10 aprile 2014

Sesso, Bugie e Controllo Mentale - Cathy O'Brien (P.1)

controllo mentale, pelouchedi Cathy O'Brien
Traduzione di Anticorpi.info

Vorrei ringraziare ognuno di voi per essere qui stasera per conoscere uno strumento che viene segretamente usato per perseguire ciò che Adolf Hitler e George Bush hanno definito: Nuovo Ordine Mondiale.

Mi riferisco al controllo della mente. Vorrei cercare di farvi comprendere il fenomeno del controllo mentale rendendovi partecipi della mia esperienza. Se si accetta l'idea del controllo mentale e la si rapporta a molti aspetti della società odierna, come l'erosione della morale, della Costituzione e della giustizia nei nostri tribunali, all'improvviso tutto appare riconducibile alle tecniche di controllo del Nuovo Ordine Mondiale. 

I controllori del nostro paese ci stanno manipolando, basandosi sul principio secondo cui la loro conoscenza segreta debba essere sfruttata per consolidare il loro potere. 

Avete il diritto e la necessità di conoscere tali segreti, perché la conoscenza è la nostra unica difesa contro il controllo mentale. Diffondendo la conoscenza dei loro segreti erodiamo il loro potere. Mi sento molto fortunata per essere riuscita a sottrarmi alle operazioni con cui la CIA ha abusato di me attraverso le tecniche di controllo mentale MK Ultra. Sono molto fortunata ad essere sopravvissuta dopo essere stata costretta ad operare sotto il livello della Casa Bianca e del Pentagono. 

Molti segreti e reputazioni sono stati stroncati come conseguenza della convinzione che non fosse possibile 'deprogrammarmi' e quindi indurmi a ricordare ciò che avrei dovuto cancellare dalla memoria. 

Si sbagliavano. 
Non hanno fatto i conti con la forza dello spirito umano. Non credevano che un uomo buono come Mark Phillips, anch'egli in possesso dei loro segreti, avrebbe usato tali cognizioni per ripristinare la mia mente piuttosto che per controllarla. 

Un'altra cosa di cui sono convinti i fautori del Nuovo Ordine Mondiale (NWO) è che le persone per bene non siano in grado di interferire nei loro progetti in quanto non hanno una mentalità criminale come la loro. Le persone che controllano le menti del nostro paese per certi versi sono molto intelligenti, ma di contro le loro facoltà intellettive sono limitate dalla loro immoralità. Se fossero stati dotati della capacità di analisi profonda si sarebbero resi conto che prima o poi qualcuno, e poi un numero sempre maggiore di schiavi sarebbe sopravvissuto per raccontare i loro segreti. 

Ora che sento di avere nuovamente il controllo della mia mente e del mio libero arbitrio, dedico tutta me stessa alla divulgazione delle cose a cui ho assistito all'interno della base di questi aguzzini, perché so che quando qualcuno apre la strada, le persone lo seguono.

Ricordi di Famiglia.
Sono nata a Muskegon, Michigan, nel 1957, all'interno di una famiglia profondamente segnata dai rapporti incestuosi trans-generazionali. Mio padre da bambino fu abusato sessualmente. Anche mia madre fu abusata da piccola, ed io fui abusata sia da mio padre che da mia madre. Mio padre abusò di me molte volte.

Tutto ciò confuse il mio rapporto con la sessualità. Mi indusse a collocare mentalmente la mia sessualità in una zona molto simile al mangiare o al bere. Si era trasformata in un fatto di sopravvivenza. Non avevo idea che ciò che subivo da mio padre fosse sbagliato moralmente; ero troppo bambina per prendere in considerazione una cosa del genere. Eppure il mio inconscio accusò il dolore e il soffocamento degli abusi sessuali. Come risultato sviluppai un disturbo dissociativo dell'identità (definita in passato 'disturbo di personalità multipla') e creai un 'comparto' nella mia mente in cui confinai tutto quanto avesse a che fare con gli abusi subiti ad opera di mio padre. 

Mia madre non controllava le proprie azioni come mio padre, ma i suoi abusi furono così estremi che finii per sviluppare un secondo comparto mentale nel quale confinai i traumi che mi inflisse mia madre. In seguito ne sviluppai un altro collegato alla pedo-pornografia a cui ero esposta da mio padre. La 'compartimentalizzazione' si verifica quando una persona subisca un trauma letteralmente troppo orribile da comprendere. In realtà si sviluppa un comparto ogni volta che la mente innalza delle barriere che poi si richiudono intorno alla memoria dell'abuso. L'abuso resta archiviato all'interno del 'comparto', oltre le barriere dell'amnesia, e il resto della mente continua a funzionare in modo normale, come se niente sia accaduto. 

Gli abusi furono seguiti da un lungo periodo di normalità. Eppure, quando mio padre tornò ad abusare di me la parte del mio cervello che si era chiusa intorno ai suoi vecchi abusi, si riaprì. Dunque quella era la chiave del mio comparto. Si sarebbe riaperto tutte le volte che mi fossi trovata a rivivere determinate situazioni. 

In quel periodo il governo era interessato ad approfondire lo studio delle connessioni tra abusi sui minori multigenerazionali e disturbo dissociativo dell'identità (DID), questo perché all'interno della barriera di amnesia che circonda il ricordo di un abuso vi è una memoria fotografica. Il concetto di memoria fotografica può essere illustrato usando l'esempio di eventi come l'omicidio di Kennedy. La maggior parte della gente ricorda esattamente dove si trovasse e cosa stesse facendo il giorno in cui John F. Kennedy fu assassinato. Si tratta di un evento che ha traumatizzato la nazione. Quando ebbe luogo, la gente fece una sorta di 'fotografia' in cui memorizzò tutti gli eventi che facevano da contorno a quel particolare trauma. Allo stesso modo, anch'io avevo sviluppato una capacità di registrazione fotografica di tutto ciò che accadeva intorno ai miei traumi. Il governo voleva utilizzare questa memoria fotografica per recapitare messaggi tra i capi di governo coinvolti nel NWO. 

Un Ford è il tuo futuro? 
Il fratello di mia madre, Bob, anch'egli con un trascorso di abusi, faceva parte dei servizi della Air Force, e lavorava presso i servizi del Vaticano: i Gesuiti. Zio Bob aiutava mio padre a produrre la sua pornografia infantile. Il che non vuol dire che tutti i gesuiti siano cattivi o coinvolti con la CIA. Da quando sono stata deprogrammata ho imparato che esistono aspetti positivi e negativi in ogni aspetto della esistenza, ed i gesuiti, i cattolici non fanno eccezione, sebbene ebbero un ruolo importante nella mia vittimizzazione. 

Un giorno mio padre fu scoperto a trafficare materiale pedopornografico. A quel punto mio zio fu incaricato di riferirgli che avrebbe potuto ricevere l'immunità se mi avesse ceduta al progetto MK-Ultra gestito dalla CIA. Mio padre la accolse come una grande idea. Aveva altri cinque figli da crescere per contribuire al progetto. 

Il traffico di pornografia in Michigan era tutelato da una fazione criminale del governo. Il Governo permise la diffusione della pornografia perché erano interessati agli effetti dei traumi sulla mente umana e volevano individuare bambini che come me fossero stati abusati sessualmente prima dei cinque anni d'età. La pornografia infantile è uno degli strumenti con cui ci individuano. Il politico locale del Michigan che forniva protezione a questa mafia della pornografia era Gerald Ford - lo stesso Gerald Ford che divenne presidente, ed uno dei principali motivi per cui finii nel regno del controllo mentale MK Ultra. Quando mio padre accettò di cedermi, Ford venne a casa nostra ed illustrò a mio padre come allevarmi in base alle specifiche governative per il controllo della mente. Poi fu mio padre a volare a Boston per un corso di due settimane per aggiornarsi su ciò che definiva 'psicologia inversa.' 

In pratica si trattava di programmazione neuro-linguistica. Era la lingua del subconscio, perché il subconscio non ha alcuna capacità di ragionare, porsi domande, o analizzare le cose come fa la nostra mente cosciente. Il subconscio prende le cose alla lettera, ed in tal modo consente a chi sia esperto in psicologia inversa di esercitare alcuni tipi di controllo mentale estremo. Dato che i miei traumi furono estremi, non avevo modo di razionalizzarli. Non c'era posto per loro nella mia mente cosciente, così li archiviavo ad un livello inconscio.

Riti ed inversioni. 
Frequentavo la parrocchia di San Francesco d'Assisi di Muskegonis, la quale era pesantemente coinvolta nelle operazioni di controllo mentale e amministrata da una delle fazioni criminali dei Gesuiti convinte di poter instaurare la 'chiesa mondiale' nel NWO. Nel corso dei secoli i gesuiti hanno raccolto molte informazioni sugli effetti del trauma sulla mente. Iniziarono a studiarli fin da cose come l'Inquisizione spagnola e le gesta dei crociati. Scoprirono che le persone possono essere facilmente portate, a seguito di gravi traumi indotti, a registrare nel subconscio qualsiasi dato per molti, molti anni. Le loro cognizioni furono poi incrociate con i dati in possesso della CIA delle ricerche condotte da Himler nella seconda guerra mondiale. Dall'unione di questi due sforzi, le tecniche di controllo mentale si evolverono drammaticamente. 

Durante la mia esperienza fui sottoposta a rituali occulti di programmazione mediante psicologia inversa. L'inversione con cui trasformarono la messa cattolica in un rito satanico ebbe un enorme impatto su di me, perché quelle erano le cose che avevo di più care. Sono stata manipolata attraverso la mia religione, il mio patriottismo, e anche attraverso i miei istinti materni, dopo la nascita di mia figlia Kelly. Come un bambino, mi trovai ad essere presente proprio durante il periodo in cui la CIA si alleò con i cattolici. Ho visto e vissuto tante cose ed inconsapevolmente ho registrato le conversazioni che fecero da contorno ai miei traumi, ricordi riesumati dalla deprogrammazione. 

In quel periodo fui condotta regolarmente a Mackinaw Island, Michigan. Si trattava di un rifugio politico sul confine tra Stati Uniti e Canada. Ed è anche la sede della residenza del governatore del Michigan. Fu lì che mi sottoposero alle perversioni sessuali di certi politici, ad esempio Gerald Ford. Non sto dicendo che Gerald Ford fosse un pedofilo. Gerald Ford era ciò che definisco un 'tri-sessuale'; lui non provava nulla con niente, nessuna età, nessun momento, nessun luogo. Non gli importava; gli bastava sapere di avere il controllo. Aveva la perversione del potere. 

Fu proprio presso Mackinaw Island che incontrai l'allora Primo Ministro del Canada, Pierre Trudeau, uomo dei gesuiti. E dalle sue conversazioni con il governatore Romney appresi che la CIA ed i cattolici avevano incrociato le nozioni sulle tecniche di controllo mentale. Romney era molto interessato a implementare il controllo mentale di massa. Aveva anche in progetto di portare nella chiesa mormone i riti satanici incentrati sugli abusi sui bambini che oggi proliferano nella Chiesa cattolica. Voleva che intorno alla chiesa mormone crescesse una società robotica che finanziasse lo sforzo per il NWO. Romney si interessò alla prima versione del programma Global Education 2000 (Outcome Based Education) che fu infiltrato nel nostro sistema scolastico per elevare la capacità di apprendimento dei nostri figli e ridurre la loro capacità di analisi critica. Come risultato, il sistema di istruzione del Michigan fu classificato al primo posto della nazione per molti anni, ma la devastazione che creò negli scolari fu orribile. 

Quando ero molto piccola fui abusata sessualmente anche dal senatore del Michigan: Guy Vanderjagt, lo stesso signore che guidò il Comitato Nazionale Repubblicano che candidò George Bush alla presidenza. Vanderjagt era il classico pedofilo. Abusò di me fino a quando iniziai a svilupparmi, diventando troppo vecchia per lui.

Il giorno della mia prima comunione, nel 1966, fui sottoposta a ciò che definivano il 'rito del silenzio.' Il capo della nostra Chiesa cattolica, Padre Don, e il senatore Vanderjagt erano presenti al rituale di sangue che seguì la mia prima comunione. [Nota: Nel suo libro O 'Brien sostiene di avere subito abusi sessuali dopo essere stata inzuppata con il sangue di un agnello macellato.]

Quel trauma di sangue fu talmente orribile da raggiungere i risultati desiderati. Usando un linguaggio ipnotico, utilizzando il linguaggio del subconscio, manipolarono il mio subconscio al punto che persi ogni controllo. Ad esempio, la parte di me che aveva a che fare con gli abusi di mio padre smise di sbloccarsi durante ogni abuso sessuale, e il meccanismo di innesco fu sostituito da una serie di codici, gesti, chiavi e trigger.

Fu dopo il 'rito del silenzio' che persi ogni capacità di assumere decisioni autonome. Perché fino a quel momento riuscivo a prendere decisioni estraniandomi dai comparti del mio cervello. In altri termini udivo delle voci nella mia testa, ma in un certo senso la mia voce riusciva ad imporsi e ciò mi aiutava a prendere le decisioni. Dopo il 'rito del silenzio' smisi di udire la mia voce nella mia testa. Ero in grado di udire solo le voci dei miei abusatori che mi ordinavano di fare esattamente quello che volevano che facessi.

Nessuna via di fuga.
All'età di 13 anni fui assegnata ad un individuo che sarebbe diventato il mio padrone definitivo. Sto parlando del senatore USA Robert C. Byrd. Il senatore Byrd è rimasto in carica fino alla sua morte. Era a capo della commissione per gli stanziamenti del Senato degli Stati Uniti. Insomma gestiva i cordoni della borsa per il nostro paese. Da ciò che memorizzai sotto il suo controllo mentale, so per certo che non nutriva il benché minimo senso di responsabilità nei confronti del popolo americano. Gli interessava solo appropriarsi dei soldi dei contribuenti per sovvenzionare il progetto del NWO. Le perversioni di Byrd erano sempre estremamente brutali e mi bastava essere violentata da lui per accettare facilmente tutto ciò che mi ordinava di fare.

Una delle cose che mi ha ordinò di fare fu di iscrivermi alla Muskegon Catholic Central High School - la quale era molto coinvolta nella collaborazione tra ClA e gesuiti circa il controllo mentale. Attraverso i traumi indotti dal sistema scolastico una persona come me avrebbe consolidato la registrazione fotografica di tutte le nozioni che mi erano state inculcate. Avevo la media della A, ma non afferravo il senso di ciò che apprendevo. Semplicemente riuscivo a ricordare e ripetere qualsiasi nozione, e questo è proprio ciò che si aspettavano. La Muskegon Catholic Central fu frequentata da numerosi studenti che come me erano stati gravemente traumatizzati e sottoposti a riti occulti. Alcuni erano stati programmati per diventare degli sportivi professionisti. Chi soffre di disturbo dissociativo può diventare un forte sportivo, dal momento che in teoria può confinare la coscienza della stanchezza in un comparto mentale. Dal punto di vista mentale erano sempre freschi e pronti a spendere alte quantità di energia.

Non per niente la Catholic Central in quegli anni era sempre al primo posto nella classifica nazionale per il rendimento negli sport. Fu mentre frequentavo la Catholic Central che Gerald Ford divenne presidente. Questa cosa mi devastò. Non che in quel momento potessi razionalizzare tale reazione. In realtà sentivo che se Gerald Ford era il presidente, allora la vita di chi abusava dei minori e sperimentava il controllo mentale, stava per diventare facilissima.

Mi avevano inculcato la convinzione che non esistesse luogo sulla Terra dove avessi potuto fuggire e nascondermi da loro - stratagemma mutuato dai livelli più bassi dello occultismo ed ampiamente usato sulle persone sottoposte a traumi. Anche ai bambini abusati sessualmente viene detto: "ti osserviamo in ogni momento e non esiste alcun luogo dove tu possa fuggire e nasconderti." E' un leit-motiv che i terapeuti sentono emergere spesso. Sul fronte CIA naturalmente usavano gli stessi sistemi. Ed io mi sentivo totalmente in trappola. A chi avrei potuto rivolgermi? Non potevo contare sui miei genitori; non potevo contare sulla mia chiesa; non potevo contare sulla scuola o sui politici, e da quel momento non avrei neanche potuto rivolgermi al Presidente degli Stati Uniti in persona. Mi sentivo impotente e immobilizzata. Il che era la reazione che volevano stimolare.
Oggi che ho riacquisito il controllo della mia mente e la facoltà di giudizio, mi rendo conto che un posto dove correre c'era!

Vai alla Seconda Parte

Articolo in lingua inglese pubblicato sul sito Whale
Link diretto:
Post correlati: Controllo Mentale e Terrore (Mengele)
Post correlati: Paolo Ferraro nel Paese delle Meraviglie
Post correlati: Rosemary's Baby - R. Polanski
Post correlati: Controllo Mentale nei Mass Media (PNL, Propaganda)
Post correlati: Linguaggio: la Guerra dietro Ogni Guerra (Fase Nigredo)
Post correlati: Armi Silenziose per Guerre Tranquille (Psy-War) - David Icke
Post correlati: L'Esperimento di Philadelphia
Post correlati: Il progetto Blue Beam e la Nuova Religione Mondiale
Post correlati: Chi Beneficia della Produzione di Oppio in Afghanistan?
Post correlati: Skull & Bones: Ordine del NWO o Setta Satanica? (P.2)
Post correlati: Gli Alieni (Non) Stanno per Invaderci
Post correlati: Gesuiti: la Versione di Eric Jon Phelps
Post correlati: Sistema Scuola e Indottrinamento: la Prima Ingerenza

eBook - Trance Formation of America - Epub




8 commenti:

  1. Conosco il caso di Cathy O'Brien ma mi rimane una domanda, forse due: come è possibile che sia ancora viva se quel che afferma è vero? E conseguentemente, come è possibile che le permettano di pubblicare libri e tenere conferenze (ma a quest'ultima domanda è più facile rispondere)?

    RispondiElimina
  2. @ embrace ... obiezione lecita, che però dovrebbe estendersi a chiunque operi nel settore della controinformazione con un certo seguito. le possibilità sono 3: o mente, o è strumentalizzata oppure è protetta dall' 'altra' fazione... ciao

    RispondiElimina
  3. Embraze e Anticorpi : secondo me oltre a queste opzioni , c'è da aggiungere il fatto che la massa a queste cose non ci crede e non ci si interessa , o comunque è interessata più al lavoro, allo sport o al teatrino politico , piuttosto che a cercare di capire come vanno le cose , e quindi in fin dei conti per chi detiene il potere è la cosa più semplice manipolare le masse ... le informazioni su come vanno le cose possono passare tutte , ma intanto non hanno sufficiente pubblico e la massa è abituata a non credere a ciò .

    C'è da aggiungere che , nel caso le informazioni si diffondano troppo , basta usare l'appellativo " complottista " e chi afferma ciò non avrà più credibilità agli occhi dell' opinione pubblica , o verrà ridicolizzato .

    RispondiElimina
  4. Gia' diversi anni fa approfondi' la questione del controllo mentale e del caso O'Brian. Il controllo mentale certamente esiste a vari livelli, dai piu' fini ai piu' brutali e traumatici; ognuno con una sua metodologia e organizzazione.

    Il controllo mentale, esposto dalla O'Brian, e' di tipo traumatico e su base individuale. Le "prede" piu' ambite sono donne bianche, possibilmente bionde... e sopratutto bambini. Penso che la loro idea sia in sostanza lo sfruttamento (esoterico) delle energie essenziali che compongono un individuo, per una sorta di nutrimento energetico in ambito sottile. Il bambino, in questo caso, e' l'elemento piu' "pregiato" (scusate per i termini, ma per capirci), per la sua purezza vergine. Il sesso diventa un conduttore energetico esoterico ed una sorta di possessione spirituale, come per il sangue. Quello che fanno questi "handler" e' programmare la mente perche' dimentichi il trauma (il handler non vuole le che la vittima ricordi - almeno finche' e' utile, altrimenti si suicida od aiutata a farlo -, altrimenti collasserebbe definitivamente), escogitando un "mondo parallelo", manifestatosi attraverso un recupero artificiale dell'innocenza, tramite riocrdi fantasiosi e fiabeschi (da qui certe "favole" per bambini come Mago di Oz, Alice nel paese delle meraviglie, Pinocchio...). Infatti vediamo da parecchie vittime di qeusto sistema un comportamento molto infantile... sopratutto nel mondo dello showbusiness. Fin qui la O'Brian la racconta giusta...

    ...veniamo al punto dove molti si chiedono perche' lasciare parlare cosi' sfacciatamente certi testimoni scomodi. La risposta e' semplice: e' utile. Ma come puo' essere utile, a taluni personaggi, una testimone che espone un mondo cosi' terribile nei vertici del potere? Perche' NON e' il vertice che mette a rischio.

    Riguardiamo un po' l'articolo e dove vuole andare a parare. Chi sono i cattivi della situazione? La CIA in combutta con i nazi/gesuiti e Bush & co. Non vi sembra che manchi qualche altro dei protagonista? Passi la CIA (che e' solo uno strumento, non un organo autonomo)... i Gesuiti certo, per la componente cattolica... i "nazi" non c'entrano, ma come al solito li si butta dentro, perche' per gli angli (ma non solo loro) ogni sorta di male non puo' che derivare dal Male Assoluto nazzzzzista. Insomma, un quadro abbastanza politically corretness, che non scalfisce piu' di tanto il vertice vero e proprio.

    Fine 1° parte

    RispondiElimina
  5. Dopo anni a studiare il nazionalsocialismo su vari livelli, mi viene da ridere (o piangere) nel vedere con quale facilita' ogni sorta di affermazione che contenga la parola "nazi" sia priva di qualsivoglia esigenza critica. Anche la O'Brian non fa eccezione, citando Hitler, Himmler e programmi di controllo mentale nazista senza aver nemmeno mai conosciuto un vero "nazista". Seguiamo il ragionamento della O'Brian: se Hitler era il Male, allora quelli che l'hanno combattuto e vinto sono il Bene; quel Bene ancora c'e', ma insediato dal Male (nazista... in ambito gesuita), e quindi nostro dovere far acrescere quel Bene, identificato nell'America e nei suoi valori in quanti tali. Capite la logica? E' un po' la stessa cosa vale per Icke e simili... Con queste mosse vogliono scaricare la colpa solo in zone periferiche, nonche' far passare il loro REALE nemico come il vero colpevole (abili manipolatori pluri-millenari), gestendo cosi' ogni tentativo del loro smascheramento.

    Il programma del controllo mentale piu' sviluppato l'avevano i sovietici (guarda caso anche loro alleati), mentre il vero fulcro di ricerca metodologica su larga scala fu il Tavistock Institute (Inghilterra). Mentre a noi mostrano lo spauracchio nazzzista (ripeto: il loro nemico piu' pericoloso... ed e' la storia dimostrarlo), loro fanno programmi a larga scala, attarverso vari controlli sia mentali che biologici, ma quando ti fai passare per Bene... Il controllo mentale l'hanno gia' raggiunto.

    La O'Brian e' solo un'altra vittima inconsapevole, probabilmente ancora sotto controllo. Quando la vittima supera una certa soglia critica (probabilmente 27 anni... il Club dei 27, ricordate?), probabilmente riaffiorano traumi, limitando un certo controllo, per lasciare la vittima nell'autodistruzione e al suicidio. Se supera questa soglia, diventa si consapevole dei traumi e fatta integrare in certi ambienti in una funzione quasi ufficiale. L'ultima compito del handler e' quello di "liberare" la vittima, ripristinando la sua personalita' (prima frammentata), per creare un individuo autonomo, ma allo stesso tempo sotto controllo. Il loro traguardo piu' ambito e' proprio creare un'individuo consapevole di se', ma incosapevole del controllo operante su di esso. Questo e' anche un problema psicologico di massa, ma per l'individuo hanno tecniche piu' invasive.

    Saluti.

    RispondiElimina
  6. Maksimiljan, come sempre ottimo e abbondante. i tuoi commenti sono utili appendici agli articoli. ciao

    RispondiElimina
  7. A Maksimiljan, secondo me, vai un po in paranoia, io ho letto l'articolo ma mi sn soffermato sl sul concetto di controllo mentale e sulla situazione della vittima, nn prestando troppa attenzione a Hitler piu che ai Clinton,,,

    RispondiElimina
  8. Grazie @Admin :-)

    @aqua
    ... e che mi soffermo sui dettagli. Sono quelli che fanno la differenza... :-)

    RispondiElimina

Se il post ti è piaciuto, non dimenticare di condividerlo e lasciare un commento.

N.B. Non saranno pubblicati commenti espressi con linguaggio offensivo o violento, e critiche non motivate / argomentate.

Leggendo le nostre DOMANDE FREQUENTI potrai crearti un'idea più precisa sul nostro approccio ai temi trattati nel blog.

GRAZIE per il contributo e la collaborazione

SISTEMA


MITI E LEGGENDE