviluppo delle due macro-capacità tipiche dell’uomo: spirituale – emozionale e logico - razionale.

Una miscela di rara forza e dai confini smisurati, la cui “gestione e analisi” potrebbe essere risultata un irresistibile richiamo per delle entità affamate di nuovi saperi e conoscenze, ovvero desiderose di “elargire” consapevolezza e cultura.

Alla luce di queste ultime considerazioni ben si potrebbe quindi valutare anche la probabilità che detta 'forza umana' abbia sorpreso sia coloro che l’hanno 'scatenata', che quelli chiamati a tutelare la delicatezza e riservatezza di determinate informazioni.

Oggi
Prendendo spunto dalle riflessioni in premessa assume un ruolo di rilievo l’aspetto “conoscenza”, che può essere efficacemente messo in relazione sia con l’energia sia con la religione.

A coloro che comandano potrebbe - in pratica - essere da tempo sfuggita di mano la completa gestione dell'energia e della conoscenza, al pari dell'esclusivo sfruttamento di queste ultime.

In generale, non sarebbe più garantito e/o tutelato l’accesso ai saperi che contano da parte di pochi.

Occorre altresì rilevare che anche il potere della religione, con i suoi dogmi e il suo “imprinting social – culturale” (3), pare accusare una certa fragilità (4). Questo, nonostante il suo indiscusso lavoro di “amministratore di coscienze e conoscenze”, abbia superato la più terribile delle prove, vale a dire quella del tempo (almeno finora).

Ecco quindi che la chiave per riprendere il controllo totale delle operazioni è data essenzialmente dal dominio assoluto sulla energia.

Uomo, conoscenza, energia: lo stato attuale
Non sembrano esserci troppi dubbi sul fatto che le masse vivano in uno stato di apatia e senso di abbandono, uniti a una cronica e talvolta inspiegabile incapacità di reagire. Il tutto è facilitato, più d’ogni altra cosa, da una palese condizione di totale sudditanza dal punto di vista pratico – energetico.

Di fatto mancano, o sono quasi completamente assenti, quelle conoscenze (vere) in grado di generare e/o stimolare in modo profondo la capacità di cambiare le cose o creare contesti sostenibili ed efficienti.

Per poter sperare in un cambiamento da questo punto di vista è indispensabile recuperare autosufficienza e considerazione di se (in senso generale), prima ancora di immaginare un progetto di ricostruzione più ampio e condiviso.

Occorre inoltre prendere atto che in un ambiente caratterizzato da smarrimento, poca cultura e scarsa motivazione, coloro che 'guidano' sono (letteralmente) in condizione di 'staccare la spina' quando lo desiderano, disponendo di fatto del potere di vita o di morte sulle persone.

Non sembra un'ipotesi remota, infatti, quella che vorrebbe l’essere umano già in possesso di tecnologia e risorse abbastanza potenti da lasciare al buio l’intero pianeta (armi elettromagnetiche e oscuramento “mirato” di internet docunt).

La possibilità che ciò accada consentirebbe l’ottenimento di un duplice cinico risultato: l'assunzione dell'energia a indiscusso e venerabile elemento supremo e dominante, unita alla soggezione indotta nei sudditi, da parte di chi la gestisce / garantisce.

Quest’ultimo (il “gestore”) potrebbe essere lo Stato, al pari dei militari o di scienziati ed esperti. Potrebbe trattarsi di una qualche non ancora meglio identificata istituzione terrena curata, di fatto, da nuovi 'apostoli/discepoli.'

Come dimenticare, infine, un’altra tragica sfumatura che caratterizza questo argomento; vale a dire che per l’uomo di oggi l’energia è l’alimento base per il motore del proprio parco giochiUn 'recinto/mondo' che gli è stato creato intorno; nel quale è stato astutamente allevato e nel quale si è infilato da solo, con gioia ed estrema facilità.

Allo scopo si vedano anche psicologia e debolezze istintivo - emozionali dello 'animale uomo.'

Quindi, ricapitolando, senza energia non c’è divertimento e, per molti, neppure vita.
In questo quadro, ben s’inserisce anche un accenno al tema 'messaggi subliminali e tecniche di controllo delle masse', la cui scarsa comprensione è almeno pari al devastante potere che ne caratterizza l’uso pianificato, diffuso e asfissiante, da parte di chi gestisce la popolazione.

Uno sguardo appena oltre
Adesso è possibile dare uno sguardo a ciò che sta accadendo in questi ultimi tempi, relativamente alle operazioni in atto finalizzate al recupero del terreno perduto da parte dei 'manovratori.'

Sul fronte sociale è comparso il Progetto Venus, o Movimento Zeitgeist, un infuso di nozioni che rappresenta una forma di nuovo socialismo tecnologico, appositamente confezionato per le masse più scettiche e razionali.

Per coloro che appartengono alla specie umana con una maggiore inclinazione di tipo spirituale / religioso / emozionale, è in fase di affinamento l’era della New Age, una nuova religione per nuovi adepti che, in prospettiva, potrebbe anche essere supportata da una fondante dose d’energia.

Per coinvolgere adeguatamente l’intero pianeta uomo (e non solo), potrebbe essere costruito un 'evento / nemico globale' (5), il quale ben si leverebbe a giusta causa che autorizzi e legittimi lo 'staccare la spina' di cui si è detto in precedenza.

Al termine di una o più di queste azioni mirate ci troveremmo di fronte a uno scenario interessante, dove 'il bestiame' è tornato al suo posto e di concerto sono ripresi il suo sfruttamento e la sua dominazione, nel rispetto di canoni più consoni al lavoro del buon fattore.

Resta inteso che a questo punto della trattazione assuma poca rilevanza chi o che cosa costituisca l’elite dell’energia e della conoscenza, che tutto (o quasi) dispone. E’ interessante invece evidenziare la molteplicità di riflessioni correlate alla parola energia. Un'entità, una forza, un potere, una attività perpetua, spesso inafferrabile, in grado di cambiare la storia, il mondo e tutti noi.

Conclusioni
Non sembra essere poi così lontano dalla realtà, né tanto meno irriverente proporre questa relazione di corrispondenza, e cioè che: Dio = Energia.

Questo per due distinte considerazioni:
perché Dio è davvero “forza”; si pensi a come viene vissuta “la potenza del Creatore” da parte di coloro che credono (e non solo);
perché a certe condizioni - come quelle di cui si è parlato a proposito del venerare e gestire l’energia - è fondamentale che sia così e che lo divenga sempre più; magari proprio come un tempo neanche troppo lontano.

Un pensiero su Dio, a modesto parere di chi scrive, è che egli e il suo potere abbiano sancito ab origine ciò che è il potenziale dell’uomo, vale a dire la sua spiritualità ed emotività unite a razionalità e intelligenza. Un essere fatto a immagine e somiglianza del proprio Creatore, spirito di pura energia, figlio dell'unica immensa forza che unisce il creato, quella dell'amore, che rappresenta la certezza della vita eterna.

Un sentito ringraziamento per l’attenzione a tutti coloro che incroceranno questi pensieri.

Elenco delle fonti e dei riferimenti:
1) Alfonso Marzocco, studioso, autore tra gli altri dell’articolo “Il signore dell’anello mancante”, pubblicato in data 16/02/2011 sulla rivista on-line www.effedieffe.com;

2) Cristoforo Barbato, autore dell’imperdibile dossier “Ufo e Vaticano”, è un ricercatore indipendente che si occupa da anni dello studio del fenomeno UFO (in passato ha anche fatto parte, come socio, del C.U.N Centro Ufologico Nazionale) di Misteri, nuove frontiere della scienza e di tematiche legate al Cover-up in generale e all’Intelligence. Ha partecipato in questi anni come relatore a diversi simposi e conferenze nazionali sulla tematica UFO-Alieni. A partire dal 1997 fino al 2003 è stato redattore o caporedattore delle riviste Notiziario UFO, Dossier Alieni, Extra Terrestre – Nuova Scienza e Nuova Coscienza, Stargate e Stargate Magazine – Il mondo dell’Altra informazione. Inoltre ha collaborato alla realizzazione dell’enciclopedia UFO, Dossier X per la Fabbri Editori e dell’enciclopedia Stargate – Enigmi dal cosmo per la Curcio Editori. Dal 2005 è impegnato, attraverso conferenze e col sito www.secretum-omega.com, in una mirata opera di divulgazione delle sue ricerche sul Secretum Omega, il coinvolgimento Vaticano nel fenomeno UFO -Alieni, il Decimo Pianeta e di tematiche correlate. Dal 2006 è socio del Free Lance Internationl Press (F.L.I.P);

3) In merito all’operoso e “catechizzante” lavoro portato avanti dalla religione, si osservi il seguente concetto: ”… L’impianto di schemi neurali (valori, codici, inibizioni, fedi) è assai più agevole e rapido nell’infanzia e nella prima adolescenza, prima che si compia il processo di sfoltimento dei neuroni e delle loro connessioni (neuro plasticità sottrattiva, pag. 288)”, Norman Doidge, autore del libro “The Brain that Changes Itself”, (Penguin Books, 2007). Da qui il termine “imprinting social – culturale”, coniato dal redattore del presente approfondimento;

4) Ci si riferisce, in particolare, al caso “Chiesa e pedofilia”, che negli ultimi anni (in particolare 2009 – 2010) ha assunto rilevanza planetaria; tra gli altri si veda anche:
http://it.wikipedia.org/wiki/Casi_di_pedofilia_all'interno_della_Chiesa_cattolica

5) A proposito di tematiche inerenti al possibile generare un “problema globale”, cui far seguire una “soluzione globale”, si noti la sovrabbondanza di documenti, studi, dati, riflessioni, teorie e supposizioni presenti in rete; fra tutti: “Il progetto Bluebeam”, l’avvento del “N.W.O.” (Nuovo Ordine Mondiale) e la stessa “New Age”, sopra citata.

Post correlati: Dal Big Bang all'Illuminazione
Post correlati: Tag Cultura

Nessun commento:

Posta un commento

Se il post ti è piaciuto, non dimenticare di condividerlo e lasciare un commento.

N.B. Non saranno pubblicati commenti espressi con linguaggio offensivo o violento, e critiche non motivate / argomentate.

Leggendo le nostre DOMANDE FREQUENTI potrai crearti un'idea più precisa sul nostro approccio ai temi trattati nel blog.

GRAZIE per il contributo e la collaborazione

SISTEMA


MITI E LEGGENDE